Idee di viaggio

Cosa vedere sul lago di Garda

Guida del più grande lago italiano tra cultura mitteleuropea e atmosfera mediterranea

Sirmione WEEKEND Shutterstock
5/5

Il maggior lago italiano è una distesa di blu all’ombra delle Alpi. Circondato dalle colline moreniche a sud e avvolto dalle alte catene montuose che gli conferiscono la forma di un fiordo, il lago di Garda bagna tre regioni italiane, Lombardia, Veneto e Trentino-Alto Adige, offrendo ai viaggiatori un’incredibile varietà di paesaggi. 

Dalle montagne innevate alle verdi colline, dalle isole incontaminate al lungolago dove sorgono incantevoli borghi e antiche cittadine, il lago di Garda è la meta ideale per amanti della natura, dello sport o dell’arte. Tra olivi, palme, cipressi, limoni, oleandri e aranci di una vegetazione mediterranea si nascondono, infatti, aristocratiche ville e palazzi d’epoca che raccontano la storia d’Italia. 

Poeti e politici, santi e dive, nel tempo, sono stati attratti dal lago di Garda dove la cultura mitteleuropea incontra l’atmosfera mediterranea in un tripudio di eleganza, raffinatezza e gusto. 

Cosa Vedere sul Lago di Garda

Catullo la definì “la perla delle isole e delle penisole”, Sirmione oggi continua a esercitare il suo fascino sui visitatori contemporanei. Posta sulla sponda meridionale del lago di Garda, in corrispondenza di una lunga e sottile penisola che divide i golfi di Desenzano e Peschiera, Sirmione gode di ampia fama grazie a scrittori come Catullo, Stendhal, Lawrence e Goethe che ne hanno celebrato le bellezze artistiche e naturalistiche. 

Sirmione custodisce un ricco patrimonio storico e artistico che testimonia il suo glorioso passato. All’estremità della penisola di Sirmione, in una meravigliosa posizione panoramica, potrete vedere i resti della villa romana della prima età imperiale, nota con il nome di Grotte di Catullo. La Rocca Scaligera poi è un castello del XIII secolo che fu base strategica per il controllo del lago. Il castello di epoca scaligera, completamente circondato dalle acque, rappresenta un raro caso di fortificazione destinata ad uso portuale. Da non perdere poi la chiesa di San Pietro in Mavinas che risale all'VIII secolo, e per la sua posizione isolata, era abitata da un eremita. Il centro storico poi si articola in strette viuzze in pietra che offrono suggestivi scorci. Infine, per chi ama camminare consigliamo un bellissimo sentiero panoramico chiamato la passeggiata delle Muse, che parte nei pressi del Castello Scaligero e arriva al Lido delle Bionde. Sirmione, infine, è rinomata per le proprietà curative della sua acqua termale, infatti ospita un importante centro termale. 

  • Desenzano del Garda 

Posta come ad anfiteatro sulla riva meridionale del Lago di Garda, Desenzano è un’incantevole cittadina di epoca romana e una nota località balneare. Il cuore della città sorge intorno a Piazza Malvezzi e al Porto Vecchio, abbellito dai palazzi cinquecenteschi dell’architetto bresciano Giulio Todeschini. Da non perdere la zona archeologica dove potrete ammirare i resti di una grandiosa villa romana del IV sec. d.C. con splendidi pavimenti policromi a mosaico, il museo archeologico, con uno degli aratri più antichi del mondo, la panoramica torre di S. Martino della Battaglia. Vale la pena poi visitare il Duomo, che custodisce preziosi capolavori come "L’ultima cena" di Gian Battista Tiepolo. Infine, il Castello, fondato forse già nell’alto Medioevo e ricostruito nei sec. XIV-XV, che offre uno dei più bei panorami del lago di Garda. Interessante anche Villa Brunati, oggi adibita a Biblioteca comunale multimediale. Se volete esplorare i dintorni di Desenzano, a circa 15 km si trovano il meraviglioso Duomo di Montichiari dedicato a S. Maria Assunta e il castello Bonoris. Desenzano, inoltre, è rinomata per la sua vivacità e per la sua offerta di intrattenimento, soprattutto notturno, per via dei suoi numerosi ristoranti, bar e locali. Desenzano accontenta gli sportivi di ogni tipo che qui possono praticare tutti gli sport nautici, equitazione, tennis e golf. Desenzano dunque è una località turistica adatta a tutti, dai più giovani ai più grandi, dalle famiglie con bambini alle coppie in cerca di romanticismo. 

