Idee di viaggio

10 cose da fare e vedere a Porto Venere

Nel Golfo dei Poeti, vi suggeriamo le cose da non perdere assolutamente a Porto Venere

Porto Venere MARE Shutterstock
5/5

Disteso sull'estremità del Golfo dei Poeti, Porto Venere è un borgo di pescatori che vi incanterà per i suoi colori, la sua posizione e la sua architettura. 

GUARDA ANCHE: SPIAGGIA DI PUNTA CRENA

Secondo quanto si racconta, il nome deriva da un tempio dedicato alla dea Venere Ericina, che si trovava esattamente nel luogo dove oggi sorge la chiesa di San Pietro. La dea, secondo la tradizione, nacque dalla spuma del mare proprio sotto il promontorio.

Al Borgo si entra dalla Porta d'ingresso a cui si accede alla strada principale, via Cappellini dove potrete subito la trovare l'antica torre costruita intorno al 1161.

Varcata la soglia sarete immersi in un clima d'altri tempi e potrete perdervi tra le stradine, i vicoletti e i colori che vi faranno giungere fino all'imponente Castello di Porto Venere. 

Castello di Porto Venere

Il Castello Doria sorge su un'altura rocciosa e venne realizzato dai genovesi intorno al 1500 (E' visitabile tutti i giorni. Per info sugli orari parconaturaleportovenere.it), raggiungetelo per godere di una vista spettacolare sulla città. 

LEGGI ANCHE: LE PIU' BELLE SPIAGGE IN LIGURIA

La fortezza è situata su una roccia che domina il borgo, è una delle più maestose architetture militari della Repubblica di Genova.

Un tramonto per due, vista mare... 🌅 #quantoseibellaitalia

Un post condiviso da Andrea Rossi (@andrearossi86) in data: 30 Mar 2017 alle ore 10:42 PDT

Tra il castello e la chiesa di San Pietro potrete ammirare i resti di alcune torri di avvistamento, in passato usate come mulini a vento.

Chiesa di San Pietro a Porto Venere

Sospesa, a picco sul mare quasi come una fortezza, raggiungete l'imponente chiesa di San Pietro con le sue torri e mura antiche che venne edificata nel 1198. 

La chiesa venne realizzata sui resti di un antico tempio pagano ed è il "cristiano tempio" citato da Eugenio Montale in una poesia dedicata a Porto Venere. L'ingresso della chiesa si trova sul fianco sinistro mentre il campanile è a pianta quadrata ed è a fasce nere e bianche. Dalla chiesa di Porto Venere

Dalla Chiesa di San Pietro si raggiunge la Collegiata di San Lorenzo.

Proprio sotto la chiesa, in fondo alla scogliera potrete trovare la grotta Arpaia, conosciuta anche come la Grotta di Byron, l'artista inglese che in questo luogo traeva ispirazione e meditazione per le sue opere letterarie.

Torre di Porto Venere

La Torre di Porto Venere si trova a ridosso delle mura antiche della città e della passeggiata verso il lungo mare, nella parte vecchia. La struttura cinquecentesca che un tempo era utilizzata per scopi militari offre una vista a 360° sul golfo dei poeti.

La struttura, dopo un passato militare fu utilizzata come struttura abitativa nel corso dell'800 ed oggi dispone di alcune camere dove potrete soggiornare. Qui le informazioni.

GUARDA ANCHE: I BORGHI PIU' BELLI IN LIGURIA

Porto Venere giro delle tre isole

Da Porto Venere potrete imbarcarvi per il Giro delle tre Isole del golfo: Palmaria, Tino e Tinetto inserite tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. L'escursione dura 40 minuti e vi porterà alla scoperta dell'arcipelago con le tre isolette e le due grotte, quella Azzurra e quella di Byron. 

Lord Byron Parque Natural di Porto Venere

La grotta di Byron si trova in una caletta nella zona ovest di Porto Venere, posizionata proprio sotto la chiesa di San Pietro. Si chiama così perché questo era un posto molto caro a Lord Byron che si recava in questo posto per meditare. 

Secondo quanto si narra Byron nuotò per circa per 8 km per raggiungere il poeta Shelley che soggiornava nella vicina cittadina di Lerici. 

Parco naturale regionale di Porto Venere

Il Parco naturale regionale di Porto Venere è stato istituito nel 2001 e comprende oltre al comune di Porto Venere le tre isole di Palmaria, Tino e Tinetto. Il parco è inserito tra i Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

Dove mangiare a Porto Venere 

A Porto Venere avrete la possibilità di assaggiare pesce fresco appena pescato, nei ristoranti della città avrete modo di mangiare piatti a base di polpo, oppure orate e branzini che qui vengono allevate. Sono famose in città i mitili Portovenere, si tratta di molluschi tipici di questa zona, si possono assaggiare fritti, al sugo, alla marinara, gratinati o con riso. 

Porto Venere e dintorni

Dopo aver visitato il colorato borgo di Porto Venere e le isole vicine, potrete dirigervi verso la baia delle Grazie un piccolo paesino che si trova proprio a ridosso del paese ed è arroccato intorno al santuario di Nostra Signora delle Grazie. 

Non perdete la visita al sito archeologico del Varignano e al bel borgo medievale di Lerici. Porto Venere può essere il punto di partenza perfetto per andare alla scoperta delle meraviglie del Golfo dei Poeti e della città di La Spezia. 

Gunaydin, good morning :)

Una foto pubblicata da Sezgin YILMAZ (@sezyilmaz) in data: 28 Apr 2016 alle ore 01:36 PDT

Come arrivare a Porto Venere

Porto Venere si raggiunge in autobus, auto o traghetto da La Spezia. Se viaggiate in treno dovrete raggiungere la Spezia e poi da lì prendere un autobus o un traghetto che vi porterà a destinazione. 

Meteo Porto Venere

Se state pensando a prenotare un weekend a Porto Venere, su Tempo Italia trovate le previsioni meteo aggiornate. Quello che è utile sapere è che qui il clima è tipico mediterraneo, non ci sono eccessi termici in estate e gelo in inverno. 

100

Una foto pubblicata da emily (@em.ambach) in data: 27 Apr 2016 alle ore 01:44 PDT

Scopri