Idee di viaggio

Parco Nazionale del Circeo: cosa vedere tra borghi, spiagge e itinerari

Le più belle cose da fare e vedere nella terra di Maga Circe

Parco Nazionale del Circeo MARE Shutterstock
5/5

Fin dai tempi di Ulisse chi si trova a visitare la magnifica area del Parco Nazionale del Circeo potrebbe essere tentato di restarci a lungo, anche senza subire l’incantesimo della Maga Circe.

Ai piedi del promontorio verde che ricorda la sagoma dell’omerica maga, si estende un paesaggio meraviglioso dalla natura rigogliosa tra mare, montagna e borghi capace di contenere il fascino di storie antiche, leggende mitologiche e divertimenti moderni.

Situato sul litorale sud del Lazio lungo circa 8.000 ettari di terreno, il Parco Nazionale del Circeo è piccolo ma ricco gioielli da riscoprire come il Lago di Fogliano e quello di Sabaudia, le lagune di Monaci e Caprolace, il Monte Circeo, l’Isola di Zannone, la foresta del circeo, la Grotta delle Capre e i centri storici di Sabaudia, San Felice Circeo e Fogliano.

Parco nazionale del Circeo

Istituito nel 1934, il Parco Nazionale del Circeo è uno dei più antichi e dei più interessanti d’Italia sul piano naturistico, grazie alla sua grande biodiversità che gli è valsa il titolo di Riserva della Biosfera conferito dall’Unesco. All’interno dei suoi confini si trovano una delle foreste più estese e meglio conservate d’Italia, quattro laghi costieri, chilometri di dune sabbiose a ridosso del mare e una varietà di fauna di cinghiali e fenicotteri e flora con macchia mediterranea, anemoni, primule e pioppi. 

Il Parco Naturale del Circeo si presta ottimamente a svariate attività per ogni tipo d’interesse, dal trekking nella natura, al birdwatching, alla visita di alcuni borghi pittoreschi, a percorsi ciclabili e alla visita di siti archeologici di rilievo come la Villa di Domiziano, in località Palazzo, considerata l’area archeologica più importante tra le centinaia presenti nel parco, alle Fonti di Lucullo: dove sgorga una benefica acqua minerale.

Vediamo allora insieme alcune tra le tappe da non perdere all’interno del territorio del Parco Naturale del Circeo sul litorale meridionale del Lazio.

Borghi

Tra natura, storia e tradizioni questa magnifica riserva naturale offre numerosi punti d’interesse da riscoprire e apprezzare in ogni stagione dell’anno, a partire dai suoi borghi pieni di scorci suggestivi.

Sospesa su una striscia di terra nel cuore del Parco Nazionale a dividere i laghi dal mare, Sabaudia è nota soprattutto per la sua ampia spiaggia panoramica e selvaggia allungata tra il Monte Circeo e la Torre di Paola, tra le più belle e amate del litorale laziale. Il suo centro abitato dagli spazi lineari e aperti rappresenta uno degli esempi più evidenti dell'architettura razionalista italiana degli anni’30, come l’alta Torre del Municipio divenuta simbolo della città.

San Felice Circeo si trova invece al termine della spettacolare strada di Via del Faro che si arrampica su una scogliera a picco sul mare offrendo un panorama unico sulla macchia verde che ricopre il Monte Circeo. Il centro storico di questo suggestivo borgo marinaro di origine medioevale è cinto da antiche mura di protezione ed è attraversato da stradine e vicoli panoramici sul Golfo di Gaeta e fino alle Isole Pontine. Nella sua piazza centrale si innalza la Torre dei Templari, con il suo caratteristico orologio e il portone d'ingresso del palazzo baronale che da sull’antico cortile del palazzo della famiglia Caetani. 

Lungo la scogliera del promontorio si trovano le quattro torri papali eretta come difesa dai pirati: Torre, Moresca, Cervia, Fico e Torre Paola l'unica che conserva ancora la sua struttura originaria di forma rotonda.

