Idee di viaggio

Dolci di Carnevale in Italia: nomi e tradizioni

Quali sono i dolci tipici della tradizione carnevalesca in Italia. Iniziate a leccarvi i baffi...

/5

DOLCI DI CARNEVALE IN ITALIA

I dolci, insieme alle maschere, sono l'elemento imprescindibile dei festeggiamenti del Carnevale e così è anche per il Carnevale 2019. I dolci carnevaleschi sono ricette della tradizione popolare che addolciscono le sfilate e le feste, nel clima a base di eccessi e piaceri della vita tipico del Carnevale.

Per la maggior parte i dolci di Carnevale in Italia sono dolci fritti, semplici e fatti di pochi ingredienti, ma grassi e gustosi. Ci sono anche versioni più leggere e ricette simili da fare al forno, ma diciamo che imporsi di non mangiare fritti a Carnevale è un'impresa ardua. 

LEGGI ANCHE: CARNEVALE IN ITALIA

Dolci di Carnevale al forno

Alcune regioni hanno come dolci tipici del Carnevale ricette fatte con farina lievitata e impasto cotto al forno, come la Schiacciata alla fiorentina o il Berlingozzo, entrambi diffusi in Toscana, oppure le Mantovane che sono dolci a base di pasta sfoglia, burro e uova con un ripieno di mandorle, che si mangiano a Carnevale in Piemonte. Sebbene frappe e castagnole fritte siano irresistibili, le versioni con cottura al forno sono più sane ed assolutamente deliziose e da provare. 

GUARDA ANCHE: MASCHERE E COSTUMI DI CARNEVALE

Dolci Carnevale fritti

I dolci fritti restano però il simbolo indiscusso del Carnevale in Italia. I Krapfen, diffusi in Alto Adige, sono palline di pasta lievitata e fritta con un ripieno di crema o di marmellata fatta in casa.

Le Castagnole sono le regine del Carnevale e sono diffuse un po' in tutta Italia. Le Frittole assomigliano alle castagnole e sono tipicamente venziane. Le Frittelle si preparano nel mantovano e i Cragnoli in Molise. Le Zeppole si preparano un po' in tutta la penisola, anche se in certe regioni sono un dolce tipico della festa di San Giuseppe. Le Chiacchiere hanno nomi diversi in ogni regione e città (bugie, cenci, frappe, sfrappe, sfrappole, manzole, crostoli, galani, intrigoni, lattughe, maraviglias, fiocchi, fiocchetti) e poi ci sono gli Arancini di Carnevale (diffusi nelle Marche) e la Cicerchiata che si mangia in Umbria, Marche ed Abruzzo. 

In Abruzzo ci sono i Bocconotti, dolci ripieni di mandorle, cioccolato, mosto cotto. La Pignolata è un dolce molto simile agli struffoli ma dalla forma a pigna, fritta nello strutto e ricoperta di miele, che si prepara a Carnevale in Calabria. In Molise si mangiano le Scorpelle, dolci rotondi e fritti simili alle zeppole. In Sardegna si preparano le Cattas, ciambelle fritte. In Piemonte si preparano i Friciò, frittelle con mele ed uvetta e bugie. 

dolci-carnevale-italia

LEGGI ANCHE: CARNEVALE OFFERTE

Dolci di Carnevale: Nomi Regione per Regione

Dolce di Carnevale Regione
Bocconotto Abruzzo e Puglia
Taralli al naspro Basilicata
Pignolata Calabria
Graffe e Chiacchiere Campania
Scorpelle Molise
Frappe e castagnole Lazio
Scroccafusi, sfrappe, limoncine Marche
Cattas Sardegna
Cicerchiata Umbria
Fritole Veneto


Ricette di Carnevale

Carnevale letteralmente significa "addio carne". Durante i festeggiamenti, secondo una tradizione secolare, si eccede con la carne e con il buon cibo per poi entrare nel periodo di digiuno e privazioni della Quaresima cristiana. Sulle tavole delle varie regioni italiane la tradizione vuole che non manchi il maiale, alimento grasso per eccellenza, proprio come il martedì grasso e tutto il periodo del carnevale.

