Idee di viaggio

20 cose da fare a Natale in Italia: escursioni e gite fuori porta regione per regione

Qualche idea per le vacanze di Natale in regione

Manarola NATALE Shutterstock
5/5

Quest’anno organizzare le classiche vacanze di fine anno sarà più complicato del solito, a causa della complicata situazione in corso l’unico slalom possibile sembra essere quello tra restrizioni e ordinanze che regoleranno anche le tanto attese feste di Natale. A questo link trovate tutte le regole da seguire durante il periodo natalizio. 

Tuttavia l’italiano è uno di fantasia e l’Italia paese stracolmo di attrazioni e bellezze naturali in ogni sua regione. Anche con gli eventi dimezzati, i mercatini chiusi, gli scii vietati, gli spostamenti a singhiozzo non mancano le opportunità di vivere il Natale e la sua magica atmosfera con brevi gite fuori porta tra i borghi italiani resi ancora più belli da luminarie e presepi o con incredibili esperienze nella natura innevata d’inverno.

Per questo abbiamo raccolto una lista con 20 suggerimenti di possibili cose da fare a Natale, divisi per regione. Ricordando che dato il momento particolare che stiamo vivendo e le norme in costante evoluzione sarà bene accertarsi dell’effettivo svolgimento degli eventi previsti.

20 cose da fare a Natale

  • Limone  - Piemonte
  • Valle di Cogne – Val D’Aosta
  • Val Colvera – Friuli Venezia Giulia
  • Merano – Trentino Alto Adige
  • Garda – Veneto
  • Longiano  – Emilia Romagna
  • Riserva Naturale dell’Abetone – Toscana
  • Bellano e Vendrogno -  Lombardia
  • Valle D’Itria – Puglia
  • Borghi in Molise
  • Parco Nazionale del Gran Sasso - Abruzzo
  • Parco naturale del San Bartolo – Marche
  • Petralia Soprana, Sicilia
  • 100 presepi a Roma – Lazio
  • Nuraghi - Sardegna
  • Parco Nazionale della Sila – Calabria
  • Manarola - Cinque Terre - Liguria
  • Salerno – Campania
  • Castelmezzano e Pietrapertosa – Basilicata
  • Gubbio - Umbria

Cosa fare a Natale per ciascuna regione

  • Albero di Natale più grande del mondo a Gubbio - Umbria

Il caratteristico borgo di Gubbio, in Umbria, merita una visita in ogni periodo dell’anno ed in modo particolare a Natale. Durante il periodo festivo sulle pendici del Monte Ingino, che domina la città medievale, viene allestito ogni anno l'albero di Natale più grande del mondo. Si tratta in realtà di un’enorme istallazione luminosa composta da circa 3.000 luci colorate e decine di km di cavi elettrici lungo 650 metri di altezza e 350 metri di larghezza su per la collina. Il risultato è un gigantesco albero di natale visibile fino a 50 chilometri di distanza che rende magica l’atmosfera.

  • Castelmezzano e Pietrapertosa - Basilicata

Se come sembra gli eventi previsti per questo Natale 2020 in Basilicata rischiano di essere cancellati, come ad esempio la bella rappresentazione del presepe vivente tra gli storici sassi di Matera, in Basilicata c’è sempre qualcosa che resta immutabile negli anni e che offre comunque una bella opportunità per una gita di un giorno. In particolare i due piccoli e incantevoli borghi di Castelmezzano e Pietrapertosa inseriti nella lista dei borghi più belli d’Italia, quando arriva Natale e le temperature calano sembrano diventare la scenografia naturale di due caratteristici presepi a grandezza naturale. Incastonati nella magnifica cornice delle Dolomiti Lucane e imbiancati sui tetti e nei vicoli acciottolati da neve fresca regalano la possibilità di vivere atmosfere natalizie rarefatte e magiche e di scattare foto di grande impatto.

