Idee di viaggio

10 luoghi isolati in Italia

Ecco i posti remoti ed isolati da scoprire nel 2021

Val d'Ultimo Shutterstock
5/5

L'Italia è un Paese che, sia a livello paesaggistico che naturale, ha moltissimo da offrire a chi desidera visitarla. 

Se poi ci troviamo in un periodo difficile, come quello che stiamo vivendo, e si ha la necessità di distanziarsi dagli altri, possiamo scegliere luoghi remoti e isolati, dove vivere qualche ora di relax. Riempirsi gli occhi di colori e magia è un regalo che facciamo a noi stessi, tra piccoli borghi, parchi nazionali, valli poco conosciute, monasteri, castelli e molto altro. Quali luoghi isolati scegliere dunque? Ecco i nostri suggerimenti. 

10 luoghi isolati in Italia

  • La Sacra di San Michele, Piemonte
  • Riserva Integrale di Sasso Fratino, Emilia Romagna
  • Isola di Zannone, Lazio 
  • Vallone dei Mulini, Campania
  • Val Fiscalina, Alto Adige
  • Supramonte, Sardegna
  • Val d’Ultimo, Alto Adige
  • ll Monastero di Sabiona, Alto Adige
  • Valganna, Lombardia
  • Apricale, Liguria

Luoghi isolati in Italia

  • La Sacra di San Michele, Piemonte

Un’antica abbazia, costruita tra il 983 e il 987, si trova sulla cima del Monte Pirchiriano. La Sacra di San Michele ha ispirato il film Il Nome della Rosa ed è in Val di Susa. Si respira qui un’aria davvero particolare, mistica ed emozionante. Si può vedere dalla sua cima Torino e il panorama sulla valle che la circonda.

  • Riserva Integrale di Sasso Fratino, Emilia Romagna

La Riserva Integrale di Sasso Fratino è un’area naturale di grande valore e per questo viene protetta da molti anni. La peculiarità della foresta sono i faggi millenari e gli scorci incredibili che si possono percorrere se amate il trekking, tra cascate, fiumi ed eremi. Potreste incontrare cervi e cinghiali. 

  • Isola di Zannone, Lazio

L’Isola di Zannone, con quel che rimane del suo monastero circense e l’affaccio sul Tirreno, meritano assolutamente una visita. L’isola fa parte dell’Arcipelago Pontino, raggiungibile con i traghetti dai porti di Anzio, Terracina e Formia. È disabitata e isolata e forse proprio per questo è conservata al meglio. Potete percorrere molti sentieri nella natura e ammirare le rovine del Convento di Santo Spirito. 

Risale al X secolo d.C. ed è uno dei luoghi abbandonati più particolari al mondo. Il Vallone dei Mulini di Sorrento si trova infatti in un crepaccio vulcanico ed è stato abbandonato nel XIX secolo e oggi è ricoperto dalla vegetazione. Si può vedere dall’alto ma non è visitabile.

  • Val Fiscalina, Alto Adige

La sua lunghezza è di soli 4 chilometri e mezzo ed è di una bellezza insuperabile: tra tappeti di fiori e boschi fitti, malghe tipiche e pareti rocciose, la Val Fiscalina parte da Moso per attraversare il Parco Naturale delle Tre Cime di Lavaredo, fino a raggiungere il rifugio di Fondovalle. Guardandosi intorno sembra di stare in una fiaba: alle pendici del Monte Elmo un'ampia fascia di larici separa i masi più alti dal limite del bosco. 

  • Supramonte, Sardegna

Supramonte è una catena montuosa antica che attornia il massiccio del Gennargentu e comprende un territorio molto ampio di cinque comuni, Dorgali, Oliena e Orgosolo nelle Barbagie, Baunei e Urzulei in Ogliastra e una parte di Golfo di Orosei. Si alternano qui panorami a strapiombo sul mare e siti archeologici dell’interno, come il misterioso Villaggio di Tiscali, una delle testimonianze nuragiche più importanti. 

  • Val d’Ultimo, Alto Adige

Formata da quattro paesini, San Pancrazio, Santa Valburga, San Nicolò, Santa Gertrude, la Val d’Ultimo è circondata da masi secolari, di cui i contadini si prendono ancora oggi cura, e natura incontaminata. I sentieri sono fiancheggiati da steccati in larice fatti a mano e ci portano alla scoperta del gruppo dell’Ortles. 

  • ll Monastero di Sabiona, Alto Adige

Definito l’Acropoli del Tirolo, il Monastero di Sabiona guarda dall’alto la cittadina di Chiusa. Si raggiunge solamente a piedi, percorrendo la via Crucis che fiancheggia la Torre del Capitano. Silenzio e raccoglimento accompagnano l’esperienza.

  • Valganna, Lombardia

A pochi chilometri da Varese, si apre la Valganna, un luogo particolare sul quale si raccontano diverse leggende, come quella di Gemolo, un giovane cavaliere che inseguì nella valle alcuni briganti chiedendo loro di restituire dei beni da loro rubati e venne decapitato. Il giovane, giustiziato, raccolse la sua testa e cavalcò fino a raggiungere lo zio vescovo, che lo seppellì e fece erigere la Badia di San Gemolo in Ganna. Nella valle si trovano boschi, grotte, borghi e percorsi di trekking. 

  • Apricale, Liguria

Un borgo remoto dell’entroterra ligure, un paese medievale, circondato dagli ulivi. Il paese è isolato e molto scenografico, e permette di passeggiare tra i carruggi, alla ricerca di trattorie tipiche, e del Castello della Lucertola.

Autore: Paola Toia

Scopri