Idee di viaggio

Paesi abbandonati del Lazio

Tour a colpi di Instagram tra le città fantasma del Lazio, antichi paesini abbandonati e restituiti dal tempo alla natura.

Paesi abbandonati Lazio WEEKEND Shutterstock
5/5

Il Lazio è disseminato di città fantasma, abbandonate per le ragioni più svariate. Molte sono facilmente raggiungibili da Roma, la maggior parte si trovano nella provincia di Viterbo.

Facciamo un tour a colpi di Instagram dei paesi abbandonati più belli della regione in un viaggio nella storia dal fascino decadente.

  • ANTUNI, RIETI

Antuni si trova su un colle, completamente circondato dal Lago del Turano e collegato alla terra ferma solo da un sottile istmo. Il lago artificiale nasce sul finire degli anni '30, mentre la storia del borgo cessa improvvisamente durante la Seconda Guerra Mondiale, quando per errore, invece del ponte del Turano, fu bombardato il paesello. Il borgo medioevale è stato in parte ristrutturato negli anni '90 ed è interamente visitabile.

Visitabile solo in compagnia di una guida partendo dal comune di Castel di Tora.

citta-abbandonate-lazio

A Nord di Roma, nella Riserva Naturale Monterano, ci sono le rovine di Monterano Antica. Un tempo glorioso feudo e ducato posseduto da famiglie importanti, è ora un insieme bucolico di affascinanti rovine. Il paese perse la sua imprtanza nel '700 e fu nel giro di pochi decenni definitivamente abbandonato a causa della malaria.

La frtezza di Monterano è stata trasformata dal Bernini in un palazzo ducale di cui resta intatta la fontana con il leone scolpito dall'artista.

paesi-abbandonati-lazio_1

Un set.naturale #riservadiMonterano #Bernini #rovine #storiadellarte #Monterano #Latium #Lazio

Una foto pubblicata da michelarambo (@michelarambo) in data: Dic 23, 2014 at 8:52 PST

Domenica perfetta ♡#monterano #ghost #town #italy

Una foto pubblicata da Margherita Leva (@galakkina) in data: Dic 28, 2014 at 12:13 PST

  • NORBA ANTICA, LATINA

Norba antica si trova a poche centinaia di metri dalla città di Norma. Il Parco Archeologico dell'Antica Norba raccoglie l'insieme di rovine romane e medievali di quella che un tempo fu una gloriosa città. A fianco a Roma Norba aveva combattuto le Guerre Puniche. Dopo avere apertamente appoggiato Mario e dopo la vittoria di Silla i suoi abitanti si uccisero e diedero fuoco alla città, certi della rappresaglia romana. Fu poi in parte ripopolata nel basso medioevo e ceduta definitivamente all'abbandono nel XII secolo.

paesi-lazio-abbandonati

  • GALERIA ANTICA, ROMA

A due passi dal Borgo di Santa Maria di Galeria iniziano a vedersi, in parte sepolti dalla vegetazione, i ruderi dell'antico paese. Più in alto, in cima allo sperone tufaceo, ci sono i resti della città con le strade, gli edifici sgretolati e il verde che prende il sopravvento. Il borgo, che in epoca etrusca era un'importante città, popolata poi fino al '700, fu abbandonato in seguito alle incursioni saracene e per la malaria che all'epoca flagellava l'Agro Romano.

 

  • FALERI NOVII, VITERBO

A metà strada tra Fabrica di Roma e Civita Castellana ci sono le rovine di Faleri Novii. La città era stata un importante centro etrusco presto caduto sotto la dominazione romana. Popolata anche nel Medioevo è stata abbandonata nel '700 quando le battaglie tra francesi e borbonici distrussero in parte l'abitato.
Oggi le rovine riportate alla luce mostrano tutta la stratificazione architettonica e culturale del paese circondata da una campagna quasi incontaminata.

Sono visibili le abitazioni, una chiesa romanica e un'abbazia, il teatro e le vie urbane tra cui un tratto della Via Cimina.

#faleriinovi #fabricadiroma #viterbo #italy #italia #porta #door #ancient #roman #wall #architettura

Una foto pubblicata da Giancarlo Costa (@giancarlo_costa) in data: Nov 9, 2014 at 4:20 PST

  • CELLENO, VITERBO

Poco distante da Celleno Nuova c'è un'altra città abbandonata fondata in epoca etrusca. Come le altre città della zona subì la dominazione romana e rimase a lungo un importante nodo di comunicazione. Nel 1696 un devastante terremoto la danneggiò seriamente e poi le guerre napoleoniche, le epidemie e ancora un terremoto hanno indotto gli abitanti superstiti a ricostruire una nuova città poco più in là.

Da visitare ci sono le case in tufo rosso, l'incredibile castello Orsini con tanto di fossato e poi le chiese e quello che rimane delle strade di Celleno.

#igerslazio #celleno #ig_helsinki

Una foto pubblicata da @ona72 in data: Dic 14, 2014 at 10:27 PST

#igerslazio #ig_helsinki #ig_lazio #celleno

Una foto pubblicata da @ona72 in data: Dic 14, 2014 at 10:32 PST

  • CAMERATA VECCHIA, ROMA

Camerata Vecchia è poco distante da Subiaco (vicino a Camerata Nuova). Il borgo versa in un profondo stato di rovina e non è facilmente accessibile, arroccato a 1200 metri di altezza. Proprio per questo però il panorama è impressionante ed è toccante immaginare che solo un secolo e mezzo fa la gente ci viveva e lavorava, costretta a scappare da un grande incendio.

#camerata #vecchia #cameratavecchia

Una foto pubblicata da Maurizio Testa (@clandestino83) in data: Apr 18, 2014 at 9:37 PDT

 

Ruderi Camerata Vecchia #cameratavecchia #ruderi #cittavecchia #lazio #abruzzo #cameratanuova

Una foto pubblicata da Maurizio Testa (@clandestino83) in data: Apr 20, 2014 at 6:38 PDT

  • NORCHIA, VITERBO

Norchia fu una grande città Etrusca, famosa oggi soprattutto per la grande necropoli disseminata intorno all'abitato e sui fianchi tufacei della collina. Oltre che etrusca però la città fu anche romana e medievale. Ce lo dicono i resti del castello e le tombe utilizzate nel medioevo come abitazioni a grotta. Norchia fu abbandonata alla metà del '400 a causa di una grave epidemia di malaria.

 

Ninfa era una florida città, ricca di acqua e di una buona economia dovuta soprattutto alla posizione strategica lungo la pedemontana che l'unica via di accesso al sud durante il Medioevo. Oggi le rovine dell'antica città, abbandonata intorno al 1400, con la torre e il castello Caetani, sono elementi di un immenso e bellissimo giardino che è l'Oasi di Ninfa.

Il giardino di NInfa è visitabile solo alcuni giorni, di solito di domenica, nella bella stagione. Qui trovate tutte le info.

paesi-abbandonati-lazio-ninfa

Scopri