Idee di viaggio

I Laghi più belli del Lazio

Ecco perché valgono una visita

Laghi del Lazio: i più belli da visitare LAGHI Shutterstock
5/5

Vulcanici come Bracciano, Albano, Bolsena e Vico, di origine carsica come il Lago di Duchessa o artificiali come il lago del Salto e quello del Turano. Il Lazio è una delle regioni italiane con più laghi disseminati sul suo territorio. 

In ognuna delle sue cinque province si trovano un gran numero di laghi spettacolari immersi nella natura, dominati da borghi e castelli medioevali, protetti all’interno di riserve naturali, nascosti tra i boschi o al centro dei flussi turistici con spiagge attrezzate e la possibilità di praticare sport acquatici e bird watching. 

Una varietà tale di offerte e paesaggi da rappresentare un’ottima alternativa alle più affollate mete di mare e montagna sia per una gita di un giorno sia per una vacanza all’insegna di natura e relax.

I laghi più belli del Lazio 

  • Lago di Bolsena
  • Lago di Vico
  • Lago Lungo e Lago Ripasottile
  • Lago di Bracciano
  • Lago di Martignano
  • Lago del Turano
  • Lago del Salto
  • Lago di Albano
  • Lago di Nemi
  • Lago di Posta Fibreno

Il Lazio può vantare un territorio dove natura e storia trovano il loro punto d’incontro sulle sponde dei suoi magnifici specchi d’acqua dolce, tra importanti testimonianze di resti etruschi e ville romane, castelli e ville antiche perfettamente inserite in contesto paesaggistico di grande rilievo tutelato da oltre 70 riserve e oasi protette che mantengono integro un grande patrimonio di biodiversità ambientale.

GUARDA ANCHE: I BORGHI PIÙ BELLI DEL LAZIO

Conoscere i laghi più belli del Lazio vuol dire quindi avere la possibilità di andare alla scoperta di luoghi incantevoli, di rilassarsi nella natura, di fare escursioni nel verde e sport all’aria aperta o lunghi bagni rigeneranti nelle loro acque limpide e balneabili.

Vediamo quindi una serie di suggerimenti sui laghi da visitare nel Lazio, perfetti per weekend e gite fuori porta

Lago di Bolsena

Iniziamo il nostro viaggio tra i laghi più belli del Lazio dalla parte settentrionale della regione, nella provincia di Viterbo, dove si trova il lago vulcanico più grande del Lazio e d’ Europa, il lago di Bolsena. La sua caratteristica forma ellittica si allunga su un perimetro di 43 chilometri, tocca alcuni borghi tra i più suggestivi della zona come Bolsena, Marta con il suo porto di pescatori, Capodimonte col suo centro medioevale ed è nei pressi di Grotte di Castro, Gradoli e del panoramico Montefiascone. Dalle sue acque limpide e balneabili emergono le due piccole isole di Bisentina e Martana, che offrono lo spunto anche per organizzare una gita in barca con una delle compagnie locali e magari concedersi un bagno al largo. Intorno alle sponde del Lago di Bolsena si trovano diverse strutture ricettive e camping nel verde che danno la possibilità di praticare divertenti sport acquatici o di rilassarsi in comodità a riva.

Lago di Vico

Restiamo nella provincia di Viterbo per visitare un altro lago di origine vulcanica: il Lago di Vico. Situato nel comprensorio dell’area naturale protetta dei Monti Cimini a oltre 500 metri di altitudine, quello di Vico è considerato uno dei laghi più affascinanti del Lazio e d’Italia grazie alle sue acque limpide e all’ambiente naturale che lo circonda. Intorno alle sue sponde si trova una grande varietà di ecosistemi come canneti, paludi e splendide faggete con una ricca rappresentanza di specie animali e vegetali. Facilmente riconoscibile per la sua forma a ferro di cavallo il lago di Vico è anche base di partenza per esplorare alcuni borghi caratteristici della zona come la piccola Caprarola dove spicca Palazzo Farnese, San Martino al Cimino e Ronciglione, dove respirare un’atmosfera tranquilla e mangiare i piatti della tradizione locale.

Lago di Bracciano

Forse il più famoso tra i laghi del Lazio è quello di Bracciano, da sempre al centro dell’interesse di turisti, amanti della natura e dello sport all’aria aperta. Situato nell’omonimo comune tra Roma e Viterbo,  il lago di Bracciano è soprattutto noto per la sua scenografica posizione in prossimità dell’imponente Castello Orsini-Odescalchi oggi visitabile con visite guidate o in eventi di livello. Con una superficie di circa 60 km2 e una profondità di 165 metri il lago offre la possibilità di rilassarsi con tutta la famiglia sulle sue spiagge attrezzate rifrescate dall’ombra di salici e pioppi o di praticare numerosi sport acquatici sulle sue acque. Molto piacevole è anche passeggiare o pedalare sul lungo lago per ammirarne i diversi scorci del suo patrimonio naturale per poi spostarsi alla volta dei borghi circostanti come Bracciano, Trevignano Romano e Anguillara Sabazia.