  • Le Luci d'Artista a Salerno - Campania

Uno degli eventi più attesi in Campania durante le feste di Natale è lo spettacolo de le “Luci d’Artista” a Salerno. La bella città sul mare, oltre che per le sue spiagge, è da visitare anche in inverno per godere di una atmosfera natalizia raffinata che colora il centro storico e il lungomare con migliaia di luci natalizie ed elaborati disegni luminosi. Quest’anno l’evento così come lo conosciamo non avrà luogo, subirà un ridimensionamento a causa della situazione in corso. Sono stati installati otto pannelli luminosi nei pressi del Quartiere Mariconda grazie al lavoro svolto dalla coop sociale Fili d’Erba.

Manarola è uno dei cinque borghi gioiello arroccati sulle scogliere delle Cinque Terre in Liguria. Qui ogni anno a dicembre viene allestita una suggestiva rappresentazione del presepe posta nel paese e sulle colline che costeggiano la riva. SI tratta di centinaia di sagome e figure luminose di contadini e pastori, angeli, cammelli a grandezza naturale realizzate con materiali riciclati e illuminate da oltre 15.000 lampadine multicolori alimentate da un impianto fotovoltaico. A vegliare su Manarola c'è il profilo luminoso della capanna della Natività posta in bella vista sulla sommità della collina.

  • Trekking sulla neve nel Parco Nazionale della Sila - Calabria

Con un breve viaggio in auto da Cosenza è possibile raggiungere la montagna innevata del Monte Scuro all’interno del Parco Nazionale della Sila, uno dei parchi più antichi e vasti d'Italia. Qui anche durante l’inverno e il periodo natalizio, in accordo alle condizioni meteo, è possibile immergersi dentro uno scenario unico di boschi e montagne incontaminate e innevate. Le escursioni di trekking partono dalla panoramica Strada delle Vette e salgono fino a sfiorare i 2000 metri tra boschi di pini e faggi silenziosi. Se le condizioni lo permettono si può raggiungere il belvedere panoramico delle tre cime di Monte Scuro, Monte Curcio e Monte Botte Donato per godere di una vista suggestiva sulla Sila Grande.

  • Tra i nuraghi della Sardegna

Queste tipiche abitazioni in pietra che risalgono all'età del bronzo, sono sparse in grande quantità su tutta l’isola. Con quasi 8000 unità ne sono divenuti uno dei suoi simboli. Nel Parco della Giara, nel cuore dell’isola, se ne trova uno dei più imponenti e meglio conservati: il Nuraxi su Barumini, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Sullo stesso altopiano si possono anche visitare l’antico villaggio, i pozzi e le capanne che lo circondano, in un contesto inalterato da millenni che testimonia la preistorica civiltà nuragica. Altri importanti nuraghi da segnalare sono il Nuraghe Arrubiu a Orroli, il Santu Antine a Torralba e il piccolo complesso Nuraghe Losa ad Abbasanta.

  • 100 presepi a Roma - Lazio

Tra i simboli più antichi e iconici del Natale c’è senza dubbio il presepe. Da sempre la rappresentazione della natività esercita grande fascino su adulti e bambini, credenti e non. Per passare una giornata di svago con la famiglia nella città di Roma vestita a festa nel periodo Natalizio si può visitare una delle manifestazioni culturali che negli anni è diventata una vera e propria usanza natalizia per i cittadini della capitale: la mostra dei 100 Presepi. Fino a metà gennaio sono esposti presepi di ogni forma, dimensione, materiale e ambientazione provenienti da tutto il mondo e realizzati da artisti ed enti internazionali. Quest'anno, nel pieno rispetto delle misure anti-covid, l'esposizione avverrà nella meravigliosa cornice del Colonnato di Piazza San Pietro.

  • Petralia Soprana, Sicilia

Arroccato nello spettacolare Parco delle Madonie in Sicilia, Petralia Soprana è considerato uno dei borghi più belli dell’isola e merita una visita soprattutto durante il periodo di Natale quando si veste a festa e si colora di luci e istallazioni artistiche sul tema della natività. Natale a Petralia Soprana significa non solo respirare un’atmosfera speciale e rarefatta del comune più alto della provincia di Palermo ma anche godere del paesaggio che va dalle cime innevate dell'Etna alla città di Enna e ai monti e alle vallate dell’altopiano palermitano.