  • Riva del Garda 

Riva del Garda è il centro principale del Garda Trentino, immersa nella tipica vegetazione mediterranea ai piedi delle Dolomiti di Brenta. La città che nel tempo ha accolto ospiti illustri, come Nietzsche, Kafka, i fratelli Mann, custodisce un patrimonio storico e artistico di grande valore. Da vedere la Rocca, una fortezza del 1124 che è diventata nel Cinquecento dimora dei principi vescovi e poi caserma austroungarica nell’Ottocento, prima di accogliere l’odierno Museo Civico e la Pinacoteca. Non perdete la vista dal mastio. Visitate la torre Apponale, costruita nel XIII secolo a guardia del porto e della piazza, centro antico di commerci e fiere. Dalla sommità si gode di una bellissima vista sulla città e sul lago. Notevoli poi il palazzo Pretorio, che sotto la loggia custodisce lapidi romane, medioevali e moderne, lo storico Palazzo del Comune, la chiesa dell’Inviolata e la chiesa di S. Maria Assunta, due importanti esempi di architettura barocca, infine la centrale idroelettrica, realizzata in riva al lago negli anni '20 su progetto dell'architetto di D'Annunzio, Giancarlo Maroni, già artefice del Vittoriale degli Italiani. Lo sport infine è uno dei principali motivi per cui visitare Riva del Garda dove praticare tutti gli sport nautici, vela e windsurf prima di tutto, ma anche passeggiate, ciclismo, mountain bike, tennis, canottaggio.

  • Tremosine sul Garda

Tremosine è un comune composto di 18 frazioni, di cui solo una in riviera mentre le altre sono sparse su un altopiano che sovrasta il lago di Garda. Di ineguagliabile bellezza panoramica, Tremosine è stato selezionato trai borghi più belli d’Italia. Situato nel cuore del Parco Alto Garda Bresciano, Tremosine offre scenari mozzafiato in cui il paesaggio alpino e quello mediterraneo si fondono. Se volete avere un’idea di questa oasi incontaminata percorrete la strada che corre lungo la profonda forra del torrente Brasa, a volte scavata nella roccia e altre a strapiombo da lasciarvi senza parole. Questa strada panoramica tra le montagne è stata definita da Winston Churchill l’ottava meraviglia del mondo, ed è stata anche il set di uno dei film di James Bond, un gioiello della natura che si può anche visitare di sera con la suggestiva illuminazione. Ma ci sono anche molti altri sentieri dove fare passeggiate a piedi, a cavallo, in mountain bike e per i più audaci c’è l’arrampicata e il torrentismo lungo le forre del fiume Brasa. Ma Tremosine non è solo montagna. Per chi ama gli sport nautici, il pittoresco borgo di Campione del Garda, l’unica frazione situata sulla sponda del lago, per via del clima sempre ventoso è considerato il paradiso del windsurf e della vela. Tremosine, infine, offre rinomati percorsi enogastronomici dove i sapori mediterranei e alpini si incontrano.

  • Limone sul Garda 

Limone sorge su una stretta lingua di terra a ridosso di alte pareti rocciose a nord del Consorzio Lago di Garda-Lombardia. In passato era raggiungibile soltanto via monti o lago e basava la propria economia sulla pesca e sulla coltivazione di olivi e limoni. È infatti il luogo più a nord dove si possono trovare coltivazioni di agrumi, di cui ancora oggi rimane traccia nei pilastri e muraglioni delle limonaie, i tipici giardini in cui si coltivano i limoni. Poi Limone venne collegato ai paesi limitrofi e oggi è diventato uno dei centri turistici più frequentati e attrezzati del Garda, che ha saputo però conservare la sua anima autentica, il fascino del piccolo paese con un pittoresco centro storico e un antico porto di pescatori. Numerosi sentieri nell’entroterra o intorno al lago vi faranno scoprire la sua bellezza incontaminata. 

  • Salò

Salò è conosciuta come capoluogo della Magnifica Patria durante la dominazione Veneta e sede di numerosi ministeri del governo fascista della Repubblica Sociale Italiana. Le tracce del suo passato sono evidenti nell’elegante centro storico, ricco di prestigiosi edifici come il Palazzo della Magnifica Patria, costruito nel 1524, sul progetto di Sansovino, come sede istituzionale della confederazione di trentasei comuni della riviera bresciana del lago di Garda e della Val Sabbia nata per scopi politici e amministrativi nel XIV secolo. Non perdete il Duomo, costruito nel XV secolo in stile tardo gotico, dove sono conservate opere di grande valore artistico e dove si tengono i concerti di musica classica dell’Estate musicale. Oltre all’importanza storica, Salò che sorge sulle sponde del golfo omonimo e in una posizione centrale rispetto alle vie di comunicazione, è considerata un punto di riferimento per la zona. Agli amanti dello sport, infine, Salò offre la possibilità di percorrere numerosi itinerari lungo la collina alle spalle del paese o intorno al lago.

