Idee di viaggio

Pozze del Diavolo, l'angolo del Lazio che ancora non conosci

Ecco perché visitare questo paradiso naturale in provincia di Rieti

Pozze del Diavolo A PIEDI Shutterstock
5/5

A poco più di un'ora da Roma, alle pendici del Monte Tancia (provincia di Rieti) c'è un posto che sembra appartenere alle fiabe. Un luogo che sembra abitato da folletti o da elfi e che si raggiunge percorrendo un sentiero che costeggia il torrente Galantina. 

Sono le Pozze del Diavolo, una meravigia della natura, una piscina dove si getta la cascatella del fiume. 

Si trova nei pressi di Monte San Giovanni in Sabina e si raggiunge con un sentiero che costeggia il corso d'acqua e che conduce fino all’eremo di San Michele. È uno dei posti segreti che meritano di essere scoperti nel Lazio

Pozze del Diavolo

Acqua verde smeraldo e boschi rigogliosi definiscono questo posto un angolo di paradiso lontano dal caos della città. Potrete raggiungere le Pozze del Diavolo a piedi seguendo un percorso che costeggia il torrente Galantina che, lungo il suo corso, forma una cascata che si getta in vasche naturali conosciute come Pozze del Diavolo.

Il sentiero parte da Poggio Catino o da Monte San Giovanni in Sabina: raggiungete il Valico del Tancia e la sua storica Osteria del Tancia di origine medievale: da qui un ponticello vi permetterà di attraversare il Torrente Galantina. Da qui, seguite il letto del torrente fino ad arrivare alle Pozze del Diavolo: una la troverete a monte della cascata e l'altra a valle. 

Tornando indietro verso il ponticello, potrete prendere il Sentiero degli Eremi che raggiunge gli eremi di San Michele e quello di San Leonardo. 

Mappa e cartina

Scopri