Idee di viaggio

Milano in bici: gli itinerari per scoprire la città

Gli itinerari più belli scoprire la città

Milano in bici: gli itinerari per scoprire la città IN BICI Shutterstock
5/5

Quante volte ce lo ripetiamo? Ogni primo gennaio, ogni primo settembre e magari anche ogni lunedì promettiamo a noi stessi che ci iscriveremo in palestra. O che andremo a correre e ci dedicheremo allo sport almeno un paio di volte alla settimana. E poi, puntualmente, la pigrizia prende il sopravvento e i nostri buoni propositi diventano promesse da marinaio. 

Eppure, un modo per fare un po’ di moto, senza eccessivi sforzi, divertendosi e scoprendo bellissimi angoli della città, c’è: la bicicletta. 

Una bella passeggiata in bici, oltre a essere salutare e piacevole, ci insegna a goderci gli sprazzi di sole e la vitamina D sulla pelle, anche in città. A Milano ad esempio. Dove non ci sono soltanto uffici, pile di documenti, call e caselle mail intasate ma anche tanto da vedere. Ecco, quindi, qualche itinerario per scoprire Milano in bici, provando a diventare i turisti della propria città grazie a qualche insolito giro in bicicletta.

GUARDA ANCHE: MILANO SEGRETA

MILANO IN BICI

  • Le ville e i giardini

Uno dei percorsi ciclabili più interessanti per scoprire la zona centrale di Milano è certamente quello che attraversa ville e giardini. Oltre a intrecciare diversi monumenti e vie celebri, consente al cittadino – turista – ciclista di imbattersi anche in un po’ di verde urbano. 

Si può partire da piazza Gae Aulenti, una delle più famose del capoluogo meneghino, attraversare i celebri giardini pubblici dedicati a Indro Montanelli fino ad arrivare a Villa Necchi Campiglio e ai suoi immensi giardini. La costruzione rientra nei beni protetti dal FAI, il fondo ambiente italiano. Una volta arrivati il nostro consiglio è quello di parcheggiare la bici e visitare la Villa, merita!

  • City Life

Se il verde di città vi affascina ma vi piace anche imbattervi nella tipicità dell’urbanistica meneghina e quindi negli alti palazzi, nei grattacieli e nello stile architettonico che caratterizza il centro nevralgico della moda made in Italy, l’itinerario ciclistico da percorrere è quello che attraversa City life. 

Il quartiere ultramoderno e in via di sviluppo di Milano è celebre per essere anche quello in cui abitano diversi vip. Tra tutti i Ferragnez che vivono in uno dei palazzi progettati da Zaha Hdid. Il percorso ciclabile che attraversa City life non è lunghissimo ma, partendo da piazza Giulio Cesare è possibile imbattersi – oltre che nei diversi grattacieli abitati – nella Torre Libeskind, ancora in costruzione, e nella torre Isozaki. 

  • I Navigli e la campagna

Per i pedalatori meno esperti, la pista ciclabile ideale è quella che attraversa la zona dei Navigli, quella resa celebre soprattutto dalla movida notturna. Qui, infatti, il percorso è pianeggiante e una passeggiata in bicicletta è davvero piacevole. 

Inoltre, spingendosi lungo il corso del Naviglio grande è possibile arrivare addirittura ad attraversare i primi paesini della campagna lombarda. Che ne dite, nel weekend di dedicarvi a un pic-nic nella natura con tanto di cestino in vimini portato in bicicletta?

Come attraversare Milano in bici

Sebbene la bici sia un mezzo di trasporto molto utilizzato a Milano, non tutti ne possiedono una. Ma nel capoluogo lombardo questo non è un problema. Sono infatti moltissime le postazioni in cui è possibile affittare biciclette e soprattutto diversi sono i servizi di bike sharing presenti in città. 

BikeMi – con tanto di App – è il più famoso e diffuso: attivo dal 2008 con la possibilità di un servizio di abbonamento annuale o occasionale. Tra gli altri servizi di bike sharing in cui è possibile prenotare tramite App ci sono inoltre Mobike e Ofo.

Autore Paola Toia 

Foto: © leventina / Shutterstock

Scopri