  • Parco naturale del San Bartolo - Marche

Anche a Natale le Marche restano una delle regioni italiane dove sfruttare l’opportunità di immergersi a contatto con la natura in paesaggi da sogno. All’interno del Parco naturale del San Bartolo è possibile camminare o pedalare lungo una suggestiva strada panoramica che si snoda tra i Comuni di Gabicce Mare e Pesaro, toccando borghi incantevoli come Fiorenzuola di Focara. Numerosi sono i sentieri per escursioni tra boschi e costa con vista sul mare d’inverno e nei borghi nascosti che offrono buon cibo ed esposizioni di piccoli presepi disseminati tra i loro vicoli arroccati. 

  • Parco Nazionale del Gran Sasso - Abruzzo

Il Parco nazionale del Gran Sasso regala grandi emozioni anche d’inverno. Per sfruttare la possibilità di attraversarne alcune zone durante il periodo natalizio si dovrà scegliere tra alcuni percorsi e sentieri che si snodano nei boschi e nei paesaggi innevati del parco. Escursioni alla portata di tutti sono possibili negli incontaminati luoghi lontano dalle piste da sci e immersi nel silenzio della natura selvaggia. Munendosi della attrezzatura adatta e delle guide locali si potranno esplorare le aree all’interno del Parco Nazionale della Costa Teatina, nel Parco Nazionale della Majella e nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

  • Borghi e luminarie in Molise

In Molise per restare “uniti ma distanti” in questo insolito Natale si avrà la possibilità di visitare diversi borghi che si sfidano in una gara di luminarie natalizie che coinvolge i cittadini della regione. Luci natalizie e addobbi all’esterno di case e strade renderanno speciale l’atmosfera e offriranno la scusa perfetta per riscoprire alcuni caratteristici borghi molisani quali: Sesto Campano, Conca Casale, Sant’Angelo del Pesco, Roccavivara, Bojano, Roccamandolfi, San Polo Matese, Petrella Tifernina, Cercepiccola, Campodipietra, San Giovanni in Galdo e Toro tra cui scegliere le luminarie migliori.

  • Natale in Valle D’Itria - Puglia

La Puglia è disseminata di numerosi piccoli borghi autentici e ricchi di storia da riscoprire con tutta la famiglia anche durante le festività Natalizie quando si riempiono di luci e atmosfera tipica. In particolare nell’area della Valle d’Itria sono concentrate località incantevoli come la caratteristica Alberobello, Cisternino nella lista dei borghi più belli d’Italia, Ostuni la città bianca, Martina Franca capitale del Barocco pugliese e Ceglie Messapica una delle città più antiche della Puglia che per Natale aumentano il loro fascino grazie a spettacolari decorazioni e luminarie.

  • Bellano e Vendrogno -  Lombardia

Nei pressi di Lecco, sulla sponda est del lago di Como, si trovano i due caratteristici borghi di Bellano e Vendrogno, che costituiscono un’ottima opzione per una gita fuori porta partendo dalla vicina Milano. Sotto le feste di fine anno i due comuni si riempiono di luci e atmosfera tipica del Natale e in più rappresentano un punto di partenza strategico per escursioni intorno al lago e nell’entroterra. Da visitare c’è l’antica gola dell’Orrido scavata nella roccia da torrenti che hanno creato impressionanti grotte profonde e una serie di sentieri che permettono di esplorare la natura nell’entroterra tra cui il Sentiero del Viandante una vecchia mulattiera segnalata che regala panorami unici sul lago di Como.

  • Ciaspolata in Toscana

Per chi fosse rimasto orfano delle piste da sci ma volesse lo stesso restare a contatto con la neve una buona soluzione potrebbe essere provare l’esperienza unica delle ciaspolate organizzate in diverse aree boschive toscane. Dalle Foreste Casentinesi, alla Riserva Naturale dell’Abetone, all’Appennino lucchese si possono trovare diversi sentieri guidati dove sperimentare l’insolito escursionismo con le ciaspole in sicurezza e senza troppa fatica all’interno di aree naturali incantevoli che rendono speciale l’atmosfera natalizia.

