Idee di viaggio

A Ferrara è tutto pronto per il Buskers Festival

Torna l'appuntamento con la rassegna dei musicisti di strada

Ferrara Buskers Festival FESTIVAL Shutterstock
5/5

Ferrara si prepara a diventare capitale dell'arte di strada. Sta per tornare una nuova edizione, la trentaduesima, del Ferarra Buskers Festival dedicato agli artisti di strada.

Dal 24 agosto a domenica 1 settembre 2019 la città emiliana, diventerà un enorme palcoscenico che accoglierà artisti da tutto il mondo che si esbiranno ogni giorno in giro per la città, per un totale di circa 100 spettacoli al giorno.

Per mantenere fede al senso più profondo dell’essere buskers, a Ferrara non ci sarà nessun biglietto di ingresso e nessun cachet, ogni artista potrà contare solo sul suo cappello. Non dimenticate il cappello degli artisti, le loro custodie e tutto ciò che permette al pubblico di essere coinvolti dallo show, offrendo almeno una moneta. 

(Cecilia Melzess / Shutterstock)

Ferrara Buskers Festival 

Dal 24 agosto al 1 settembre potrete assistere a tantissimi spettacoli che si terranno dalle ore 18 alle 24 in tutta la città. Tutti i giorni, a partire dalle ore 24, l'appuntamento sarà invece il Dopofestival, con i concerti delle Notti Buskers, presso il Castello Estense.

Domenica 1 settembre in occasione della chiusura dell’evento gli spettacoli partiranno alle ore 17 e si chiuderanno alle ore 20. Per concludere, alle ore 21 si terrà un Gran Finale in Piazza Castello. 

  • Come funziona?

Ogni anno vengono selezionati 20 gruppi Invitati, cartello color azzurro, presenti per tutta la durata del festival e nelle anteprime. Rappresentano la maggior parte delle nazionalità e dei generi musicali, in perfetto stile buskers. Alcuni di loro provengono dalla Città Ospite che quest'anno sarà Copenaghen. Vengono poi selezionati i gruppi Accreditati, non solo musicisti, che possono partecipare anche solo un giorno. Il loro cartello è di colore fucsia.

Saranno circa 130 gli spettacoli giornalieri che si svolgeranno tra le strade ferraresi e saranno circa 1000 gli artisti che arriveranno da 25 paesi del mondo. 

Tra gli ospiti sono stati confermati: gli Acoustic Planet, i Berlinskie Samovary, il gruppo folk Hangover Porch Zombies, i Kallidad dall’Australia, La Orquestra Informal, il gruppo rock Loop ‘n Loompa, i Nothing Concrete, i Primo Tempo dalla Svizzera, il Quisquilia String Quartet di musica classica, la band etnica Silaba, gli Strabande, il musicista celtico Tim Scanlan, i Tribubu e l’australiano Ziggy McNeill. Dalla Danimarca invece arriveranno il gruppo folk Broken Moonshine e Joey G & The Whizz Kids. Tra  gli artisti italiani ci sono la musicista rock Diana Lou, Gastòn, Koradan e il gruppo di percussioni Utungu Tabasamu. Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare la pagina ufficiale

Foto

(Cividin / Shutterstock)

(Riccardofe / Shutterstock)

(Cecilia Melzess / Shutterstock)

Scopri