Idee di viaggio

Cascate del Dardagna, il trekking tra boschi fatati

Ecco perché percorrere il sentiero delle Cascate del Dardagna in autunno

Dardagna NATURA Shutterstock
5/5

Non troppo lontano da Bologna c'è un posto che vi consigliamo di raggiungere. Nel cuore dell'appenino bolognese è il luogo perfetto per camminare nella natura e ammirare lo spettacolo del foliage, tra salti d'acqua e foreste di faggi. 

Per le vostre passeggiate del weekend, vi consigliamo una passeggiata nel Parco Regionale del Corno alle Scale per raggiungere le Cascate del Dardagna. In questo angolo di paradiso il torrente Dardagna crea spettacolo, guida il trekking e crea salti in uno scenario fiabesco immerso nei boschi. Ecco come percorrere il sentiero. 

LEGGI ANCHE: CAMMINI IN AUTUNNO

Cascate del Dardagna

L'itinerario alla scoperta delle Cascate del Dardagna, vi farà fare un viaggio in uno dei luoghi più belli e meno conosciuti dell'Emilia Romagna. Immerso in un ambiente naturale fatto di faggete e di boschi di salici, il torrente Dardagna, è il posto che merita una sosta. 

Il torrente crea, lungo il suo corso, sette cascate nel tratto che dal Corno conduce alle Scale fino alla Madonna dell’Acero: proprio in corrispondenza del Santuario della Madonna dell'Acero che crea il suo salto più bello. Un trekking vi condurrà in questo luogo che sembra abitato da elfi. 

Il sentiero che porta alle cascate del Dardagna parte dal santuario di Madonna dell’Acero, qui si trova l'acero secolare dove si narra sia apparsa la Madonna.  Il sentiero CAI 331 vi condurrà alla cascata, da qui potrete tornare indietro o proseguire il cammino risalendo il corso del Dardagna, attraverso il sentiero CAI 333 qui potrete ammirare la potenza dei sette salti del torrente. 

Per maggiori informazioni visitate il sito del Parco Corno alle Scale

Scopri