Idee di viaggio

Passeggiata fotografica alla scoperta della Milano Liberty

Alla scoperta dell'altra Milano, quella bizzarra e liberty fatta di bei palazzi e tante stravaganze

Milano VIAGGI URBANI Shutterstock
5/5

MILANO LIBERTY

Palazzi eccentrici, fantasiosi ed esagerati, costruzioni provocatorie e policrome. E' la Milano di inizio Novecento, quella dei nuovi imprenditori e delle grandi famiglie industriali, che commissionano a grandi architetti costruzioni Art Nouveau.

Architetti in voga come Giuseppe Sommaruga o Giovan Battista Bossi mescolano forme neoclassiche, eccessi barocchi e soluzioni razionali moderne per dar vita a uno stile unico. Ecco dove andare per ammirare la Milano Liberty.

LEGGI ANCHE: QUADRILATERO DEL SILENZIO

Addentrandovi nella Zona Porta Venezia, troverete palazzi fiabeschi, mosaici multicolori e cortili nascosti dietro i portoni. Un esempio? Le facciate degli edifici tra via Malpighi e via Sirtori sono ricche di maioliche colorate, ferro battuto intrecciato e rilievi.

Palazzo Castiglioni è il primo edificio Liberty di Milano che troverete in Corso Venezia 47, in corrispondenza della metropolitana Palestro. Il palazzo è opera dell'architetto Giuseppe Sommaruga ed è stato costruito nei primi del 900. Il palazzo è "manifesto" artistico dell'Art Nouveau a Milano, da notare le decorazioni delle balconate, gli intrecci di ferro battuto, le vetrate e le statue.

GUARDA ANCHE: COSA VEDERE MILANO

angoli segreti. palazzo castiglioni. milano

Una foto pubblicata da La Bonati (@la_bonati) in data: 28 Mag 2015 alle ore 23:14 PDT

Casa Galimberti - E' sicuramente l’angolo più suggestivo della Milano Liberty, un edificio colorato, fatto di mosaici, maioliche e decorazioni in ferro battuto. Le facciate della casa sono interamente coperte di ceramiche decorate con figure femminili e motivi floreali.

milano-liberty-guida

(Claudio Giovanni Colombo / Shutterstock.com)

Alla fine degli anni Novanta del secolo scorso un sapiente restauro dell'androne d'ingresso ha riportato in luce la decorazione interna che richiama i motivi floreali presenti nelle facciate esterne.

GUARDA ANCHE: 12 POSTI CURIOSI A MILANO

 

LEGGI ANCHE: IN BICICLETTA LUNGO IL NAVIGLIO DI LEONARDO DA VINCI

Casa Campanini - Ferro battuti, vetri colorati, affreschi, cemento e un ingresso formato da statue intorno ad un cancello in ferro che vi lascerà senza fiato. E' Casa Campanini dove, a attirare la vostra attenzione sono l'attenzione per il chiaroscuro delle decorazioni e la plasticità delle pareti.

Certi #palazzi di #Milano ti lasciano di stucco. [Casa Campanini, 1906] #liberty #architecture

Una foto pubblicata da Cinzia Del Manso (@insta_tip) in data: 6 Mag 2015 alle ore 02:06 PDT

Casa Campanini, by Alfredo Campanini (1906). Wrought-iron railings by Alessandro Mazzucotelli. Milan, Italy. © Roberto Conte (2011)

Una foto pubblicata da Roberto Conte (@ilcontephotography) in data: 8 Dic 2014 alle ore 06:00 PST

Casa Laugier - Fu costruita per la famiglia valdostana Laugier ad opera dell'architetto Antonio Tagliaferri, per ospitare, tra le altre cose, una farmacia. Il palazzo è costruito seguendo le influenze dell'art nouveau viennese. L'edicio si trova all’angolo tra corso Magenta e via Boccaccia.

Casa Berri-Meregalli - Un imponente palazzo realizzato da Giulio Ulisse Arata dove conviene intrufolarvi all'interno per ammirare i dettagli, le sculture e le meraviglie di questo piccolo gioiello a metà tra il neogotico e il liberty. Nell'androne del palazzo non perdete la Vittoria Alata dello scultore milanese Adolfo Wildt.

#milano #berrimeregalli #liberty

Una foto pubblicata da Sebastian Calà (@grudicarta) in data: 8 Feb 2015 alle ore 01:59 PST

Quadrilatero del silenzio Una zona racchiusa da quattro strade, dove andare alla scoperta del liberty milanese, in un quartiere che affascinò 

Giuseppe Parini, Alessandro Manzoni, Cesare Beccaria  e Stendhal, dove passeggerete tra bei palazziche nascondono orecchi di bronzo e parchi-colonia di fenicotteri.

Casa Sola-Brusca è un palazzo in via Serbelloni 10, conosciuto dai milanesi anche come Ca 'de l'Oreggia, la casa con l'orecchio. A fianco dell'ingresso di questo palazzo spunta un orecchio di bronzo. L'opera, risalente agli anni trenta è dell'artista Adolfo Wildt e un tempo fungeva da citofono.

#palazzimilanesi #architecturedetail #entryphone #bronze #adolfowildt #casasolabrusca #milan #italy

Un post condiviso da FrancobaldiniDesign (@francobaldinidesign) in data: 16 Gen 2016 alle ore 12:21 PST

Prima di lasciare il quadrilatero visitate il giardino di Villa Invernizzi, dove troverete una colonia di fenicotteri

#milano #nascosta #villainvernizzi #flamingo #expo2015 #pink #sleepingononeleg #animalicheselatirano

Una foto pubblicata da Francesco Maggi (@ciuffomaggi) in data: 1 Giu 2015 alle ore 02:05 PDT

Acquario Civico di Milano - Dei 225 edifici in stile liberty realizzati a Milano nel 1906 per l'esposizione internazionale, rimane solamente l'acquario civico di Milano di Sebastiano Locati dato che gli altri furono demoliti al termine dell'esposizione. L'edificio che ospita l'acquario costituisce uno dei migliore esempi di liberty e fu progettato dall'architetto Sebastiano Locati.

Field trip Friday 🐬🐟 #poseidon

Una foto pubblicata da Kitty (@katchabot) in data: 13 Giu 2015 alle ore 01:58 PDT

Passeggiando per Milano potrete notare numerosi palazzi in cui il liberty è mischiato al neogotico,spettacolari sono le Case castello come quella in Via Sforza o in via Bellezza. L'esempio più famoso è sicuramente il Castello Cova.

#castellocova #viacarducci #viasanvittore #milano #milan #sole #sun #milaninsight

Una foto pubblicata da Roberto Colombo (@robycolombo7) in data: 29 Mar 2015 alle ore 09:12 PDT

Un altro importante esempio di contaminazione dello stile liberty milanese lo trovate nella Stazione Centrale di Milano.

Yesterday we made a quick stop in #MilanItaly! Just a day and a night to see this cool city and not even enough time to see the expo.

Una foto pubblicata da Jonathan Stalcup (@architecturalsavannah) in data: 6 Giu 2015 alle ore 23:22 PDT

 

Scopri