Idee di viaggio

Cosa vedere a Varese

Tutto quello che devi sapere per visitare Varese e dintorni

Sacro Monte di Varese WEEKEND Shutterstock
5/5

Varese è una città curata definita da alcuni una città giardino e una delle più belle della Lombardia. È è piccola, ma nonostante questo, nasconde preziosi tesori, primo fra tutti il Palazzo Estense con i suoi meravigliosi giardini, paragonato da Stendhal, nel suo viaggio in Italia, a Versailles: "la Versailles di Milano".

Cosa vedere a Varese

Una visita a Varese non può che iniziare dal centro storico. Il parcheggio del centro commerciale le Corti è la scelta percfetta, per raggiungere il centro in pochi passi a piedi.

  • Centro storico di Varese

La Basilica di San Vittore, a 5 minuti dal parcheggio, è un tesoro del barocco lombardo affrescata con importanti opere d'arte del periodo. L'arco Mera collega Piazza San Vittore a Piazza del Podestà. Questo arco, che è il simbolo di Varese, segna l'accesso al Borgo antico che è ciò che rimane della Varese antica dopo l'imponente ristrutturazione urbana dell'inizio del '900.

Qui si trovano il Palazzo del Potestà e Palazzo Biumi, detto il Broletto, nel cui affascinante cortile si teneva, fino all'800, il mercato delle granaglie. 

Camminate su Corso Matteotti, il salotto di Varese. Qui ci sono i negozi, i bar e i locali più frequentati della città. Le case con i portici sfilano lungo il corso. I portici nel Medioevo riparavano le botteghe al piano terra, mentre al primo piano ed al secondo c'erano l'area giorno e l'area notte. Sul retro le case affacciavano sul torrente dove avevano i loro orti privati.  

Fuori dal borgo antico passeggiate alla scoperta dei palazzi in stile liberty di Varese:

  • Casa Bianchi (Via Morosini, 17) 
  • Casa Vidoletti (Piazza XX Settembre) 
  • Casa Rovera (Hotel di Varese - Via Como, 6) 
  • Stabile Mera-Gorini (Via Bernascone) 
  • Edificio (Via S. Francesco, 16)
  • Cimitero di Giubiano (Via Maspero) 

 

  • Casa Perabò

Da Corso Matteotti deviate su via Albuzzi per ammirare Casa Perabò. La finestra in cotto della dimora nobiliare, finemente intarsiata, è la stessa dal '400, anche se nel 2011 è stata oggetto di un delicato restauro.

  • Palazzo Estense

Il Palazzo Estense è il vero tesoro di Varese. Qui il Duca di Modena, Francesco III d'Este, voleva spostare la sua corte e per questo fece costruire un enorme palazzo in stile barocco lombardo. La facciata che dà sulla città è più sobria, mentre quella sul retro che guarda ai giardini è più ricca. La sala da ballo, il salone d'Onore e la Sala Estense vi lasceranno senza fiato.

Oggi il Palazzo Estense è la sede del Municipio di Varese e della Biblioteca Civica e può essere visitato su prenotazione (Tel. 0332 255444;mail a promozione.territorio@comune.varese.it) e gratuitamente.

  • Giardino Estense

Il Giardino Estense è stato progettato nel tipico stile francese, con enormi prospettive e simmetrie. Potete passeggiare nei boschi, lungo i viali, i laghetti e le fontane. L'ingresso è libero ed il giardino è sempre aperto al pubblico. 

Cosa vedere a Varese in 1 giorno

Iniziamo la mattinata con una colazione al bar storico Ghezzi, in Corso Matteotti. Gli interni sono arredati in stile liberty e i dolci esposti meritano tutta la pazienza e la calma della scelta, dell'attesa e della degustazione.

Dopo la visita all'Arco Mera, al Broletto ed alla Basilica di San Vittore riprendiamo Corso Matteotti per visitare e fotografare la finestra del Perabò. 

A pranzo andiamo a Villa Panza dove il ristorante Luce è il posto perfetto per mangiare la cucina tipica del Varesotto in una location d'eccezione. Dopo la visita alla collezione d'arte contemporanea torniamo a Varese per visitare Palazzo Estense ed i Giardini Estensi. 

Dintorni di Varese

Intorno a Varese ci sono tante cose da vedere. I laghi di Como e di Lugano non sono molto distanti (qui trovate tutto quello che c'è da vedere a Lecco). Qui trovate la guida a Cosa vedere in Lombardia e qui i Borghi più belli della Lombardia.

  • Lago di Varese

Il Lago di Varese si trova a pochi km dalla città e si gira benissimo in bicicletta (sono solo 30 km). Visitate le ghiacciaie che assomigliano architettonicamente ai trulli e che qui erano costruite per conservare il pesce pescato nel lago quando non esisteva il frigorifero (la visita si prenota chiamando il Comune di Cazzago allo Brabbia 0332964400).

Visitate il Santuario della Madonna del Lago di Azzate. Dal piccolo molo di Biandronno partono tutti i sabati i traghetti che portano all'isolino Virginia: un fazzoletto di terra nel lago, coperto di vegetazione fitta che ospita un museo dedicato al mondo preistorico. Sul lago di Varese infatti viveva una florida comunità palafitticola. 

  • Sacro Monte di Varese

La Via Sacra è un'ampia strada acciottolata che si inerpica collegando quattordici cappelle tutte decorate con stupende statue in terracotta dipinta e affreschi che illustrano i Misteri del Rosario. Alla fine della salita arriverete al borgo di Santa Maria del Monte ed al Santuario del Sacro Monte. Da qui il panorama sulla città, sui laghi e sulle valli è meraviglioso.

  • Funicolare Vellone-Sacro Monte

In alternativa si può raggiungere il borgo di Sacro Monte con la funicolare. Fa parte del sistema di funicolari costruito a Varese nel '900 quando la città era un'importante rotta turistica. Quella di Sacro Monte è stata ricostruita nel 2000 ma nantiene ancora le vecchie stazioni in stile liberty. Sulla strada che porta a Campo de Fiori gli amanti dello stile liberty potranno rifarsi gli occhi ammirando ville e hotel in stile fiorito, incastonati tra le colline. 

  • Villa e collezione Panza

Villa Panza è una villa settecentesca con un magnifico giardino all'italiana. La dimora ospita una collezione d'arte contemporanea americana creata da Panza a partire dagli anni 50 dello scorso secolo. Qui trovate tutte le info per visitare la Villa e collezione Panza

Mappa e cartina

Qui sotto trovate la mappa di Varese con i percorsi stradali, pedonali e ciclabili per scoprire la città ed i dintorni di Varese. 

 

Scopri