Idee di viaggio

9 piste ciclabili in Liguria

Le piste ciclabili più belle per scoprire la Liguria in bicicletta.

Alta via dei Monti Liguri IN BICICLETTA Shutterstock
/5

La Liguria è una regione che si presta particolarmente ad un viaggio in bicicletta. Il clima mite in inverno permette di godersi il viaggio anche in questa stagione e, in estate, si può viaggiare senza allontanarsi dal mare godendosi la brezza marina e qualche bagno nelle spiagge più belle della Liguria

GUARDA ANCHE: VACANZE ATTIVE IN ITALIA

Piste ciclabili in Liguria

Quali sono le piste ciclabili più belle della Liguria? In questa utile guida scopriamo le ciclovie della Liguria e gli itinerari più belli per scoprire la regione su due ruote, dai percorsi più impegnativi e montani a quelli adatti a tutti.
La pista ciclabile dei fiori parte da San Lorenzo a Mare ed arriva a Sanremo percorrendo i 60 km che seprano le due località. Passa per Aregai di Cipressa, per l’antico porticciolo di Santo Stefano al Mare e per la zona balneare di Bussana. La pista ciclabile termina in prossimità dell’ex stazione ferroviaria di Sanremo alla fine del lungomare.

Da Bussana si può deviare alla scoperta del borgo diroccato di Bussana Vecchia. Dalla ciclabile inoltre si può raggiungere il sentiero di trekking che porta a Cipressa ed alla sua torre saracena cinquecentesca.
La ciclovia Tirrenica percorre tutta la costa tirrenica. Il progetto prevede di partire da Ventimiglia, ma al momento attuale la parte terminata e segnalata è quella che corrisponde alla ciclovia dei Fiori e a quella che attraversa il parco della Maremma. In attesa che il progetto sia portato a termine si può seguire il tracciato gps che collega Viterbo a Montecarlo.
  • Alta via dei Monti Liguri
L'Alta via dei Monti Liguri è un itinerario adatto ai mountain biker esperti che dal confine francese raggiunge La Spezia. Per percorrerlo nella sua interezza si può anche partire da Monaco. Il sentiero sterrato ha tratti in cui bisogna spingere la bici a mano aggrappandosi alle funi di acciaio opportunamente sistemate lungo il lato non esposto del sentiero. Il dislivello è importante e alcune tappe, per permettere di raggiungere i rifugi in quota, sono impegnative e lunghe.
  • Alta Via delle 5 Terre in MTB 
L'Alta via delle Cinque Terre è un itinerario impegnativo che, tenendosi in quota sopra il mare, permette di attraversare fuoristrada la dorsale che sovrasta il litorale ligure. Si parte da Levanto, fino a Portovenere o La Spezia. Anche qui il percorso è impegnativo e adatto solo alle MTB.
  • Chiavari - Portofino
Una breve ciclabile che misura poco più di 20 km collega Chiavari alla bellissima Portofino. Il percorso si snoda sulle colline liguri attraversando buona parte del Golfo del Tigullio passando per Zoagli, Rapallo e Santa Margherita Ligure. Di media difficoltà, la maggior parte del percorso si articola su strada panoramica ad alto traffico motorizzato, specialmente in estate, su fondo asfaltato.
  • Ciclabile Framura - Levanto 
Grazie al recupero del vecchio tracciato ferroviario a due passi dal Parco nazionale delle cinque terre, è stata ideata la pista ciclabile Framura - Levanto che può essere facilmente percorsa anche da famiglie con bambini o da persone che non amano particolarmente la salita. La ciclopedonale, interamente pianeggiante, è un itinerario perfetto per fermarsi sul lungomare per qualche bagno in tranquillità.
  • Ciclovia dell'Ardesia
La Ciclovia dell'Ardesia risale il corso del fiume Entella, da Lavagna a Bassi di Tribogna. Si pedala nel verde fra canneti, bambù, salici e altre piante, alla scoperta dell'interno Ligure. Sono 33Km pazialmente su pista ciclabile con differenti tipi di fondo, congiunti fra loro con tratti di strade secondarie con traffico mai eccessivo. 
  • Via del Sale in MTB
La via del Sale è un antico tracciato che collegava il Piemonte alla Liguria per l'approvvigionamento di sale. La strada d’alta quota va da Limone Piemonte (in provincia di Cuneo) a Monesi di Triora (Imperia) ed è aperta al pubblico fino ad ottobre. Il percorso vietato ai mezzi a motore tutti i giorni esclusi i weekend, ma sempre con numero limitato, è lungo 40 chilometri. Si parte dal colle di Tenda e, attraverso i colli della Boaria e dei Signori e il passo di Framagal, si scende a Monesi. L’unico punto di appoggio sul tracciato è il rifugio «Don Barbera» (tel. 0174/086157).
  • Varazze - Cogoleto
La pista ciclabile si sviluppa per la maggior parte sulla costa, sul tracciato dell'ex ferrovia che attraversa la zona dei Piani d'Invrea e dei Piani di San Giacomo. Misura 4,3Km, ma per la particolarità del panorama merita assolutamente una visita, unito magari ad altri itinerari e ciclabili.

Scopri