Idee di viaggio

Sabbioneta: la città ideale del Rinascimento

7 motivi per cui non puoi perderti una visita a Sabbioneta

Sabbioneta BORGHI Shutterstock
/5

C'è un posto a due passi da Mantova che devi assolutamente visitare: Sabbioneta era un piccolo borgo che fu trasformato dai Gonzaga in un sogno rinascimentale e che ancora oggi brilla come esempio luminoso di "città ideale" del Rinascimento.

Qui sotto trovate tutti i motivi per visitare Sabbioneta (includono affreschi, vino e cibo).

Sabbioneta

C'era una volta un piccolo borgo fortificato del mantovano, modesto come uno dei tanti in Pianura Padana. Durante il '500 Vespasiano Gonzaga decise di ricostruirlo completamente secondo i canoni della Città Ideale Rinascimentale. 

Secondo i precetti vitruviani e quelli dell’architettura militare le mura della città disegnarono una stella con il perimetro esagonale e le strade una scacchiera urbanistica che al centro formava un’asse che porta ancora il nome del Duca. 

Il rigore delle linee e l'armonia delle proporzioni erano al centro del progetto. Il risultato? Mettetevi al centro di Piazza Ducale e girate lo sguardo a 360° sulle vie porticate e ammirate gli effetti della prospettiva, l'eleganza e la sobrietà delle facciate e delle linee, anche se, per vedere autenitici tesori dovrete entrare nei palazzi e nelle chiese.

Cosa vedere a Sabbioneta

Qui di seguito trovate tutte le cose imperdibili da fare e da vedere a Sabbioneta.

  • Palazzo Ducale

Dopo aver goduto delle prospettive armoniche e al millimetro di Piazza Ducale entrate al Palazzo Ducale, il più antico degli edifici costruiti da Vespasiano Gonzaga. Soffitti intagliati in legno e dorati della doratura originale, affreschi colorati, bassorilievi a stucco e statue lignee.

  • Teatro Olimpico

Fu il primo teatro italiano costruito per vivere di vita propria senza che fosse annesso a un altro edificio o residenza privata. Dall'esterno affascinano gli accenni manieristi, ma ancora una volta la sorpresa è all'interno con la gradinata in legno e le statue meravigliose che sovrastano la loggia. 

  • Palazzo Giardino 

A Sabbioneta sorgevano le residenze nobili della corte dei Gonzaga, colta e illuminata. I palazzi più belli della città raccontano ancora le loro storie. Imperdibili sono quelle di Palazzo Giardino costruito per essere la residenza del Principe Gonzaga. Ci sono ancora gli affreschi originali, i pavimenti in marmo e il portocato davanti a Piazza Castello con gli affreschi degli Alberti che percorre i 97 metri del lato della piazza. 

  • Piste ciclabili

Canneto dell'Oglio - Piadena, Casalmaggiore - Sabbioneta e tante altre piste ciclabili percorrono gli argini dei canali e le rive dei fiumi su strada sterrata e asfaltata. I paesaggi fluviali dell'Oltre Po possono essere ammirati a piedi, in macchina o in bicicletta. Da Torre d’Oglio, perché poco prima che l’affluente si getti nel Po, quando ha già rallentato la sua corsa, c’è un caratteristico ponte di barche che lo attraversa. Da qui le strade bianche seguono l'Oglio per 60 km. 

  • Riserva naturale Torbiere di Marcarìa

La riserva naturale Torbiere di Marcaria è una zona umida perfetta per chi ama fare birdwatching. Ci vive infatti una colonia di aironi rossi, ma anche cinerini, garzette, aironi bianchi maggiori e aironi guardabuoi. 

  • La Brisa

Una delle ricette inconfondibili di questa zona del Mantovano è la brisa: la sbrisolona, un dolce dalle ricette antiche che fonda le sue origini con quelle delle famiglia Gonzaga. A corte veniva fatto con lo strutto e l'aggiunta di vaniglia, zucchero e limone. 

  • Corte Bondeno

Corte Bondeno non è solo una trattoria dove si mangia benissimo, ma anche un posto da visitare: un cabinet of curiosities in pieno Oltre Po'. Il proprietario, Andrea, colleziona e raccoglie da anni oggetti vintage, juke box e vecchie stampe che arredano un'antica cascina del '700 con pavimenti e soffitti originali. 

Mappa e Cartina

Scopri