Idee di viaggio

Cosa fare e vedere sul lago di Como: gli itinerari migliori

Ecco le migliori cose da fare sul lago di Como

WEEKEND Shutterstock
5/5

Che sia la vostra prima volta o siate già degli habitué delle sponde scelte da tanti turisti ogni anno come meta di tour in giornata o di rilassanti vacanze, il Lago di Como offre moltissimo. 

Dagli splendidi panorami ai borghi dalla storia affascinante, dalla cultura al relax a bordo lago: ecco i nostri suggerimenti per visitare al meglio il Lago di Como, oltre naturalmente alla città di Como, con il suo Duomo e il centro nel quale passeggiare.

LEGGI ANCHE: COSA VEDERE IN LOMBARDIA

Lago di Como, cosa fare e vedere

  • La Funicolare Como-Brunate

La Funicolare Como-Brunate è stata attivata nel lontano 1894. Un tempo era un'attrazione pensata per i ricchi milanesi, che acquistavano sul Lago di Como enormi ville meravigliose. Oggi ne fruiscono turisti da tutto il mondo per vedere dall’alto il panorama sul lago e le Alpi che lo circondano. Da qui potete eventualmente partire per escursioni. Le partenze sono contemporanee dalle stazioni di Como e Brunate e richiedono 7 minuti di percorrenza. In estate il servizio va avanti fino a mezzanotte. 

  • Cernobbi

Cernobbio è stata da sempre una meta esclusiva. Sorge ai piedi del monte Bisbino, sulla sponda ovest del lago. Avrete qui la possibilità di ammirare le diverse ville dallo stile liberty e, in particolare, Villa Erba e Villa d’Este. Si può passeggiare, fermarsi per un caffè o un gelato, o ancora partire per il sentiero della Via dei Monti Lariani.

  • Pian del Tivano

Frequentatissimo per lo sci di fondo in inverno, è meta di picnic e passeggiate rilassanti nella bella stagione: è il Pian del Tivano, a 7 chilometri da Nesso, a 1000 metri di altezza. Trovate qui sia ristoranti che agriturismi con animali che fanno di quest’area verde il luogo ideale per una giornata fuori porta con i bambini. 

  • L’Isola Comacina

Potete prendere una barca taxi da Ossuccio e, in pochissimi minuti, raggiungerete l’Isola Comacina, un isolotto nell’area occidentale del Lago, dopo Argegno. Famosa per il grande spettacolo di fuochi d’artificio e della riproduzione dell’incendio dell’isola che ogni anno viene inscenato per la Sagra di San Giovanni a fine giugno, era un tempo rifugio di artisti. Oggi disabitata, custodisce i resti della Chiesa di Sant’Eufemia, risalente al XI secolo, uno dei monumenti che meglio rappresentano lo stile romanico comasco.

  • Menaggio

Facile da raggiungere in battello partendo da Bellagio, oppure da Varenna, altro paese degno di nota sulla sponda di Lecco, Menaggio si trova all'inizio della valle che la collega al Lago di Lugano. Ecco perché il panorama qui sul lago e sulle montagne circostanti è davvero incantevole. Passeggiate nel centro storico e prendetevi una pausa rilassante ai tavolini all’aperto vista lago. 

  • Mandello del Lario

L’aspetto che più colpisce di Mandello del Lario è l’allegro colore delle case che si affacciano sul lago con le barchette arenate sulla sponda in attesa di essere rimesse in acqua. È adagiato su un pendio e circondato dal gruppo maestoso e imponente delle Grigne. Nel passato, in particolare nel Novecento, è stato un polo industriale importante. Oggi potete visitare i cortili del borgo vecchio, la torre romana e le ville in pieno stile liberty. 

  • Su alla Sighignola

La Sighignola è un punto panoramico in Val d’Intelvi a 1320 metri di altitudine. Si raggiunge salendo da Argegno. È una terrazza che si affaccia sui monti circostanti, mostrando la Svizzera, con il Lago di Lugano, la città di Lugano, Campione d'Italia, il Monte Rosa e il Cervino. In estate l’orario migliore per raggiungere la Sighignola è quello del tramonto. Nel piazzale del belvedere si trova un bar con tavolini all’aperto.  

  • Greenway del Lago di Como

Avete voglia di camminare? Potete scegliere una meravigliosa passeggiata panoramica di circa 10 chilometri che, partendo da Colonno, porta fino a Tremezzo e Menaggio, sempre costeggiando il lago. Se al ritorno siete stanchi potete optare per un tour in barca o per saltare su uno dei bus che ogni giorno portano turisti e comaschi sulle sponde del Lago. 

Nel piccolo paese di Nesso troverete una gola naturale che taglia in due il paese. Nell’orrido di Nesso due torrenti si uniscono per poi tuffarsi nel lago dopo una cascata di ben 200 metri. Per ammirare al meglio questo spettacolo vi suggeriamo di posizionarvi sull’antico ponte della Civera, che si raggiunge dopo essere scesi per le gradinate accanto alla piazza. 

  • Lecco e Varenna

Il ramo orientale del Lago di Como viene sovente trascurato, ma merita. Per esempio potete trascorrere una giornata a Lecco, città dei Promessi Sposi, visitando proprio la casa paterna di Manzoni. Protetta dal Resegone, a Lecco si può passeggiare o fermarsi sulla spiaggetta sul lungolago. 

Altrettanto suggestiva è Lierna, con il suo borgo vecchio nominato il Castello, e la spiaggia di Riva Bianca, una delle più amate del Lago di Como.

Infine, potete terminare il vostro tour a Varenna, un autentico borgo antico di pescatori. Costeggiate il Lago percorrendo la Passerella degli Innamorati e poi visitate il medievale Castello di Vezio.

Spiagge del lago di Como

Ecco quali sono le spiagge più belle del Lago di Como.

  • Spiaggia di San Giovanni, Bellaggio
  • Spiaggia di Lenno 
  • Spiaggia di Sorico 
  • Spiaggia di San Vito, Cremia
  • Spiaggia di Colico 
  • Spiaggia di Careno 
  • Spiaggia di Onno 
  • Mandello del Lario 
  • Spiaggia di Argegno

Autore: Paola Toia

Scopri