Idee di viaggio

Migliori città italiane da visitare in Bicicletta

Su due ruote alla scoperta delle città bike friendly d'Italia

Bicicletta BICI Shutterstock
/5

In bici per l’Italia. Il turismo sulle due ruote è sempre più diffuso e amato, non solo da grandi esperti di bicicletta, ma anche da neofiti che vogliono mettersi alla prova con un’esperienza di vacanza diversa dal solito. 

LEGGI ANCHE: PISTE CICLABILI PIÙ BELLE IN ITALIA

È un turismo lento quello vissuto in bici, che permette di scoprire luoghi altrimenti inaccessibili con altri mezzi di trasporto e di fermarsi dove e quando si desidera. Se l’Italia da nord a sud è ormai ricca di ciclovie e percorsi dedicati, sono tante le città italiane che si visitano più facilmente in bicicletta. Scopriamo quali. 

GUARDA ANCHE: VACANZE IN ITALIA 2020

Città italiane da scoprire in bici 

Il centro di Firenze, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, è chiuso al traffico. Ecco che la bici diventa un perfetto mezzo di trasporto per passare velocemente dagli Uffizi al lungo Arno. Le piste ciclabili del capoluogo toscano si snodano per tutta l’area che circonda il Centro Storico, e zone pedonali e parchi sono collegati grazie alle ciclovie attraverso via Cavour. Il percorso conta più di 90 chilometri di ciclabile. E se volete uscire dalle zone più turistiche potete raggiungere il Parco delle Cascine e il Giro ai Renai, perfetti per famiglie con bambini. 

Torino offre addirittura 175 chilometri di piste ciclabili. Si tratta sempre di pianura, per cui non è necessario essere allenati. Potrete godervi tutta la città, dal centro storico ai viali alberati, dal lungo Po al Parco del Valentino, come anche pedalare sulle sponde della Dora Riparia. 

Nel centro di Bologna non si accede in auto e la bici è la giusta alternativa. Gli itinerari ciclabili della città sono nove: Casalecchio - Bologna la “Radiale Ovest”,  San Lazzaro - Bologna la “Radiale Est”, Fiera, Arcoveggio - la “Radiale Nord”, Borgo Panigale - Birra, Dozza, Santa Viola, Casteldebole, Lungo Savena, Pilastro, Mezzofanti. Se volete immergervi nella natura, poco fuori le mura, tra Porta Castiglione e Porta Santo Stefano, si trovano i Giardini Margherita, il più esteso parco di Bologna. 

  • Rimini

Pedalare lungo il litorale con il rumore delle onde e il profumo del mare: un sogno per chi abita in città. Rimini, spesso considerata solo per la vita da spiaggia e per quella notturna, è una meta da scoprire anche per la sua storia. In bici potrete farlo comodamente, per esempio scoprendo l’Arco di Augusto, il più antico e meglio conservato arco romano, e il Ponte di Tiberio.

La città dell’amore. A Verona si pedala lungo l’Adige, si passa sui ponti e si raggiunge l’arena. Il centro è a traffico limitato, dunque non ci sono pericoli, anche per i bambini sulle due ruote.  

  • Tra Trento e Rovereto

Una bellissima ciclabile di trenta chilometri collega Trento e Rovereto. Si tratta di un percorso dove si susseguono diverse fortificazioni. Ai punti estremi si trovano due importanti musei: il MUSE, il museo delle scienze di Trento e il MART, il museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto.

Il centro storico di Lucca è circondato da mura: esiste un itinerario che le percorre completamente in piano, lungo 4,22 chilometri. Si percorre velocemente e da qui si può godere del panorama dall’alto della città. Potrete poi proseguire per la zona centrale, per la meravigliosa Piazza dell’Anfiteatro, perdendovi tra i caratteristici vicoli pedonali.

Ferrara si è aggiudicata la medaglia d’oro tra le città italiane per quantità di piste ciclabili: conta infatti un totale di 150,29 chilometri di ciclovia. Qui è possibile noleggiare in tanti punti della città una bici o sfruttare i servizi di bike sharing con oltre 20 posteggi. La ciclabile più bella di Ferrara è un percorso di circa 9 chilometri che abbraccia tutto il centro storico: si arriva a Porta degli Angeli, attraversando corso Ercole I d’Este, per poi percorrere le mura che circondano la città.

Autore: Paola Toia

Scopri