Idee di viaggio

Cinema e Coronavirus. Torneranno i drive-in?

Con la riapertura potrebbero tornare i drive-in

Drive-in DRIVE IN Getty Images
5/5

Cinema e teatri potrebbero essere tra gli ultimi a riaprire. Non si sa ancora quando. L'impossibilità di frequentare luoghi affollati rende la riapertura di cinema e teatri ancora lontana. Negli Stati Uniti e in Germania, a Dorturtmund, e Vilnius, stanno riaprendo i drive-in, gli spazi per il cinema all'aperto dove poter vedere un film seduto in auto. 

Il vecchio e caro drive-in, famoso negli anni '50-'60, potrebbe essere la soluzione per anticipare l'apertura dei cinema già nella fase 2. Potrebbe essere la soluzione per garantire la fruzione di film e pellicole senza compromettere la sicurezza degli spettatori. 

Coronavirus e Cinema: Torneranno i Drive-in?

La città di Bologna sta considerando l'idea di realizzare un drive-in con l'intento di poter salvare la rassegna estiva "sotto le stelle del cinema". “Stiamo ragionando a larghissimo spettro, e fra le possibili soluzioni il drive-in è quella che consente maggiore sicurezza” ha dichiarato Gianluca Farinelli, direttore della Cineteca.

A Roma invece Cna Cinema e Audiovisivo di Roma, in collaborazione con una rete di esercenti, hanno lanciato il progetto CineDrive. Stefano Di Niola, Segretario della CNA di Roma ha dichiarato"E’ un piacere sostenere questa iniziativa sia per l’importantissimo valore di supporto ad una rinnovata modalità di fruizione dei film e di evidente sostegno al comparto del cinema che per l’aver voluto garantire ai cittadini il recupero di un aspetto assai rilevante della vita sociale. Questo primo passaggio porta il CineDrive a fare da apripista per le successive aperture delle Arene cinematografiche ed infine alla riapertura delle nostre sale cinematografiche che riteniamo non sarà immediata. Questa grandissima opportunità ci consentirà non solo di non farci trovare orfani del grande schermo, ma ci darà la possibilità di vivere la magia delle serate all’aperto in macchina come nelle immagini dei drive-in di tanti anni fa".

"Siamo certi che raccoglieremo la sensibilità e il sostegno delle istituzioni, in particolare del Comune di Roma e della Regione Lazio, essendo con ogni probabilità l’unica manifestazione che potrà svolgersi nei prossimi mesi all’aperto. CNA Cinema e Audiovisivo di Roma sarà il promotore di questa iniziativa riservata esclusivamente agli esercenti, in attesa della tanto auspicata riapertura delle nostre sale cinematografiche", ha affermato Mario Perchiazzi, Presidente di CNA Cinema e Audiovisivo.

La Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro sta studiando come a soluzioni per la 56esima edizione; probabilmente utilizzando il drive in. 

Per la riapertura dei drive-in si devono tenere in considerazione diversi fattori, tra cui le piattaforme di abbonamento e l'alta definizione a cui siamo abituati, potrebbe inoltre essere una ressegna stagionale. 

"Le sale non riapriranno così presto, ci dirà il governo quando. L'idea di fare delle arene cinematografiche in agosto, di avere la possibilità di luoghi all'aperto, distanziati, con dei protocolli, con protezione, sanificazione, gestiti dagli esercenti, potrebbe essere un modo intermedio, graduale, per non rassegnarci, mantenendo le condizioni di sicurezza". Lo ha detto a Un giorno da pecora, su Rai Radio1, Francesco Rutelli, presidente dell'ANICA.

Vi piacerebbe? Il primo drive-italiano è il Metro Drive-In di Casal Palocco, a Roma, inaugurato nel 1957.

Scopri