Idee di viaggio

Cosa vedere a Roma

La guida a cosa fare e cosa vedere a Roma

Cosa vedere a Roma WEEKEND Shutterstock
4.7/5

Roma è un'eterna sorpresa, riserva infiniti posti da vedere (e rivedere) ad ogni visita. Anche chi ci vive da sempre ne scopre ogni giorno angoli nuovi e posti sconosciuti: una chiesa mai vista, uno scorcio diverso o una cosa alternativa da fare.

Abbiamo realizzato una utile guida a cosa vedere a Roma in uno, due o tre giorni, abbiamo selezionato le cose da fare gratis, i posti dove mangiare e i posti insoliti da scoprire. 

Cosa vedere a Roma

Se non siete mai stati a Roma e volete visitarla in un solo giorno non si possono evitare i luoghi simbolo più belli e conosciuti della Città Eterna. 

Una visita a San Pietro e ai Musei Vaticani è d'obbligo (qui trovate il sito ufficiale dei Musei Vaticani). Il biglietto di ingresso ai Musei Vaticani dà diritto alla visita della Cappella Sistina. Si consiglia di acquistare il biglietto online e di andarci di buon'ora. Resterà un po' di tempo libero per visitare anche il Foro Romano e il Colle Palatino, una passeggiata all'aperto tra antichità e pini secolari. 

Cosa vedere a Roma in uno o due giorni?

Cosa vedere a Roma in 36 ore? Il New York Times ha stilato la lista delle cose da fare a Roma in un weekend, lontano dai soliti percorsi turistici. Ecco un itinerario delle cose da vedere se restate due giorni a Roma. 

  • Primo giorno ore 15

Prima tappa le Terme di Caracalla: una delle terme romane meglio conservate. Concedetevi una passeggiata anche nel bel parco che lo circonda. L'ingresso costa 6 euro.

  • Primo giorno, ore 17.30

Tre delle gallerie suggerite per una visita si trovano in zona Campo dè Fiori. Una è la Galleria Varsi dove potrete trovare principalmente graffiti e street art. Le altre due sono la Dorothy Circus Gallery, che espone pop art surrealista e la Galleria Lorcan O'Neill, che propone retrospettive di importanti artisti contemporanei.

  • Primo giorno, cena

 Non in centro, ma nel popolarissimo quartiere di Centocelle, il consiglio è di cenare da Menabò, che offre cucina romana creativa. Il ristorante è molto intimo, con pochi posti a sedere: conviene prenotare prima.

  • Primo giorno, dopocena

Per il dopocena raggiungete il Pigneto. Se preferite un cocktail l'indirizzo da segnare è il Co. So. Cocktails & Social, dove secondo il New York Times bisogna provare il cocktail Carbonara. Se invece preferite la birra andate da Birra Più, che vende buone birre artigianali in bottiglia e alla spina. Per ballare o sentire musica live, sempre al Pigneto c'è lo Yeah!

  • Secondo giorno 

Il secondo giorno il consiglio è quello di recarsi alla fermata Metro B Cavour, e visitare il Mercato Monti, che ospita banchetti di designer e artigiani locali.

SECONDO GIORNO PRANZO - A Trastevere, il New York Times mette in guardia dai ristoranti trappola per turisti e segnala il Pianostrada Laboratorio di Cucina, dove mangiare dei buonissimi panini come il Pane Alici con crema di stracciatella, acciughe tartufate e rucola servito su un panino al nero di seppia. Qui trovate tutte le info su Cosa vedere a Trastevere

SECONDO GIORNO, ORE 15 - Consigliata una visita al MACRO, il museo ospitato in una ex fabbrica della birra Peroni, che ospita mostre e dopere interessanti come la coloratissima opera della designer giapponese Toshiko Horiuchi MacAdam. Due le sedi: quella principale in via Nizza e l'altra è nel quartiere Testaccio. Ingresso: 13,50 euro.

  • Secondo giorno, cena

Per cena potrete andare all'Osteria di Monteverde, un posto dove, secondo il New York Times, si mangia benissimo: fra i piatti più notevoli il polpo alla griglia e gli spaghetti con pecorino e baccalà. Prezzo per 2 persone: 60 euro.

  • Secondo giorno dopocena

In zona Monteverde c'è la Vineria Litro, oppure sponstandovi a Campo de' Fiori potrete fermarvi al No.au, per un bicchiere di vino o una birra artigianale.

  • Terzo giorno, ore 10

Il New York Times consiglia visitare San Paolo Fuori le Mura, la seconda basilica più grande della città che si trova a Garbatella. L'ingresso costa 4 euro.

