Idee di viaggio

Cosa vedere a Palinuro

Cosa vedere a Capo Palinuro, le spiagge e i posti da vedere assolutamente

Palinuro MARE Shutterstock
5/5

Palinuro, in posizione centrale nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo del Daino, è uno dei posti più belli del Cilento. È un promontorio stretto e lungo che come una lingua verdissima si insinua nel mare limpido di questo tratto di costa della Campania

Capo Palinuro

La natura lussureggiante non è l'unica attrattiva di Palinuro. Le spiagge, chiare e sabbiose, incastonate tra le rocce sono un paradiso in terra, specialmente nei mesi meno affollati dell'estate. I sentieri di trekking danno accesso a belvedere e panorami da togliere il fiato e un sistema fitto di grotte è l'attrazione più spettacolare del promontorio. Sotto la superficie del mare infatti ci sono anfratti, cunicoli e cavità sottomarine. Una delle più belle e visitate è la Grotta Azzurra, così chiamata perché il sole che entra nell'anfratto crea giochi di luce e colora il mare di un azzurro intenso che vira al fluorescente. 

Il pedalò è un valido e comodo alleato per l'esplorazione delle spiagge più belle e delle grotte, quando il mare è calmo ovviamente. Dal porto di Palinuro partono anche i tour in barca per visitare il meglio della costa di Capo Palinuro. 

Il nome del capo viene da quello di Palinuro, il mitico nocchiero di Enea che, mentre conduceva la flotta verso l'Italia di notte, cadde in mare. Nel Libro V dell'Eneide Virgilio individua il punto preciso in cui l'incidente accadde come uno scoglio tra il golfo di Policastro e l'insenatura di Pisciotta che è oggi chiamato appunto Capo Palinuro. 

Dopo un naufragio di tre giorni Palinuro approda su una spiaggia dove viene ucciso dagli abitanti locali. 

Spiagge di Palinuro

Quali sono le spiagge più belle di Palinuro?

  • Spiaggia del Buon Dormire

Una delle spiagge più belle di Palinuro e del Cilento è la Spiaggia del Buon Dormire: una mezza luna di sabbia dorata bagnata da acqua limpidissima. La spiaggia del Buon Dormire si raggiunge solo via mare con i taxi boat che partono dal porto di Palinuro tutte le mattine in estate. 

  • Spiaggia della Marinella

La spiaggia della Marinella si trova dove in antichità si trovava il porto della Mola i cui resti sono ancora visibili sulla costa. La spiaggia è ampia e sabbiosa e servita con piccole zone con chioschetti e affitto ombrelloni e lettini e spiaggia libera. Si raggiunge dalla Strada Statale 18 fino a Via Marinella. C'è una scala nella roccia che scnede lungo il costone fino alla spiaggia. 

  • Cala Fetente

Cala Fetente deve il suo nome a una sorgente di acqua sulfurea che sgorga dalla grotta vicina e che ha il caratteristico odore di uovo marcio. Attenzione a non immergersi con oggetti di argento che imbruniscono a contatto con lo zolfo. 

  • Spiaggia del Mingardo

La spiaggia del Mingardo si trova al confine con il comune di Marina di Camerota, nella zona più meridionale di Palinuro. Ci sono servizi, chioschi, lettini in affitto e altri servizi tra cui l'accompagnamento con lo scooter dei visitatori che non riescono a trovare parcheggio per la macchina. 

  • Spiaggia delle Saline

La spiaggia delle Saline, nella zona nord di Palinuro, è una lunga spiaggia di sabbia soffice lunga più di 5 km. Ci sono spiagge libere e stabilimenti balneari. I fondali sono bassi ed adatti anche ai bambini. La spiaggia delle Dune è una delle spiagge della zona delle Saline.  

  • Spiaggia dell'Arco Naturale

A sud-est di capo Palinuro, la Spiaggia dell’Arco Naturale, si trova a pochi passi dalla foce del fiume Mingardo ed è stata scelta più volte come location di film e pubblicità.

Qui trovate tutte le Spiagge più belle del Cilento

Cosa vedere a Palinuro

Cosa vedere a Palinuro? Qui di seguito trovate 10 attrazioni da non perdere assolutamente:

  • Grotta Azzurra

La Grotta Azzurra è una delle attrazioni più conosciute di Palinuro. Poco lontana da Cala Lanterna, nel Sud-Ovest di Capo Palinuro, tra Punta Spartivento e Punta Mammone, è una caità che con i raggi di sole illumina l'acqua di azzurro e di meravigliosi effetti di luce. 

  • Grotta del Sangue

La Grotta del Sangue deve il suo nome all’impressionante colore delle pareti interne che si riflette sul mare e colora l'acqua di un bizzarro colore rossastro. Oltre alla colorazone suggestiva ci sono interessanti formazioni calcaree. Due in particolare assomigliano a una conciglia gigante ed a un coccodrillo. 

  • Punta Iacco

Un percorso di trekking passa per Punta Iacco, uno dei punti più suggestivi di Capo Palinuro. La zona, molto amata da chi fa diving, è stata per un periodo sotto sequestro a causa della morte di tre persone. Le grotte di Punta Iacco infatti sono collegate l'una alle altre da una fitta rete di tunnel, a volte stretti e non facile da trovare. 

 

  • Grotte di Palinuro

 

Le grotte di Capo Spartivento e di Punta Isacco possono essere visitate in un tour in barca con partenza dal porto di Palinuro. Oltre alla Grotta Azzurra e alla Grotat del Sangue visiterete la Grotta d'Argento e la Grotta dei Porci.

  • Paese di Palinuro

Con il nome Palinuro, oltre che il Capo Palinuro, si intende il piccolo centro abitato che si trova a nord di Capo Palinuro ed è la zona marittima del comune di Centola. Visitate la Chiesa di Santa Maria di Loreto e la Cappella di Sant'Antonio del Porto e non perdete l'Antiquarium di Palinuro, in località Ficocella. Il museo vale la pena di essere visitato già solo per la location a picco sul mare. All'interno del piccolo antiquario sono esposti i reperti ritrovati a Capo Palinuro e dintorni nel corso degli anni ed includono, i resti di un antico insediamento preistorico, ceramiche ioniche, attiche e locali e relitti di età ellenistica affondati nel mare di Palinuro.

 

  • Porto di Palinuro

 

Nell'insenatura Nord di Capo Palinuro c'è il porto di Palinuro dove ci sono le barche da pesca dei pescatori e le barche che portano alla scoperta delle grotte e delle spiagge di Capo Palinuro. 

Meteo

Il clima a Palinuro è tipicamente mediterraneo con estati calde e inverni miti. L'autunno e l'inverno sono le stagioni più piovose. Il periodo migliore per visitare Palinuro è quello di giugno e settembre quando le spiagge sono meno affollate e si può andare al mare. 

La primavera e l'autunno sono le stagioni migliori per fare trekking e andare in bici a Capo Palinuro. La via Silente è un percorso in bicicletta che passa per Palinuro e per altre zone del Cilento portando alla scoperta di questo angolo della Campania pedalando.

L'inverno, quando il meteo è buono, è il periodo perfetto per godersi la natura a Capo Palinuro quando il mare che circonda il capo da tre lati e il sole che lo inonda completamente rendono il clima più mite. 

Mappa e cartina

Scopri