Idee di viaggio

Gli itinerari più belli in Italia per viaggiare in camper a primavera

Tutti i migliori itinerari per chi ama viaggiare in camper a primavera

Primavera in Camper: gli itinerari più belli in Italia per il weekend ITALIA Shutterstock
5/5

La primavera è la stagione dei fiori, delle distese verdi e del sole timido che inizia a fare capolino nelle giornate che si allungano e profumano di buono. È la stagione perfetta per concedersi un weekend fuori porta ma anche una settimana di ferie piene, lontano dalla confusione delle mete turistiche estive, per ricaricare le batterie e staccare dalla routine. 

Ma se le vacanze, anche a causa dell’emergenza sanitaria, non possono più essere prenotate con largo anticipo e non è quindi così semplice trovare prezzi ottimali per le strutture alberghiere o le case vacanze, c’è una soluzione che ci consente di organizzare una vacanza di tutto rispetto anche all’ultimo minuto e di stare a contatto con la natura e le meraviglie del Made in Italy: il camper.

Dal mare della Costiera Amalfitana ai siti archeologici della Sicilia, dalle aree selvagge della Sardegna passando per il relax naturalistico dell’Appennino umbro-marchigiano, fino alla tranquillità del Lago Maggiore: ecco i 5 itinerari più interessanti in Italia per viaggiare in camper a primavera.

GUARDA ANCHE: I CAMMINI PIÙ BELLI DA FARE A PRIMAVERA 

Gli itinerari più belli in Italia per viaggiare in camper a primavera

Se è vero che in estate fa sognare, in primavera non è da meno: Vietri sul Mare, Amalfi, Atrani, Ravello, Positano, Cetara, Maiori, Minori e Sorrento hanno il loro fascino anche nella stagione della fioritura in cui il blu del mare si mescola al fucsia delle buganvillee e al giallo dei limoni. Non c’è un solo centro da visitare, le cittadine marinare in provincia di Salern#mce_temp_url#o sono una più bella dell’altra e hanno diverse caratteristiche, raggiungerle in camper vi permetterà di visitarle tutte senza essere soggetti ad orari di corriere, traghetti e treni. I camping in quella zona sono diversi e si trovano in ognuno dei centri turistici.

Un tour culinario e culturale per attraversare in camper sapori e bellezze della regione degli anfiteatri. Da Messina, passando per Taormina, i Giardini Naxos, Catania, Noto, la Valle dei Templi e Siracusa: un viaggio su ruote, perfetto per assaggiare al volo e in ogni tappa granite, cannoli e arancini. Le strutture attrezzate per camper e tende sono numerose sulla costa orientale e consentono quindi di visitare i siti archeologici più conosciuti d’Italia anche se avete a disposizione una vacanza di pochi giorni. I km da percorrere tra una cittadina e l’altra non sono infatti moltissimi e diverse – e adatte a ogni esigenza e tasca – sono le possibilità di sosta. Il modo giusto per non dover escludere nessuna tappa significativa dal vostro tour siculo.

  • Sardegna selvaggia

Se vi piace l’avventura la regione giusta da visitare in camper è certamente la Sardegna. In tutta la regione sono circa 300 le aree attrezzate per chi viaggia su ruote. In primavera è possibile dedicarsi alla scoperta della vera terra sarda, scegliendo di visitare le isole come Sant’Antioco o quella di Carloforte, optando per un giro a sud nel Sulcis-Inglesiente o lasciandosi affascinare dalle dune di Piscinas nella parte occidentale. Nei pressi di tutte queste zone turistiche si trovano camping in cui sostare, forniti dei maggiori confort per chi desidera viaggiare per le strade della Sardegna anche non in alta stagione.

  • Il monte Catria

Posto sul confine tra Umbria e Marche, il monte Catria è una nota località sciistica e di sci di fondo per la stagione invernale. Ma in primavera, vista l’abbondanza di agriturismi e rifugi e grazie alla presenza sul territorio di diverse scuole federali di equitazione e di ippoterapia, sta diventando una meta adatta per i viaggiatori che amano stare a contatto con la natura. Anche camping e strutture attrezzate per camper e tenda si stanno moltiplicando. È questo quindi il luogo perfetto se si desidera passare un po’ di tempo a respirare aria pulita, attraversando in camper sentieri e boschi e visitando le tipiche grotte.

Vacanza però vuol dire soprattutto relax e tranquillità. E cosa c’è di meglio di qualche giorno al lago per ricaricare le batterie immersi nel silenzio? Il Lago di Garda in camper è un’esperienza che ogni viaggiatore dovrebbe fare almeno una volta. Al confine tra Italia e Svizzera per scoprire Stresa, Arona, Baveno e soprattutto le isole Borromee, che in primavera sonno più affascinanti che mai. 

Autore: Paola Toia

Scopri