Idee di viaggio

Il Tempio di Valadier a Genga

Se quello di cui hai bisogno è un nascondiglio, perfetto e spirituale, pensiamo di aver trovato il posto giusto che fa per te

Tempio del Valadier WEEKEND Shutterstock
5/5

Nascosto tra le pareti di un'antica grotta, esiste un posto che sembra uscito da un racconto fantasy. È il Tempio di Valadier, una chiesa neoclassica dedicata alla Vergine Maria che sorge nel cuore del Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi.

L'iscrizione recita Refugium Peccatorum: il luogo ha infatti dato rifugio a credenti in fuga dal mondo o forse da se stessi per secoli. Siamo nelle Marche, in provincia di Ancona nel comune di Genga.

Dietro la chiesa si nasconde un'enorme sistema di cavità ed anfratti che fa parte delle grotte di Frasassi. Qui trovarono riparo gli abitanti della zona nelle invasioni provenienti dall'Ungheria del 10° secolo. Durante la costruzione della chiesa infatti sono state ritrovate ossa di adulti e bambini, forni per cuocere il pane, magazzini per il grano ma anche monete dell'Età del Bronzo e del Ferro.

Tempio del Valadier

La chiesa si trova sul versante sinitro della Gola di Frasassi. Il tempio del Valadier fu fatta costuire da papa Leone XII nel 1828, sulla base di un progetto dell'architetto Giuseppe Valadier. La chiesa fu realizzata su pianta ottogonale con un tetto a cupola ricoperto da lastre di piombo. Venne realizzata in travertino ricavato da una cava che si trova a monte della grotta situata nella stessa gola delle grotte di Frasassi.

All'interno della chiesa ottagonale era custodita una Madonna con bambino di Canova che è esposta nel museo di arte sacra di Genga per questioni di sicurezza.

Poco distante dal tempio Valadier si trova un'altra costruzione sacra che condivide le mura con la montagna e che è precariamente arroccata fuori dalla grotta. Si tratta della Madonna Infra Saxa, un eremo risalente al 1029 dove vivevano in clausura le monache benedettine.

Come arrivare 

Il tempio di Valadier si raggiunge attraverso la strada che dalle Grotte di Frasassi porta a Genga. Potrete proseguire in auto fino a dove incontrerete il cartello "Presepe Vivente". Da qui ha inizio una stradina ripida di circa un chilometro che vi porterà fino al Tempio. 

Orari

Se volete visitare il Tempio, informatevi prima di partire presso la Pro Loco di Genga o sulla Pagina del FAI- Fondo Ambiente Italiano. Durante le Giornate Fai, la chiesa osserva i seguenti orari 

  • Sabato: 10:00 - 12:00 / 15:00 - 18:00 
  • Domenica: 10:00 - 12:30 / 15:00 - 18:00 

 

Scopri