  • Gardone Riviera

A due passi da Salò, si trova Gardone Riviera, un’elegante e rinomata località turistica e balneare, considerata un giardino botanico dove la vegetazione tipica del lago di Garda incontra quella mitteleuropea, mediterranea e sub-tropicale. Sulla sponda del lago sorgono eleganti ville d’epoca e palazzi storici che già da fine ’800 ospitavano una clientela internazionale desiderosa di relax, raffinatezza e benessere. Tra queste da non perdere la neoclassica Villa Alba e il Vittoriale degli Italiani, la monumentale cittadella e dimora di Gabriele d’Annunzio che comprende un complesso di edifici, vie, piazze, un teatro all’aperto, giardini e corsi d’acqua costruiti tra il 1921 e il 1938. Il Vittoriale degli Italiani oggi è sede di un prestigioso museo. Non perdete poi il giardino botanico Hruska, ora Fondazione Andrè Heller, con centinaia di specie vegetali provenienti dai cinque continenti. Tra la natura rigogliosa, l’atmosfera sofisticata e il panoramico lungolago, Gardone Riviera offre, inoltre, una stagione estiva ricca di eventi culturali e musicali. 

  • Garda 

Garda è la località che diede il nome al lago, prima conosciuto come Benàcus o Benàco. Il nome Garda viene dalla parola tedesca "warte" (guardia, vedetta) e si riferisce alla fortezza, che nel Medioevo era uno dei più importanti punti di osservazione e di cui oggi rimane solo una rovina. Situata sulla riviera degli Ulivi, Garda è una delle località turistiche più amate della sponda veneta del lago. Il suo centro storico ha mantenuto intatto il fascino della città medievale con piccole casette colorate e stretti vicoletti. Sulle sue rive poi si trovano eleganti ville e palazzi, tra i più belli il Palazzo dei Capitani, Villa Alberini, Villa Canossa e l'Eremo di San Giorgio sulla Rocca. Da non perdere poi il Chiostro della Pieve, una delle chiese più antiche della zona, ma vale la pena visitare anche la chiesa di Santa Maria Assunta e la chiesa di Santo Stefano. Garda vanta, inoltre, importanti musei come quello ospitato nella Casa del Podestà Ugo da Como, preziosi siti archeologici nei dintorni della città, le cui prime testimonianze risalgono al Paleolitico medio, ma anche interessanti mercatini dell’antiquariato. Garda, infine, è una tranquilla cittadina dove fare passeggiate a piedi o in bicicletta intorno al lago e vicino al caratteristico porto, o godersi semplicemente il tramonto sorseggiando un aperitivo in un caffè sulla spiaggia. Non dimenticate di spingervi fino alla Punta San Vigilio, una suggestiva penisola che rappresenta la quintessenza del Garda. Una cappella, una villa quattrocentesca, un piccolo porto e la meravigliosa Baia delle Sirene compongono lo scenario perfetto per un pranzo o una cena romantici tra acqua, cipressi e silenzio. 

  • Tignale

Situato su un verdeggiante altopiano ricoperto di ulivi e frutteti, tra panorami mozzafiato e terrazze a picco sul lago, Tignale è un comune composto da sei incantevoli frazioni, tutte collegate tra loro attraverso una bellissima strada panoramica. Da una parte vedrete l’aspra forra del torrente S. Michele, dall’altra i caratteristici terrazzi che si estendono da Piovere a Oldesio, coltivati ad ulivi; nell’entroterra prati, boschi, ampie vallate; sulle sponde del lago, a ridosso delle pareti rocciose, il piccolo porto dove si trova la suggestiva limonaia del Prà del la Fam, ora adibita a museo, dove è possibile ancora osservare le diverse fasi dell’antica coltivazione di agrumi. Tignale, dunque, è la meta ideale per trascorrere una vacanza immersi nella natura incontaminata della montagna bresciana per dedicarsi agli sport acquatici grazie al vento amato da surfisti e velisti. Tignale per la sua posizione strategica, inoltre, ha avuto una storia avventurosa e spesso contrastata che si può scoprire al Museo - Centro Visitatori Parco Alto Garda Bresciano. Da non perdere poi il Santuario della Madonna di Monte Castello, incastonato in cima a un picco roccioso a strapiombo sul lago da cui godere di un panorama mozzafiato. Il santuario è meta di pellegrinaggio dalla grande bellezza architettonica e artistica.

