Idee di viaggio

Le spiagge segrete delle Marche

5 spiagge poco conosciute lungo la Riviera del Conero

Spiagge Segrete nelle Marche: le più belle e meno conosciute MARE Shutterstock
5/5

Le spiagge meno conosciute delle Marche si trovano sulla Riviera del Conero

Sono baie e calette immerse nella macchia mediterranea dove le scogliere bianche si tuffano nelle acque azzurre del mar Adriatico. Sono angoli di pace dal fascino selvaggio. Ideali per un bagno fuori stagione in totale solitudine. 

Ecco le spiagge segrete delle Marche.

Le spiagge segrete delle Marche

  • Spiaggia di Mezzavalle
  • Spiaggia del Frate
  • Spiaggia di San Michele e dei Sassi Neri 
  • Spiaggia dei Gabbiani 
  • Spiaggia del Trave 

Spiaggia di Mezzavalle

È una splendida spiaggia selvaggia nella parte nord di Ancona, sovrastata dal maestoso scenario montuoso del Monte Conero. La spiaggia di Mezzavalle è un’ampia distesa di ghiaia fine, lambita da acque chiare e cristalline. È priva di stabilimenti balneari ma dotata di un bar/ristorante. La si raggiunge via mare o a piedi attraverso un sentiero che inizia poco prima della rotonda di Portonovo, dove si trova un piccolo spiazzo. 

Il sentiero ha diverse pendenze, a tratti più ripide, e sfocia proprio al centro della spiaggia. La spiaggia è adatta a tutti ma si consigliano scarpe sportive per la camminata. Inoltre è accessibile solo su prenotazione nei week-end dal 19/6 al 31/7 e dal 28/8 al 12/9 tutti i giorni dal 1 al 27/8. Ci si prenota tramite app o portale “ibeach.it” e non è possibile riservare per due giorni di fila la stessa spiaggia. 

Spiaggia del Frate

Un’altra splendida spiaggia poco conosciuta lungo la Riviera del Conero è la spiaggia del Frate, immersa tra la bianca roccia delle scogliere e il verde del parco naturale. È una spiaggia di ghiaia fine con zone attrezzate e zone libere, perfetta per lo snorkeling e per gli amanti delle calette. 

La si raggiunge a piedi dal centro di Numana o via spiaggia dal porticciolo turistico. Come tutte le spiagge libere di Numana è accessibile senza prenotazione fino al raggiungimento della capacità massima consentita. Ma fate attenzione perché il tratto nord dopo lo “scoglio del Bo’” si trova in territorio di Sirolo e va prenotata con app o portale “ibeach.it”. Per assistenza e informazione telefonare al 3202841150 – 320 2933327.   

Spiaggia di San Michele e dei Sassi Neri 

È una spiaggia situata in una baia scenografica immersa nella macchia mediterranea e protetta dal Monte Conero. La spiaggia di San Michele e dei Sassi Neri prende il nome dalle rocce scure del suo fondale, ed è infatti composta da ghiaia fine, ciottoli e roccia che si tuffano in acque turchesi e cristalline. È un’ampia e lunga spiaggia, dove si alternano tratti di spiaggia libera a tratti attrezzati, ideale per rilassarsi o passeggiare tra le bellezze naturali della Riviera del Conero. 

È raggiungibile a piedi, in autobus o con la bici elettrica, prenotabile e ritirabile presso la Pro Loco di Piazza Vittorio Veneto di Sirolo. Come tutte le spiagge libere di Sirolo anche questa è accessibile esclusivamente su prenotazione con app o portale “ibeach.it”.

Spiaggia dei Gabbiani 

Il paradiso segreto delle Marche è la spiaggia dei Gabbiani, una caletta appartata dove le bianche rocce del Monte Conero si tuffano verticalmente nelle acque azzurre dell’Adriatico. È una spiaggia di sassi e ghiaia, priva di stabilimenti balneari, perfetta per lo snorkeling e per chi ama la natura incontaminata. È un’insenatura dal fascino selvaggio raggiungibile solo via mare con escursioni organizzate o con barche private. Attualmente però non è possibile accedere alla spiaggia. 

Spiaggia del Trave 

In un’altra meravigliosa baia del Parco del Conero si trova la spiaggia del Trave, una lingua rocciosa che si allunga nel mare tra Ancona e Portonovo. Qui il Monte Conero si tuffa verticalmente nel mare e prosegue per almeno un chilometro nelle acque dell’Adriatico come una banchina naturale. La spiaggia del Trave è libera e selvaggia. La si raggiunge a piedi con scarpe comode ed è consigliata ad un pubblico più adulto. Attualmente però non è consentito accedere alla spiaggia del Trave per rischio frane.

Autore: Francesca Ferri

Scopri