Lago di Martignano

Non lontano da quello di Bracciano troviamo un altro specchio d’acqua di dimensioni più ridotte ma dal grande fascino: il Lago di Martignano. Nascosto all’interno dell’area protetta del Parco naturale regionale, questo piccolo gioiello è totalmente immerso nella natura senza alcun centro abitato o strada percorribile a ridosso delle sue rive, tanto che per arrivarci è attivo un servizio di navetta. Questo lo ha preservato incontaminato e protetto nel pieno rispetto del suo ambiente naturale che oggi regala emozioni e grande tranquillità a chi lo visita. Le sue acque limpide sono balneabili e a riva si può scegliere se usufruire dei servizi delle spiagge attrezzate o sostare sugli spazi liberi tra alberi e verde.

Lago del Turano

In provincia di Rieti all’interno della riserva naturale ai piedi del Monte Navegna troviamo il lago artificiale di Turano caratterizzato da una fitta vegetazione boschiva, borghi medievali circostanti e acqua cristallina. Le insenature e le spiaggette presenti sulle sue sponde sono ideali tanto per chi vuole godersi un po’ di relax nel verde quanto per chi ama praticare sport e attività all’aria aperta, da qui partono anche diversi percorsi di trekking che si inerpicano sul Monte Navegna fino alla sua cima panoramica a 1506 metri. Negli immediati dintorni invece si possono visitare antichi borghi come Ascrea e Paganico Sabino e soprattutto Colle di Tora e Castel di Tora con i suoi scorci panoramici, i vicoli acciottolati e grotte scavate nella roccia.

Lago del Salto

Il lago di Salto come quello vicino di Turano è di origine artificiale, il più grande d’Italia nel suo genere. Le sue sponde sono ricche di boschi di querce e castagno con scorci panoramici sulla natura selvaggia del luogo. Una caratteristica particolare del lago è il grande numero di suggestive insenature simili a fiordi presenti lungo le sue rive con piccoli ponticelli che le attraversano. Le spiagge attrezzate richiamano bagnanti e famiglie e sono facilmente raggiungibili dai paesi limitrofi come Fiumata e Borgo San Pietro. Quest’ultimo è un borgo caratteristico che vanta anche una spiaggia sul lago nel suo centro abitato con magnifici punti di vista sullo specchio d’acqua e sulle montagne che lo circondano.

Lago di Albano

Il lago di Albano noto anche come Lago di Castel Gandolfo, è il lago vulcanico più profondo d’Italia con i suoi 170 m di profondità e nasce dall'unione di due crateri. Si tratta di una delle attrazioni naturali più amate e frequentate nel territorio dei Castelli Romani e dei Colli Albani grazie ai suoi paesaggi suggestivi, spiagge attrezzate, itinerari nella natura, possibilità di praticare sport e numerosi punti di ristoro che servono le specialità locali. Lungo le sue coste si possono visitare rilevanti siti archeologici di era preistorica e romana come il Villaggio delle Macine o il magnifico complesso della villa di Domiziano. In posizione dominante sul lago si trovano i borghi di Albano laziale e Castel Gandolfo noto anche per essere residenza estiva dei papi con grandi giardini ornamentali visitabili con visite guidate.

Lago di Nemi

Nella lista dei laghi più belli del Lazio non può mancare il piccolo lago vulcanico di Nemi nel territorio dei Castelli Romani. Poco distante da Roma e situato a ridosso del caratteristici borghi di Nemi e Genzano il lago vanta un ambiente selvaggio e fitta vegetazione con boschi di querce e castagni con diversi sentieri che si snodano tra i vigneti attraverso importanti siti archeologici come i resti del Tempio di Diana e l'Emissario del lago. Oltre a degustare le rinomate fragoline di Nemi magari su una delle terrazze panoramiche che dal borgo affacciano sul lago, non si deve perdere l’occasione di visitare il prestigioso Museo delle Navi Romane

Laghi Lungo e Ripasottile

Poco conosciuti ma altrettanto spettacolari sono i laghi Lungo e Ripasottile all’interno dell’omonima Riserva naturale protetta situata in provincia di Rieti. Di piccole dimensioni i due laghi nascono in una zona umida e pianeggiante ideale per la pratica del birdwatching grazie alla presenza di numerose specie di volatili. L’ambiente selvaggio e immerso nella natura si presta bene ad essere esplorato tra canneti e boschi rigogliosi che regalano scorci suggestivi. Da visitare c’è anche il territorio della “Valle Santa” dove sono dislocati i quattro santuari francescani di rilievo.

Lago di Posta Fibreno

Anche la provincia di Frosinone regala uno dei laghi più belli e selvaggi della regione Lazio: il Lago di Posta Fibreno. A poca distanza dal comune di Sora, immerso nel contesto naturale alle pendici dell’Appennino Laziale, questo specchio d’acqua è tutelato dalla Riserva naturale di Posta Fibreno per la sua grande varietà di flora e fauna e per i suoi paesaggi silenziosi e incontaminati ideali per lunghe passeggiate lontani da tutto.

Autore: Giorgio Calabresi

Scopri