  • Presepi a Longiano – Emilia Romagna 

Anche quest’anno malgrado le difficoltà, all’interno della cinta muraria del borgo medioevale di Longiano, in provincia di Forlì-Cesena, si terrà l’atteso evento natalizio: “Longiano dei Presepi”. Si tratta di un percorso tra le vie storiche del centro, nelle chiese, nelle piazze, nei giardini,  dove sono allestiti centinaia di presepi, classici, animati o meccanici e luminarie natalizie di ogni tipologia e provenienza per passare una giornata di svago con i bambini all'insegna della magia del Natale.

  • Natale sul Garda - Veneto

La sponda veneta del Lago di Garda offre l’opportunità di una suggestiva gita fuori porta anche nel periodo natalizio. Si tratta di un’area ideale sia per gli amanti della montagna, grazie alla sua vicinanza alla catena del Monte Baldo dove è possibile praticare trekking, nordic walking e ciaspolate sulla neve, sia per chi vuole visitare i suoi incantevoli borghi come Peschiera del Garda, Malcesine, Bardolino, adornati e illuminati per le feste, sia per chi volesse rilassarsi in uno dei suoi rinomati centri termali.

  • Passeggiate di Natale a Merano – Trentino Alto Adige

Una delle mete più affollate durante ogni periodo festivo di fine anno è sicuramente la città di Merano grazie al suo celebre mercatino di Natale colmo di bancarelle tradizionali e festose. Quest’anno però anche questo storico appuntamento risentirà delle restrizioni delle anti covid e non potrà tenersi come d’abitudine, tuttavia Merano si sta prontamente riorganizzando per celebrare il Natale in modo diverso ma altrettanto intenso. L’intero centro città sarà adornato da migliaia di luci che manterranno inalterata la magica atmosfera del Natale in uno spirito più intimo e spirituale, inoltre sarà possibile prendere parte a delle Passeggiate di Natale a lume di torcia per riscoprire gli angoli più belli e nascosti della città.

  • Villaggi in Val Colvera - Friuli Venezia Giulia

Nella meravigliosa cornice del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane si estende un territorio ricco di boschi, natura incontaminata e borghi montani caratteristici come Frisanco, Andreis e Poffabro che durante il periodo delle feste natalizie si ammantano di una magica atmosfera da villaggio incantato, grazie alle decorazioni, ai tanti presepi esposti e agli alberi di Natale fatti a mano e posizionati ovunque. Inoltre all’interno della Val Colvera è possibile percorre numerosi percorsi di trekking e sentieri innevati per una vera immersione nella natura dolomitica.

  • Passeggiare sulla neve nella Valle di Cogne – Val D’Aosta

Anche con le piste da sci chiuse lo splendido scenario delle montagne innevate della Val D’Aosta regala numerose possibilità di immergersi nella natura e nell’atmosfera nevosa del natale. Nei territori della Valle di Cogne è possibile scegliere di avventurarsi con le racchette ai piedi dentro paesaggi invernali di grande bellezza e sentieri guidati adatti a tutti, dentro aree boschive dove regna il silenzio per vivere un’esperienza nella natura senza uguali.

  • Limone per gli amanti della neve - Piemonte

La bella località piemontese di Limone, nei pressi di Cuneo, è meta ideale per passare un Natale a contatto con la neve anche senza sciare e con una caratteristica atmosfera natalizia. Qui si trovano decine di km di piste innevate di ogni tipo e per ogni difficoltà per fare escursioni a quote elevate senza la necessità di una specifica preparazione atletica e di particolari equipaggiamenti. A ritmo lento si scoprono ambienti silenziosi dove godere di tutta la bellezza del paesaggio locale, percorrendo numerosi sentieri montani con le classiche ciaspole ai piedi con lunghe passeggiate in ambienti incontaminati. 

Autore: Giorgio Calabresi