Idee di viaggio

La musica nascosta nella facciata del Gesù nuovo a Napoli

La bellissima chiesa del Gesù nuovo a Napoli, nasconde interessanti segreti

Chiesa del Gesù nuovo WEEKEND Shutterstock
5/5

Nel vostro viaggio alla scoperta delle meraviglie di Napoli, non può mancare di certo una visita alla Chiesa del Gesù Nuovo, che si trova nell'omonima piazza nel cuore della città.

Oltre ad essere un meraviglioso capolavoro di arte barocca e una delle più belle chiese monumentali della città, la Chiesa del Gesù Nuovo nasconde un segreto nella sua facciata di bugnato, un segreto che è stato finalmente svelato. 

napoli-chiesa-gesu-nuovo

Chiesa del Gesù Nuovo

Prima di essere una chiesa, quella del Gesù Nuovo era la dimora della Famiglia Sansevernino risalente al cinquecento. La dimora venne acquistata nel 1584 dai Gesuiti che vollero farla diventare una chiesa. Fu inaugurata nel 1750 e da allora è uno dei centri di culto più importanti della città, oltre ad essere uno scrigno di architettura barocca che conserva le spoglie di San Giuseppe Moscati.

La sua bellissima facciata di bugnato, ha sempre attirato studiosi da secoli, secondo quanto si narra, fra le antiche pietre sporgenti si nascondono simboli esoterici dai riferimenti occulti. Per anni l'alone di mistero ha alimentato leggende e curiosità sulla chiesa. 

Mistero della Facciata 

Il segreto è stato finalmente svelato, i simboli incisi sulla facciata della chiesa non sono altro che i segni di una partitura musicale. Dopo 5 anni di studi, lo storico dell'arte Vincenzo de Pasquale ha rivelato che le incisioni in realtà sono i 7 simboli dell’alfabeto aramaico, usate per rappresentare 7 note musicali disposte su un pentagramma di piperno.

Grazie all’aiuto del gesuita Csar Dors e del musicologo Lòrànt Réz, lo studioso ha svelato il mistero musicale. Le lettere disposte sulla facciata, come su di un pentagramma, lette in sequenza da destra a sinistra, guardando la chiesa e dal basso verso l’altro possono essere tradotte in note e suonate: la melodia dura quasi tre quarti d’ora.

Scopri