Idee di viaggio

La Fontana dei Libri di Roma

Ecco perché visitarla assolutamente

Fontana dei Libri Roma WEEKEND Shutterstock
5/5

Roma non smette mai di stupirci, e come ben sapete ci piace raccontarne gli angoli insoliti e poco conosciuti. Come la Fontana dei Libri, un piccolo gioiello risalente agli anni '20 che si trova nel quartiere Sant'Eustachio, precisamente in via degli Staderari. 

La Fontana realizzata da Pietro Lombardi fa parte di un più ampio progetto comunale per ripristinare i simboli antichi dei quartieri della città. Ecco le curiosità e la storia della Fontana dei Libri di Roma. 

LEGGI ANCHE: ROMA GRATIS

Fontana dei Libri di Roma

Quattro libri antichi poggiati su mensole di marmo, la testa di un cervo al centro (simbolo del rione Sant’Eustachio) e cannelle a forma di segnalibro da cui fuoriesce l'acqua. È questa la Fontana dei Libri, incorniciata in una nicchia caratterizzata da un arco a tutto sesto, che potrete trovare in via degli Staderari.

L'opera fu realizzata da Pietro Lombardi nel 1927 e fu un omaggio all'Universita de La Sapienza. A quei tempi quella era la Via dell’Università, molto vicina alla sede de La Sapienza. Dietro il muro del Palazzo della Sapienza occupato dalla fontana, oggi ci sono gli Archivi di Stato.

La fontana fa parte di un più ampio progetto composto da altre 9 fontane realizzate tutte dallo stesso architetto: la Fontana delle Anfore, la Fontana delle Arti, la Fontana delle Tiare, la Fontana della Pigna, la Fontana delle Palle di Cannone, la Fontana dei Monti, la Fontana della Botte e la Fontana del Timone. 

Ammirando la fontana potrete notare una piccola curiosità: al centro della fontana troverete l'iscrizione S. Eustachio R. IV. C'è stato un errore da parte dello scalpellino, perché il Rione Sant’Eustachio corrisponde all’VIII e non al IV.

Mappa e cartina

Scopri