Idee di viaggio

Cosa fare e vedere a Cetara

Guida al piccolo borgo della Costiera Amalfitana

Cosa fare e vedere a Cetara Shutterstock
5/5

Cetara è un piccolo e meraviglioso borgo della Costiera Amalfitana. Si trova in una piccola e angusta valle che scende verso il mare ed è conosciuto in tutto il mondo per l’antica tradizione marinara (il nome “Cetara” deriva infatti da “Cetaria”, che vuol dire “tonnara”) e per le buonissime alici, esportate ovunque e presidio food di estrema qualità. 

Cetara è bagnata da un mare cristallino e molto pescoso, con spiagge di sabbia e pietroline e un centro storico antico e perfettamente conservato. 

Cosa vedere a Cetara

  • Corso Garibaldi
  • Chiesa di San Pietro Apostolo 
  • Chiesa e convento di San Francesco
  • Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli
  • Torre Vicereale 
  • Marina di Cetara
  • Spiaggia di Lannio 
  • Tramonto a Cetara

Il duomo e gli altri monumenti

Il Duomo di Cetara è una delle attrazioni più significative del piccolo borgo della costiera amalfitana. Lo stile con il quale è costruito è romanico ma l’interno è addobbato con un più lussureggiante e sfarzoso barocco. Gli altri monumenti della cittadina si trovano lungo la via principale, Corso Garibaldi. Qui è possibile ammirare l’antica chiesa di San Pietro Apostolo, con uno lussuoso interno barocco e la cupola decorata con vivaci maioliche. 

Lungo la costa, invece, è situata la grandiosa torre Vicereale di Cetara, antica torre di avvistamento per i nemici che adesso ospita un museo permanente, numerose rassegne artistiche e mostre di pittura.

Le spiagge

Come tutti i borghi affacciati sul mare, una delle attrazioni principali di Cetara sono naturalmente le spiagge. La più famosa e frequentata è quella chiamata Marina, con spazio per prendere il sole e un mare pulito e blu dove fare il bagno. Molto caratteristica è poi la spiaggia accanto al porto, con sabbia e ciottoli e il medesimo mare cristallino. Subito fuori Cetara e precisamente in località Lannio, si trova un’altra spiaggetta molto suggestiva, che si raggiunge percorrendo una scalinata accanto alla torre Vicereale. 

Chi non ama particolarmente la spiaggia o vuole provare qualcosa di diverso, può fittare una barca o un gommone nelle strutture del posto e fare un giro nel mare della costiera amalfitana. Da Cetara, infatti, è possibile arrivare velocemente a Marina di Vietri oppure – facendo un po’ di strada in più - dirigersi verso Maiori, esplorando le tante calette e le spiaggette inaccessibili dalla terraferma. 

La colatura di alici

Non si può passare da Cetara e non assaggiare la famosa (e buonissima) colatura di alici. Questo prodotto è frutto di un antico procedimento che prevede la fermentazione delle alici che vengono poi fatte marinare e da cui fuoriesce un liquido trasparente molto salato, la colatura appunto. Con questo delizioso prodotto si condisce la pasta o gustose insalate. Altro prodotto tipico del borgo della costiera amalfitana è il “cuoppo“: un cartoccio di pesce fritto che contiene, naturalmente, anche le alici. 

Il tramonto, la passeggiata, la sera

Cetara offre ai suoi visitatori un tramonto mozzafiato. Il consiglio è quello di appartarsi per tempo su una delle spiagge cittadine o nelle viuzze vista mare e godere il silenzio dello spettacolo del sole che si “spegne” nel mare, illuminando il cielo con colori pazzeschi. 

Prima o dopo il tramonto si può fare una passeggiata nel centro di Cetara, alla scoperta dei negozietti e delle botteghe che popolano il paese (soprattutto quelli delle ceramiche, altro prodotto tipico della zona) e fare un aperitivo o una cena nei numerosi locali che animano la vita cetarese. 

Autore: Paola Toia

Foto: © Cezary Wojtkowski / Shutterstock

Scopri