  • Malcesine 

Sulla riva veneta del lago di Garda sorge Malcesine, un comune di origine medievale dove la vegetazione mediterranea incontra un paesaggio prettamente alpino. Se intorno al lago si passeggia tra oleandri e oliveti basta prendere una funivia che in 10 minuti vi porta a 1800 metri sul Monte Baldo, da cui si apprezza davvero la straordinaria posizione di Malcesine. Chiamato l’orto botanico d’Italia, il Monte Baldo d'estate è punto di partenza per passeggiate ed escursioni, voli in parapendio o discese in mountain bike, mentre d’inverno ospita piste da sci con una spettacolare vista sul lago di Garda. Non perdete chiaramente una visita del centro storico dove spicca il palazzo dei Capitani. 

Sulla sponda orientale del Lago di Garda, in provincia di Verona, fate tappa a Bardolino un tranquillo borgo sul lago che si trova in una posizione particolare, allo sbocco di due torrenti, su due punte sabbiose. Merita una sosta per ammirarne l'architettura e per visitare le cantine famose per il Bardolino DOC.

  • Peschiera del Garda

A pochi chilometri da Verona, Peschiera del Garda è un incantevole borgo lacustre dal grande patrimonio artistico. Girovagate per il grazioso centro storico di Peschiera del Garda e poi visitate la fortezza di Peschiera del Garda, o Rocca, racchiusa in un’imponente cinta muraria a forma pentagonale, risalente al Cinquecento, con bellissimi bastioni e imponenti porte d’accesso. Vale la pena visitare il cinquecentesco Santuario della Madonna del Frassino, meta di pellegrinaggio per migliaia di fedeli. Una delle zone più suggestive è quella del ponte pedonale, che attraversa il canale esterno della fortezza. Ma Peschiera offre anche momenti di pace e relax nella natura, come nell’oasi del laghetto del Frassino o nella vallata del Mincio. Gli enologi ed enofili dovrebbero esplorare poi il territorio che da Peschiera giunge alla penisola di Sirmione, chiamato Lugana, noto per la produzione del vino omonimo, che si abbina particolarmente bene con alcuni piatti tipici della tradizione gardesana come i bigoli con le sarde, le sarde in saor e il risotto con la tinca.

  • L’isola del Garda e le altre isole 

L’isola del Garda, conosciuta anche come isola Borghese, è la più grande delle isole sul Lago di Garda e si trova a circa 200 metri dalla costa, nel territorio di San Felice del Benaco. L’isola è di proprietà dei conti Cavazza che l’hanno aperta a visite guidate ed eventi. Da non perdere sull’isola una visita alla villa Ferrari, uno straordinario esempio di villa in stile neogotico veneziano, progettata dall'architetto Luigi Rovelli nei primi del '900. Il monumentale palazzo affacciato sul lago di Garda vanta, tra le altre preziose opere, una bellissima tela settecentesca di Carlo Carloni. Ai suoi piedi terrazze e giardini all'italiana digradano fino al lago tra piante rare e fiori unici. 

L’isola che oggi si raggiunge facilmente in battello, era già stata abitata dai romani, come testimoniano le lapidi e i resti di templi votivi qui ritrovati, poi diventata rifugio di pirati e importante centro ecclesiastico, dove San Francesco di Assisi fece costruire un piccolo eremo. Nel corso dei secoli l’isola ha avuto diversi proprietari e ha visto molti ospiti illustri tra cui oltre Dante Alighieri, Sant’Antonio da Padova e Adelaide Malanotte, interprete principale delle opere di Rossini.

Le altre isole del lago di Garda sono l’isola di San Biagio, più comunemente nota come isola dei Conigli, la selvaggia isola dell’Olivo di fronte la costa veneta, l’isola del Sogno, molto frequentata dai sub, e l’isola di Trimelone, che fu avamposto bellico per la sua posizione tattica vicino al confine con l’Impero austro-ungarico. Le cinque isole del lago di Garda sono paradisi per gli amanti della natura, della nautica e delle immersioni, che si possono visitare in un solo giorno. 

  • Gardaland e gli altri parchi sul lago di Garda 

Il lago di Garda offre anche una serie di parchi divertimento tematici e adatti a tutta la famiglia. Il più famoso e grande è Gardaland, con oltre 35 attrazioni per grandi e piccoli, situato a Castelnuovo del Garda, sulla sponda veneta. Movieland, invece, è il parco dedicato al mondo del cinema con spettacoli, animazioni e ricostruzioni di set cinematografici. Caneva Aqua Park è il parco acquatico con piscine, scivoli e giochi d’acqua. Entrambi i parchi si trovano a Lazise sul Garda, in provincia di Verona. 

