Idee di viaggio

Pizzoccheri e dintorni, Mangiare in Valtellina

Una gastronomia morbida e vellutata, fatta di formaggi saporiti, grano saraceno e polenta: dove e cosa mangiare in Valtellina.

Pizzoccheri Valtellinesi MANGIARE Shutterstock
5/5

La cucina Valtellinese è morbida e genuina: burro, formaggio e grano saraceno sono gli ingredienti principali della gastronomia tellina.

Pizzoccheri - Un tour culinario della Valtellina non può non iniziare da Teglio, nella media Valtellina. Qui nascono i celebri Pizzoccheri.

Un'Accademia dei Pizzoccheri garantisce la continuità della tradizione e la preparazione secondo la ricetta originaria.

Il Ristorante San Pietro si trova in una location suggestiva (piazza San Pietro) nel cuore di Teglio. Il menù degustazione è piuttosto abbondante e il prezzo è ottimo (22 Euro) per assaggiare Bresaole miste, Pizzoccheri Tellini, Sciatt con cicorino e un dolce, il tutto accompagnato con vino Valgella, acqua e caffè. 

Anche la trattoria Orio fa parte del consorzio dell'Accademia dei Pizzoccheri, dove sarete sicuri di degustare il vero pizzocchero tellino.

Se una volta tornati a casa avrete voglia di riproporli potrete cimentarvi seguendo passo dopo passo la ricetta originale dei pizzoccheri. Il formaggio Casera Dop, ingrediente essenziale, si trova in tutti i negozi di alimentari più forniti.

BITTO - Il Bitto si produce negli alpeggi della provincia di Sondrio e in alcuni comuni dell'Alta Valle Brembana (in provincia di Bergamo) dal 1° giugno al 30 settembre. L'aroma caratteristico di questo formaggio è legato all'aggiunta, prima della fine della lavorazione, di latte caprino e alle erbe dei pascoli.

LA BRESAOLA - Il risotto alla Bresaola della Valtellina con Bitto è una ricetta basica eppure buonissima. Il segreto sta probabilmente negli ingredienti: la Bresaola IGP della Valtellina è il prodotto simbolo di questa zona, confezionata da secoli dai mastri salumieri utilizzando i migliori tagli di carne, salatura e essiccatura. Da provare tutte le ricette a base di Bresaola: la Mousse di Bresaola, la Bresaola alla Montanara e Santa, il Carpaccio e gli Spaghettini con Bresaola e Bitto.

Pappa di ieri sera! #bresaoladellaValtellina #livigno #pappabuona

Una foto pubblicata da Carolina Bresciani (@caromacchiastellaice) in data: 23 Ago 2015 alle ore 10:53 PDT

Per accompagnare questi piatti è ottimo il Rosso di Valtellina DOC: è un vino leggero (11% di gradazione alcolica) e di pronta beva (arriva sul mercato sei mesi dopo la vendemmia).

POLENTA TARAGNA - La polenta taragna (tipica anche del bresciano e bergamasco) è fatta con farine miste di mais e grano saraceno. A fine cottura si aggiungono burro e formaggi semi grassi, Branzi, Casera o Fontina. Qui trovate la ricetta originale della Polenta taragna.

Scopri