#basilica #sanpaolo #sanpaolofuorilemura #roma

Una foto pubblicata da 🇮🇹 Lorenzo Di Cola 🇮🇹 (@dicolalorenzo92) in data: 22 Feb 2015 alle ore 04:23 PST

  • Terzo giorno, ore 12

Visita alla Centrale Montemartini che ospita circa quattrocento sculture di età antica in un'ex centrale termoelettrica inaugurata nel 1912 e inattiva dal 1963. Parte degli interni originali è stata conservata: attorno alle statue ci sono enormi macchinari scuri e luci basse.

  • Terzo giorno a pranzo 

Prima di lasciare Roma il New York Times consiglia di mangiare una pizza da Emma, vicino Campo dei Fiori. La pizza è con la crosta bassa, alla romana e i salumi sono della vicina Salumeria Roscioli.

Weekend a Roma

 

Video ©positivitrip

Cosa fare a Roma

Le cose da fare, oltre a quelle consigliate dal New York Times, sono tante. Per non impazzire e scegliere quelle più adatte a voi vi diamo un piccolo aiuto.

  • Shopping

Roma è una città perfetta per lo shopping. Le vie dello shopping a Roma sono quelle del centro storico: via del Corso e via Condotti, con le grandi firme e non solo. Rione Monti è un quartiere delizioso vicino a via dei Fori Imperiali dove troverete boutique indipendenti e piccoli atelier. Se volete fare shopping in negozi low cost delle grandi catene il consiglio è di andare su Via Tuscolana, facilmente raggiungibile in metropolitana, dove troverete H&M, Stradivarius, Pull & Bear e tanti altri punti vendita low cost.

  • Musei

Oltre ai Musei Vaticani, tra i grandi musei di Roma ci sono l'Ara Pacis, il Museo MAXXI per l'arte contemporanea, il Museo MACRO ed i Musei Statali di Roma

Per una visita all'aria aperta consigliamo il biglietto comulativo per la visita alla Villa e Circo di Massenzio e alle Terme di Caracalla. 

  • Monumenti di Roma

Il più noto di tutti, simbolo indiscusso di Roma, è il Colosseo. Visitarlo è un'esperienza da fare almeno una volta nella vita. Si consiglia di andarci lontano dai weekend e dalle festività per evitare la calca. Visitare le Catacombe (ce ne sono tante aperte al pubblico in città) vale certamente la pena. Qui trovate una lista dei monumenti di Roma con le informazioni utili per visitarli. 

Tra i numerosi palazzi da visitare a Roma consigliamo Palazzo Barberini dove troverete due Caravaggi ed altri quadri di inestimabile valore, senza le file dei musei più conosciuti della città. 

  • Parchi

Roma ha enormi aree verdi, alcune delle quali pressoché selvagge e disseminate di siti archeologici. Uno dei parchi più belli di Roma è il Parco della Caffarella. Sullo stesso genere ma meno grande è il Parco degli Acquedotti. Villa Borghese dove c'è anche la meravigliosa Galleria Borghese è una visita irrinunciabile. Per una passeggiata all'aria perta è consigliatissima la via Appia Antica. 

Cosa fare gratis a Roma

Le cose da fare gratis a Roma sono tantissime. La prima domenica del mese tutti i luoghi della cultura statali (musei, gallerie, scavi archeologici) sono aperti al pubblico e gratuiti. Qui trovate un elenco dei musei MIBAC che fanno parte dell'iniziativa. 

Nelle chiese di Santa Maria del Popolo, Sant’Agostino e San Luigi dei Francesi son esposti dei quadri di Caravaggio ed ammirarli è completamente gratis. A San Pietro in Vincoli invece c'è l'enorme Mosé di Michelangelo, anche qui la visita è gratuita. La stupenda vista dal Gianicolo e dal Giardino degli Aranci è gratuita, così come quella alle innumerevoli ed incredibili piazze di Roma. 

Catacombe di Roma

Qui trovate l'elenco completo delle Catacombe di Roma. Quelle che di più meritano una visita sono le catacombe di San Sebastiano, le Catacombe di Domitilla e di San Callisto sull'Appia. Per un tour delle catacombe di Roma fuori dai percorsi più turistici potete scegliere le Catacombe dei Santi Marcellino e Pietro sulla Casilina, all'altezza di Torpignattara. 