Il Parco Natura Viva a Pastrengo, invece, è un giardino zoologico con più di 1.500 animali provenienti da tutti i continenti, che comprende il Parco Safari con mammiferi e uccelli africani, un acquaterrario e un‘area completamente dedicata ai dinosauri. La maggior parte dei parchi si trova in provincia di Verona e sono aperti di solito da aprile a fine ottobre. 

  • Le Marmitte dei Giganti sul lago di Garda 

Le Marmitte dei Giganti sono degli enormi pozzi glaciali che si sono formati dalle acque di fusione del ghiacciaio che, precipitando nei crepacci, provocavano un moto vorticoso di ciottoli che hanno lentamente eroso la roccia. Le Marmitte dei Giganti sono un vero spettacolo della natura e si trovano, insieme ad altri monumenti glaciali, nei pressi della strada panoramica che collega Nago a Torbole. Non perdete questo bizzarro canyon dal paesaggio lunare che fu abitato in epoca preistorica, come testimonia il ritrovamento di ceramiche e punte di freccia. 

Itinerari ed escursioni intorno al lago di Garda

Il lago di Garda offre spettacolari panorami da apprezzare meglio camminando sul lungolago o percorrendo sentieri tra boschi, montagne e colline. 

Ecco alcuni itinerari per trekking con vista sul lago di Garda: 

  • Anello di Campione del Garda: giro ad anello che risale la Valle San Michele e la forra omonima, che offre interessanti panorami sul lago di Garda e il Monte Baldo
  • Sentiero del Ventrar: un sentiero a picco sul lago di Garda, considerato uno dei più belli d'Europa. Consigliato a escursionisti esperti.
  • Ascesa al Monte Telegrafo: escursione sul Monte Telegrafo da cui ammirare tutto il lago di Garda.
  • Sentiero delle Vipere – Corna Piana: itinerario attraverso la riserva naturale di Corna Piana sul Monte Baldo.
  • Rocca di Garda: passeggiata nel bosco fino al promontorio della Rocca di Garda, con vista panoramica sul lago di Garda. 
  • Ascesa al monte Bestone da Tremosine: semplice escursione sul monte Bestone attraverso un sentiero panoramico con vista sul lago di Garda.
  • Visita al santuario di Montecastello di Tignale: facile itinerario che porta al santuario di Montecastello, a strapiombo sul lago di Garda.
  • Ferrata Gerardo Sega: ferrata suggestiva per gli scorci panoramici, ma difficile, sul Monte Baldo.
  • Alla Colma di Malcesine sul Monte Baldo: facile passeggiata sul Monte Baldo fino alla Colma di Malcesine, uno spettacolare punto panoramico sul lago di Garda.
  • Percorso nella Valle delle Cartiere: facile itinerario nella Valle delle Cartiere, dove la natura ha ripreso il sopravvento sulle vecchie fabbriche di carta.
  • Sentiero natura Sommavilla: itinerario impegnativo lungo una vecchia mulattiera, con vari punti panoramici sul lago di Garda.
  • Dall’eremo di San Valentino a Cima Comer – Gargnano: escursione dall'abitato di Sasso fino a Cima Comer, con vista sul lago di Garda da Malcesine fino a Sirmione.

 

Meteo, quando andare

Il periodo migliore per visitare il lago di Garda sono i mesi di giugno, luglio, agosto e settembre quando le temperature estive consentono numerose attività, dagli sport d’acqua alla visita dei borghi, e la programmazione di eventi è più ricca. Ma anche la primavera quando la natura si risveglia è un buon periodo per un vacanza tranquilla. 

Il lago di Garda comunque è una meta adatta ad ogni periodo dell’anno. Il clima particolarmente mite di tipo mediterraneo caratterizza la regione del lago di Garda, quindi anche l’inverno di solito non è mai gelido, e le nevicate e il ghiaccio sono rari. 

Il video delle cose da fare sul lago di Garda

Ecco cosa c'è da scoprire assolutamente

Mappa e cartina

Autore: Francesca Ferri

    Domande & Risposte
  • Quali sono i borghi più belli sul Lago di Garda?
    I più bei borghi sono: Malcesine, Desenzano del Garda, Riva del Garda, Limone sul Garda, Gardone riviera. Scopri tutto 
  • Quanto è profondo il Lago di Garda?
    346 metri
  • Dove fermarsi sul lago di Garda?
    Punta San Vigilio, Malcesine, Riva del Garda, Tremosine, Sirmione 
Scopri