Sul massiccio roccioso intorno al paese si possono poi visitare il vecchio Faro di Capo Circeo alto circa 18 metri, l’antica Acropoli del III secolo a.C. che domina il paese e le tante grotte e caverne risalenti al Paleolitico raggiungibili via mare o attraverso uno stretto sentiero dentro la natura come quella sommersa della Maga Circe, della Grotta delle Capre e dell'Impiso, con la sua imponente stalattite. 

Nel territorio della provincia di Latina che rientra nei confini del Parco si trovano anche il lago di Fogliano con il suo suggestivo Borgo di Fogliano, di grande rilievo naturalistico, storico ed architettonico perché costituito da una serie di antichi edifici settecenteschi, da un orto botanico che pieno di numerose piante provenienti da varie parti del mondo e anche da un museo ornitologico.

Sentieri nel Parco

Il Parco Nazionale del Circeo è attraversato da numerosi e interessanti percorsi e sentieri nel verde che permettono di scoprire le tante bellezze paesaggistiche, faunistiche e storiche del luogo a passo lento e da una prospettiva differente. Si tratta di Km di affascinanti percorsi nel parco e sul promontorio, tra le zone di maggior interesse e pregio naturalistico presenti nell'area come il centro storico di San Felice Circeo, l'Acropoli dei Circei con le sue mura ciclopiche, le fortificazioni cinquecentesche di Torre Paola e Torre Fico, oltre a luoghi dal notevole valore ambientale tra boschi di leccio e macchia mediterranea.

Grazie al suo territorio per gran parte pianeggiante, alla manutenzione del posto e alle organizzate strutture di ricezione, il parco è accessibile a tutti, camminatori esperti e principianti come anche alle persone con difficoltà di deambulazione.

I sentieri che si snodano nel parco presentano punti di sosta segnalati e cartelli esplicativi con le principali informazioni sulla fauna e flora della foresta. Tra questi vi segnaliamo il:

  • Sentiero Natura del Centro Visitatori di Sabaudia
  • Sentiero Natura Lestra Cocuzza
  • Sentiero natura della Memoria
  • Sentiero Foresta Demaniale e Piscina della Verdesca
  • Sentiero Escursionistico del Promontorio del Circeo
  • Il Picco di Circe da Torre Paola
  • Sentiero di Zannone
  • Sentiero del Picco di Circe
  • Sentiero dell'Uliveto
  • Sentiero delle Mura Ciclopiche
  • Sentiero del Brecciaro
  • Sentiero di Guardia Orlando
  • Sentiero Torre Fico. La Batteria

 

O i percorsi pensati per essere esplorati in bici e mountain bike, pedalando nell'ecosistema del parco sulla stretta striscia di dune di sabbia dorata che corre tra il mare ei laghi.

  • Itinerario Lago di Caprolace
  • Itinerario S. Felice Circeo
  • Itinerario Selva di Circe
  • Percorso stradale Duna Costiera

 

Spiagge del Circeo

Sul litorale di Sabaudia e San Felice del Circeo si trovano km di spiagge sabbiose tra le più belle d’Italia, attrezzate o libere sono tutte bagnate da un mare verde ideale per rigeneranti bagni estivi o lunghe passeggiate fuori stagione tra dune di sabbia dorata e panorami selvaggi.

Le dune del Parco Nazionale del Circeo formano una mezza luna lungo un tratto di costa di tra Sabaudia e Capo Portiere in uno scenario unico tutelato dell'Unione Europea. 

Le Dune coprono e caratterizzano il litorale nei pressi di Sabaudia, una delle mete balneari più ricercate dai vacanzieri a sud di Roma grazie a spiagge molto frequentate come quella di Torre Paola o quella più selvaggia de La Bufalara, più difficile da raggiungere e per questo più intima.

San Felice Circeo invece presenta sia una costa sabbiosa che una rocciosa con calette e spiagge di grande bellezza quali di Torre Fico lambita da acque smeraldine malgrado la prossimità al porto turistico, quella rocciosa de La Rinascente ideale per abbronzarsi sugli scogli o quella mai troppo affollata che sbuca sotto la Grotta delle Capre in un ambiente marino suggestivo ottimo per le immersioni.

Autore: Giorgio Calabresi

Scopri