Posti sconosciuti di Roma

Incantevoli sono gliangoli nascosti e i posti poco noti anche a chi a Roma ci vive. La Casina delle Civette è un castello surrealista costruito nel cuore di Roma. Il Carcere Mamertino era la prigione dell'antica Roma visitabile solo in determinate occasioni. Galleria Sciarra è un passaggio segreto in stile liberty che si può visitare solo quando gli uffici sono aperti e che è un angolo di fresco e silenzio a due passi da via el Corso. La Farmacia di Santa Maria della Scala a Trastevere è la farmacia più antica di Roma ed è rimasta pressoché intatta nei secoli. Il Bunker di Villa Torlonia era il bunker sotterraneo di Mussolini. Si trova nello stesso parco della Casina delle Civette. Il Quartiere Coppedè è un mini quartiere del centro di Roma costruito con elementi gotici e surrealisti. La Biblioteca Angelica di Roma è un posto bellissimo dove vengono organizzati saltuariamente concerti aperti al pubblico. E' una delle prime biblioteche pubbliche del mondo. 

Visite gratuite a Roma

Alcune associazioni culturali organizzano visite e tour gratuiti a Roma. Qui trovate il calendario delle visite dell'associazione Amici di Roma. Sotterranei di Roma organizza tour non gratuiti ma quasi. Sono visite a luoghi spesso chiusi al pubblico e interessanti per gli amanti dell'archeologia e della Roma sotterranea. 

Cosa mangiare a Roma

I piatti tipici della cucina romana sono i piatti della cucina povera. Gli ingredienti sono interiora e altri prodotti di scarto che si uniscono per dare vita a un gusto sempre saporito e di solito innaffiato di pecorino romano. La carbonara, ma anche l'amatriciana e la pasta cacio e pepe sono i piatti principali e irrinunciabili se fate visita visita alle trattorie di Roma. Tra i secondi ci sono le costolette di maiale al sugo, il pollo alla cacciatora, la coda alla vaccinara e le polpette di ogni tipo.

Dove mangiare? A Roma ci sono una serie di trattorie storiche dove si mangiano i piatti tradizionali della cucina romana e si spende ancora relativamente poco. Le migliori si trovano dislocate in quartieri periferici come Garbatella e Torpignattara. A San Lorenzo, sebbene centrale, ci sono trattorie che vale la pena provare e che negli anni sono cambiate molto poco: una di queste è l'Osteria da Marcello. Qui trovate una selezione di trattorie dove mangiare a Roma

Birrerie artigianali di Roma

La vera mania di Roma del momento sono le birrerie artigianali. Ce ne sono di tutti i tipi, per tutti i gusti e in tutti i quartieri. Fass & Cask al Pigneto è una delle recenti aperture più interessanti. Le birre sono spinate senza utilizzo di anidride carbonica e i piatti e gli stuzzichini sono tutti da assaggiare. Il locale ha anche uno spazio esterno. 

Dintorni di Roma

 

Dove dormire a Roma

Su Airbnb le camere in appartamenti condivisi e gli appratamenti partono da 40 euro a notte. I migliori quartieri dove dormire sono i più centrali e serviti dai mezzi pubblici. Consigliamo il Rione Monti da cui è possibile raggiungere Stazione Termini a piedi oppure con la metro B e si è nel cuore di un quartiere perfetto per lo shopping, per mangiare e per la vita notturna e a due passi dal Colosseo e dai Fori Imperiali. Un'altra alternativa è il Pigneto (oppure più giù Torpignattara): siamo a due passi da Porta Maggiore e dall'Esquilino e vicinissimo a Termini ma in un'area non molto costosa della città piena di locali e posti per mangiare.

Vacanza low cost a Roma

Visitare roma senza spendere una fortuna è possibile, basta scegliere un alloggio in zone meno centrali ma comunque servite da metropolitana e mezzi pubblici. La città è un museo a cielo aperto e le occasioni per ammirare arte a costo zero sono tantissime. Qui abbiamo selezionato  un po' di cose da fare gratis a Roma e le 11 cose speciali da fare in città senza spendere neanche un centesimo.

Costo della vita a Roma

Quanto costa vivere a Roma? Di seguito trovate un video interessante sul costo della vita a Roma:


Roma con i bambini

Roma non è una città facilissima da girare e non è il luogo ideale per i bambini. Alcuni tour però possono essere fatti esclusivamente a piedi. Si parte dal Colosseo sulla metro B e si prosegue a piedi visitando Fori Imperiali e Colle Palatino. Si prosegue su via dei Fori Imperiali (che è pedonale) fino a Piazza Venezia e al Vittoriano. La passeggiata prosegue su via del Corso fino a Piazza del Popolo dove visitare le due chiese gemelle con i quadri di Caravaggio. Da qui si prosegue verso Villa Borghese per un po' di relax. Lungo l'itinerario si può facilmente deviare verso il Pantheon e Campo dei Fiori e verso Fontana di Trevi e Piazza di Spagna. 

Scopri