Idee di viaggio

Cosa vedere a Frosinone

Tutto quello che devi sapere per visitare Frosinone e dintorni

Isola del Liri WEEKEND Shutterstock
5/5

Frosinone è una città con una forte valenza commerciale ed industriale e la città bassa, che si sviluppa intorno a quella alta (con il centro storico e i monumenti sopravvissuti al disastroso terremoto del '300) non ha molto da visitare.

I suoi dintorni invece meritano più di una visita, tra borghi medioevali, valli verdeggianti, torrenti, cascate e castelli. Frosinone infatti è la capitale della Ciociaria e nella sua provincia comprende alcuni dei posti più belli del Basso Lazio.

Cosa vedere a Frosinone

Il centro storico di Frosinone si trova sulla sommità della collina che guarda dall’alto la piana del Sacco ed è circondata dai monti Ernici e dai Lepini.

La Cattedrale di Frosinone (Cattedrale di Santa Maria Assunta) è la chiesa più importante del capoluogo e merita una visita all'interno. Nel museo archeologico comunale sono custoditi alcuni dei resti della Frosinone medioevale, distrutta da un terribile terremoto, insieme ai reperti della Frosinone romana. Ai piedi della città vecchia ci sono i resti dell'anfiteatro romano, delle terme e delle abitazioni. Gli scavi dell'anfiteatro, alla luce sotto i pilastri di un palazzo del XXI secolo, sono visitabili. 

Il Palazzo della Provincia è un palazzo in stile Neoclassico degli anni 30 che custodisce al suo interno la celebre Danzatrice, un'opera in bronzo del primo Novecento di Amleto Cataldi, lodata da Rodin. Nelle sale dei piani superiori sono custodite le opere d'arte di Umberto Mastroianni, di Renato Guttuso, del Cavalier d'Arpino, di Aldo Turchiaro e Giovanni Colacicchi, come in una pinacoteca contemporanea. 

Il Parco delle Colline e il giardino all’italiana della Villa Comunale "Contessa De Matthaeis" sono i posti perfetti per fare una passeggiata all'aperto a Frosinone. Il Parco delle Colline, un tempo conosciuto come Parco dei funari, perché ospitava le attività degli artigiani delle funi, ospita oggi il festival "delle Colline" con musica e artisti internazionali. 

Dintorni di Frosinone

Come dicevamo più su, è nei dintorni di Frosinone che si concentrano le bellezze più incantevoli della provincia. Nella zona ci sono numerosi castelli, di solito in alto sopra i borghi medioevali, come il castello di Ausonia, Isola del Liri o Vicalvi. Il castello di Fumone è uno dei più belli e meglio conservati insieme al castello di Ceccano.

La Via dei Lupi in bicicletta è un percorso attraverso gli Appennini che parte dalla provincia di Frosinone e arriva in Abruzzo, adatto solo ai ciclisti esperti ma percorribile anche per brevi tratti. Il Tracciolino è una strada sterrata chiusa al traffico da percorrere a piedi alla scoperta di un paesaggio straordinario a picco su un fiume e fino ad un piccolo santuario. 

Isola del Liri è uno dei paesi più belli della provincia di Frosinone. Sorge lungo il fiume Liri che, accanto al castello, in pieno centro storico, forma una cascata spettacolare. La Grande Cascata è un salto di ventisette metri e poi ce n'è una seconda, meno spettacolare, che è la Cascata del Valcatoio, formata dal braccio destro del fiume Liri. Isola del Liri si trova a circa mezz'ora d'auto da Frosinone.

  • Anagni

Anagni è conosciuta come la città dei Papi, perché nel corso dei secoli ha dato i natali a ben quattro papi. Nella sua Cattedrale è custodito un ciclo di affreschi preziosssimo, considerato la Cappella Sistina del Medioevo. Visitate il duecentesco Palazzo di Bonifacio VIII, Casa Barnekow dove pare sia passato anche Dante Alighieri e, ovviamente, la Cattedrale.

  • Fumone

Il piccolo borgo di Fumone si chiama così perché sulla sommità del cono di roccia che sovrasta il paesino c'è un castello, il castello di Fumone. Durante il medioevo era un'importante torre di avvistamento che segnalava a Roma, attarverso una fumata, la presenza di incursori sulla via Casilina in direzione dell'urbe. Il castello conserva il giardino pensile più alto d'Europa che può essere visitato insieme al piano nobile recentemente aperto al pubblico. 

  • Abbazia di Casamari

L'Abbazia di Casamari, a due passi da Veroli, è uno degli esempi più belli di architettura gotica cistercense in Italia. A Veroli si trova anche la Biblioteca Giovardiana, una delle più antiche del Lazio con centinaia di manoscritti, incunaboli, miniature e disegni. L'arredo e la struttura architettonica è ancora quella del '700. 

  • Ferentino

A Ferentino ci sono possenti mura poligonali di blocchi di roccia enormi che fanno pensare ad una nascita della città precedente di 300 anni la fondazione di Roma. Anche ad Arpino, più in alto rispetto al borgo, ci sono le mura ciclopiche e valgono assolutamente una visita. Le terme di Pompeo, a Ferentino, erano conosciute già al tempo dei Romani ed oggi ospitano uno stabilimento termale privato.

  • Fiuggi

La zona termale più importante della provincia di Frosinone è quella di Fiuggi. Alle pendici del paesino medioevale c'è l'area termale vicino alla quale sorge il Palazzo della Fonte, inaugurato nel 1913 in stile Liberty, è stato uno dei migliori hotel d’Europa.

  • Montecassino

L'abbazia di Montecassino è una delle abbazia più belle ed importanti di Italia. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu pesantemente danneggiata e poi fedelmente ricostruita negli anni 50 del secolo scorso. Visitate il chiostro e la cripta con i suoi stupendi mosaici dorati. Nella biblioteca ci sono libri antichi e manoscritti, mentre nella Sala Benedetto è esposta la Natività di Sandro Botticelli.

Paesi da vedere in Ciociaria

San Donato Val di Comino è uno dei borghi più belli di Italia e la porta di ingresso al Parco Nazionale del Lazio Abruzzo e Molise dal lato laziale. 

Poi ci sono Pico, Aquino, Campoli Appennino, Collepardo con le sue doline che sembrano scavate dal diavolo in persona, Filettino, Guarcino, Trevi nel Lazio e Vico nel Lazio. Qui trovate tutti i borghi più belli del Lazio

Cosa vedere nel Lazio

Mappa e cartina

Scopri