Ogni regione ha le sue ricette di Carnevale. In Campania si preparano le lasagne carnevalesche ripiene di uova, polpette e formaggio. Ad Ivrea, dove si tiene la famosa battaglia delle Arance, si mangiano i fagioli grassi: un piatto a base di fagioli e maiale. Il piatto carnevalesco della Liguria sono i ravioli conditi con il tocco (sugo di carne) e le braciole di maiale.

In Sardegna si mangia il lardo con le fave che troverete in abbondanza in tutte le manifestazioni del Carnevale Sardo. Le Scrippelle sono tipiche dell'Abruzzo e sono frittatine di farina, uova ed acqua, servite bagnate nel brodo di gallina.

In Puglia si mangiano panzerotti a volontà, ovvero fritti ripieni di carne macinata di maiale.

Dolci di Carnevale Chiacchiere

L'origine delle chiacchiere è antichissima e parte da molto lontano, ancora più lontano del carnevale. Ai tempi dei Saturnali (che è la festa pagana antesignana del Carnevale) le donen romane preparavano dei rettangoli di pasta fritta nel grasso di maiale molto simile alle odierne chiacchiere. L'impasto si ottiene tirando sottilmente un semplice impasto di farina e acqua successivamente fritto e cosparso di zucchero a velo. Si mangiano un po' in tutte le regioni d'Italia anche se ovunque hanno nomi diverse e forme leggermente variabili.

Dolci di Carnevale Castagnole

Le castagnole sono insieme alle chiacchiere il dolce carnevalesco per eccellenza in Italia. Sono delle palline di pasta fritta fatta con farina, burro, scorza di limone, lievito e zucchero. Ovviamente ogni regione ed ogni tavola ha le sue proprie varianti. Ci sono le castagnole alla sambuca, alla ricotta, con il rum o con la crema pasticcera. Ognuno poi potrà divertirsi a sperimentare varianti creative con liquori diversi e ripieni alternativi. E' possibile preparare castagnole al forno, senza glutine o vegane, senza perdere il gusto saporito e prettamente carnevalesco delle castagnole.

Dolci di Carnevale siciliani

La pasticceria siciliana non ha bisogno di presentazioni perché è una delle più celebri e apprezzate della penisola. Accanto ai dolci onnipresenti e rappresentativi della Sicilia (cannoli, frutta martorana, iris, cassate e cassatine) ci sono i dolci tipici del Carnevale. Tra questi oltre alle classiche chiacchiere ci sono la pignolata e le teste di Turco. La pignolata è un piatto di gnocchetti fritti ricoperti di glassa al cioccolata. Le teste di turco nella zona di Scicli si mangiano tutto l'anno e sono dei simil bigné ripieni di ricotta o crema pasticcera.

Dolci del Carnevale Ambrosiano

Il Carnevale Ambrosiano è il Carnevale che si tiene a Milano ed è forse uno dei più grandi e longevi d'Italia, ovviamente accompgnato da dolci tradizionali fatti ad hoc. Le chiacchiere a Milano sono tipicamente cotte al forno. I 'farsòe' sono le zeppole di San Giuseppe che hanno una variante nei 'làciàditt', simili ai bignè fritti ma arricchiti con cubetti di mela nell'impasto a cui si aggiunge la variante con l'uvetta.

Dolci del Carnevale di Venezia

I dolci tradizionale del Carnevale di Venezia hanno un'origine antichissima che fonda le sue radici nella gastronomia delle feste romane. I galani sono simili alle frappe e sono molto sottili. Le frittelle invece sono un impasto di acqua, farina, lievito di birra e uvetta, tradizionalmente fritto nello strutto. In dialetto veneziano si chiamano Fritoe e sono molto simili alle castagnole e sono servite ovunque durante i giorni del Carnevale. 

Scopri