Idee di viaggio

Cosa vedere a Latina

Tutto quello che devi sapere per visitare Latina e dintorni

Ninfa WEEKEND Shutterstock
/5

Latina è la più grande tra le città di fondazione del Lazio meridionale. Costruita durante il fascismo dove un tempo c'era la palude pontina (una distesa enorme di foresta e piscine conosciuta come l'Amazzonia d'Italia) è una città interessante per chi ama l'architettura razionalista, ma soprattutto sono i suoi dintorni ad essere interessanti. 

La provincia di Latina conta isole paradisiache (le Isole Pontine), laghi costieri, un parco nazionale (il Parco Nazionale del Circeo), resti romani e preistorici.

Cosa vedere a Latina

Cosa vedere a Latina città? Un giro nella città di Latina parte da Piazza del Quadrato, ovvero la prima piazza costruita a Littoria dove ha sede l'ex Opera Nazionale Combattenti, ora Museo della Terra Pontina (aperto tutte le mattine, esclusi i lunedì e la domenica solo su prenotazione; il pomeriggio solo di mercoledì e venerdì dalle 15:00 alle 18:30).

In Piazza dei Bonificatori c'è una colonna sormontata da un leone di bronzo donato dalla città di Venezia.

Piazza del Popolo è il vero centro cittadino con la Torre Civica e la fontana con la sfera che dà il nome ufficioso alla piazza, conosciuta dagli abitanti di Latina come la piazza della palla.

In Piazza della Libertà campeggiano ancora i simboli del fascismo con le iscrizioni sul Palazzo del Governo di Plinio il Vecchio e di Mussolini e la fontana che riceve l'acqua da fasci di spighe di grano. 

Palazzo "M" (ex Casa del Fascio) formava con l'ex Caserma G.I.L. il Foro Mussolini, rimasto incompiuto. La torre centrale, distrutta durante la guerra, era progettata per sembrare un'aquila gigante. 

Corso della Repubblica è il viale principale di Latina dove si trovano i negozi ed i portici e dove fare una passeggiata la sera. Tra via Neghelli e via Mascagni c'è la cosiddetta via dei pub, che è la vera zona della movida a Latina. 

Video: cosa vedere a Latina

Dintorni di Latina

Nei dintorni di Latina si trovano alcuni dei posti più belli del Lazio, facili da visitare partendo da Roma e da Napoli.

Il giardino di Ninfa è un giardino botanico costruito sulle rovine di una città medioevale abbandonata. Piante esotiche e rare crescono sui ruderi e intorno ad un fiume trasparente e scenografico: il fiume Ninfa. Di frone al giardino c'è il Parco di Pantanello: un parco che riproduce l'ambiente naturale della palude pontina tra stagni, piscine e boschi.

  • Lago di Fogliano

Il lago di Fogliano è un vero paradiso per gli amanti del birdwatching. Ci sono aironi cinerini, garzette, cicogne e in rare occasioni anche i fenicotteri rosa. Sulle sponde del lago c'è una villa con un giardino botanico da visitare e la casina di caccia inglese, costruita per le battute di caccia reali dei primi del '900.

  • Lago di Paola

Il Lago di Paola, insieme al lago dei Monaci, di Fogliano e di Caprolace, è l'altro lago costiero della provincia di Latina. Durante il II secolo d. C. le sue sponde erano popolate di ville romane e stabilimenti termali. La villa dell'Imperatore Domiziano era la residenza più grande ed importante. 

  • Parco Nazionale del Circeo

Il Parco Nazionale del Circeo è uno dei parchi più piccoli d'Italia, ma nel suo piccolo territorio sono custoditi ambienti naturali eterogenei e tesori archeologici e paesaggistici. Il Parco del Circeo comprende l'isola deserta di Zannone, i 4 laghi costieri di Paola, Caprolace, Monaci e Fogliano, gli ambienti paludosi vicini (i pantani dell'Inferno, le piscine della Verdesca e i pantani di Cicerchia), l'enorme bosco di Pianura di Sabaudia e il promontorio del Circeo, con la sua dose di grotte marine, sentieri naturalistici e panorami mozzafiato. 

  • Picco di Circe

Il picco di Circe, il punto più alto del Parco Nazionale del Circeo e del Monte Circeo, è uno dei trekking più belli ed incredibili da fare vicino Roma (qui trovate i trekking più belli da fare vicino Roma). Dalla sommità del monte, dove i romani avevano costruito un tempio dedicato a Circe, sono visibili le Isole Pontine, la spiaggia di Sabaudia, il Golfo di Gaeta fino ad Ischia e la macchia boschiva. 

  • Sperlonga

Sperlonga è tra i borghi più belli del Lazio e della provincia di Latina. Il paesino, tutto bianco, è arroccato su uno sperone roccioso a picco su uno dei mari più trasparenti del Lazio (qui trovate tutte le spiagge dove andare al mare vicino Roma e qui le spiagge più belle del Lazio). La grotta e il museo villa di Tiberio meritano una visita degli amanti dell'archeologia, ma anche degli amanti del mare e dei panorami. 

  • San Felice Circeo

Anche il borgo costiero di San Felice Circeo merita assolutamente una vista. Nel piccolo dimitero del paese è sepolta Anna Magnani, che aveva la sua villa al Circeo e ne amava profondamente il promontorio. Il centro storico medioevale ha bellissimi belvedere sul mare e un parco speciale: il parco di Vigna la Corte, affacciato sul Golfo di Gaeta, come una finestra sul mare.

  • Terracina

Terracina è una cittadina costiera vivace e dinamica. Il centro storico è un centro medioevale costruito su una ridente cittadina romana. Gli edifici medioevali sono affacciati sul foro con la pavimentazione romana originale, su cui passa la via Appia antica e su cui si affacciano un tempio e un anfiteatro. Il tempio più bello e maestoso però è il tempio di Giove Anxur sulla sommità di Monte Sant'Angelo ed affacciato sul mare. 

  • Sermoneta

Sermoneta è un borgo arroccato in collina con vista sulla pianura pontina, appena sopra al meraviglioso Giardino di Ninfa. Il castello di Sermoneta, Castello Caetani, è uno dei meglio conservatoi del Lazio e merita assolutamente una visita. 

  • Gaeta

Gaeta è una delle ultime città del Lazio e si erge su un promontorio stretto prima che il Lazio lasci al posto alla Campania. Gli scorci sono meravigliosi e colorati. Poco lontano da Geata c'è una delle spiagge più belle del litorale, la spiaggia dell'Areonauta

 

Mappa e cartina

Scopri