Idee di viaggio

Museo archeologico Nazionale di Napoli

L'incredibile collezione di uno dei musei più antichi d'Italia

Museo Archeologico Nazionale di Napoli MUSEI Shutterstock
5/5

Una struttura che era nata per essere una caserma nel ‘500, ospita oggi il museo archeologico Nazionale di Napoli, uno dei maggiori al mondo se si fa riferimento ai reperti di alcune epoche. Come, ad esempio, quelli di epoca romana, che non hanno eguali in tutta Europa, e che costituiscono la più grande delle collezioni conservata nel museo.

Se visitate Napoli, non potete assolutamente perdere una visita al MANN, questa la sigla del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, – che dallo scorso 22 febbraio è chiuso al pubblico a causa delle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria. Il museo si estende su 18.500 metri quadri, di cui solo 8.550 sono dedicati alle sale espositive. La sede museale ospita infatti oggi nei suoi edifici anche il Laboratorio di restauro, gli archivi e la biblioteca. 

È una delle più grandi risorse storico-culturali della città di Napoli, attraversa epoche storiche, stili e nomi importanti di artisti. Tra le collezioni principali, oltre a quella, prestigiosissima, di epoca romana, anche la collezione egizia, la collezione Farnese e diverse esposizioni contemporanee. Una menzione particolare meritano anche gli esterni che, di sovente, diventano anch’essi spazi espositivi.

GUARDA ANCHE: I PALAZZI DEL CENTRO STORICO PIÙ BELLI DI NAPOLI 

Museo archeologico Nazionale di Napoli

  • La collezione pompeiana

È il pezzo forte dell’intero museo Archeologico nazionale di Napoli. Una delle più grandi collezioni di epoca romana al mondo: comprende la casa del Fauno, il Gabinetto Segreto, il tempio di Iside, la Villa dei Papiri ma anche mosaici, affreschi e statue. Nonché il plastico di Pompei da cui l’intera collezione prende il nome. 

  • La collezione egizia

La terza più grande d’Europa e la seconda in Italia dopo quella del museo egizio di Torino. Il reperto più antico di questa collezione risale a un’epoca compres tra il 2700 e il 2640 a.C. e si tratta della cosiddetta Dama di Napoli, una statua di ritrovata nel sito del Saqqara, non distante dalle Piramidi d’Egitto. Nell’ultima sala della collezione sono ospitate addirittura quattro mummie: tre adulte e una di un bambino.

  • La collezione Farnese

Comprende le sculture che vengono da Palazzo Farnese a Roma e quelle rinvenute alle terme di Caracalla, Campo dei Fiori, Palazzo degli imperatori e in altri siti storici della Capitale. I pezzi compresi nella collezione prendono questo nome perché a raccoglierli in un’unica collezione fu Alessandro Farnese che divenne poi Papa Paolo III. A trasferire le statue e gli altri reperti a Napoli fu però Ferdinando IV di Borbone nel 1787.

  • Museo contemporaneo

Il MANN, oltre a ospitare delle collezioni storiche in maniera permanente, è diventato negli anni anche uno spazio espositivo per mostre contemporanee di un certo livello. Mostre fotografiche – come quella curata e prodotta da Camillo Ripaldi –, esposizioni sulle Maschere come quella di Alessandro Kokocinski che ha coinvolto Pulcinella – la maschera napoletana per eccellenza –, ma anche mostre su Cyborg o installazioni luminose, hanno fatto diventare le sale del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, un luogo in cui far convivere passato, presente e futuro.

  • I giardini

Si tratta di due cortili a specchio che si trovano all’ingresso principale del Museo. Oggi, dopo una ristrutturazione piuttosto recente (2016) sono aperti al pubblico e ospitano il polmone verde di questa struttura museale. Nel cortile a est, in particolare, è stato ricostruito un giardino romano di rose e viti, diventato – tra le altre cose – anche lo sfondo ideale per una mostra del MANN: Mito e Natura.

Visita virtuale al museo archeologico di Napoli 

Potrete ammirare l'incredibile collezione di uno dei musei più antichi al mondo direttamente da casa, su Google Arts & Culture troverete oltre 750 opere, mostre virtuali e percorsi al museo. Sulla pagina ufficiale e sui canali social, sarete aggiornati di tutte le iniziative online promosse dal museo. 

Visite e orari

Attualmente il museo è chiuso in ottemperanza alle misure anti-covid. Le aperture saranno legate ai colori delle regione Campania e alle misure riguardanti l'emergenza sanitaria in vigore. Per informazioni aggiornate vi consigliamo di tenere d'occhio il sito ufficiale.

  • Intero giornaliero   € 10
  • Ridotto young         € 2
  • Ridotto con Artecard € 5

 

Come arrivare

Il museo si trova in Piazza Museo 19 e si raggounge comodamente in metropolitana: linea 1 fermata Museo, 100 mt a piedi oppure linea 2 fermata Piazza Cavour, 100 mt a piedi

Autore: Paola Toia

Foto: © amateur photographer 22 / Shutterstock

Scopri