Idee di viaggio

Mare in Liguria, spiagge e località perfette per l'estate

Le migliori mete per le vacanze estive in Liguria

Mare in Liguria, spiagge e località perfette per l'estate MARE Shutterstock
/5

Ampie baie sabbiose, intime calette rocciose e spiagge selvagge incastonate tra scogliere a strapiombo. Alle loro spalle suggestivi borghi dalle caratteristiche case colorate, caruggi ed eleganti ville immerse nella vegetazione rigogliosa che rievocano i fasti del passato. 

La Liguria è la meta ideale per chi vuol rilassarsi sulle sue belle spiagge ed esplorare le meraviglie dei suoi antichi borghi marinari. Dalla Riviera di Levante a quella di Ponente, ecco cosa vedere questa estate e dove andare al mare in Liguria. 

Mare in Liguria, spiagge e località per l'estate 

  • Monterosso al mare 
  • Portovenere
  • Lerici
  • Santa Margherita Ligure
  • Portofino
  • Camogli 
  • Varigotti
  • Bordighera
  • Sestri Levante

Monterosso al mare

Monterosso al Mare, antico borgo marinaro fra punta Mesco e l'isola del Tinetto, è il paese meno aspro delle Cinque Terre. Sorge a ridosso delle colline ammantate di vigne e ulivi che abbracciano il centro. Scoprite il suggestivo borgo vecchio, dove camminare tra i suoi caruggi, stretti vicoli tipici delle cittadine liguri, e ammirare la chiesa di san Giovanni Battista dalla facciata gotica, l’antico oratorio di Santa Croce e la chiesa di San Francesco dove è custodito il dipinto della Crocifissione, attribuita a Van Dyck. Se capitate a Monterosso a maggio vedrete poi le vie del borgo tingersi di giallo per la sagra del limone. Monterosso, inoltre, ha bellissime spiagge, nascoste tra scogliere a picco sul mare. Tra queste, la spiaggia di Fegina, la più grande e più comoda delle Cinque Terre e l’unica di sabbia, perciò è anche una delle più gettonate. Alla fine del lungomare verso Levanto si trovano invece due spiagge libere: la spiaggia del Gigante e la spiaggia del Portiglione. 

Portovenere

Portovenere è un borgo medievale della riviera ligure, situato a sud delle Cinque Terre, sulla costa occidentale del promontorio del Golfo della Spezia, anche detto Golfo dei Poeti, perché scelto come luogo di vacanza da numerosi scrittori e poeti tra cui Byron e Shelley. Portovenere è una rinomata località di villeggiatura dove l’architettura si integra perfettamente alla natura. Il lungomare incornicia il piccolo porto, il centro poi affascina con le strette case dai tanti colori diversi, le ripide scalinate e gli stretti vicoli. Da vedere, il Santuario della Madonna Bianca, che domina il centro storico, e il Castello Doria, imponente fortezza militare. 

Sul promontorio delle Bocche spicca la suggestiva chiesa di San Pietro, di epoca paleocristiana ricompletata in stile gotico. Da non perdere poi la Grotta di Byron, ai piedi della Chiesa di San Pietro, dove il poeta inglese si rifugiava a meditare. Le spiagge di Portovenere si trovano a circa 800 metri dal centro, in direzione di La Spezia. Lì si susseguono una serie di spiagge, attrezzate o meno, ma non affrettatevi a fermarvi alla prima. Dal porto di Portovenere partono ogni giorno battelli per le Cinque Terre e per le tre isole di Palmaria, Tino e Tinetto.

Lerici

Sulla sponda orientale del Golfo dei Poeti, di fronte Portovenere, si trova Lerici, un borgo di epoca etrusca che nel 1822 accolse il poeta romantico inglese Percy Bysshe Shelley con la famiglia. Gli Shelley scelsero come casa per le vacanze Villa Magni, a San Terenzo, una frazione di Lerici, che divenne un punto di ritrovo per letterati ed esuli inglesi. Lerici si caratterizza per le case alte e strette dai colori forti, rosso e giallo, che si affacciano sul porto. Il centro poi, tra scalinate e carrugi, è dominato dal maestoso castello medievale, un esempio di architettura militare tra i meglio conservati della Liguria. Dall'alto della fortezza si può godere di un ampio panorama sul Golfo dei Poeti. Da non perdere una passeggiata sul lungomare e una visita all’oratorio di San Rocco, con campanile trecentesco, e alla chiesa di San Francesco che custodisce preziose opere d’arte. 

Lerici inoltre vanta belle spiagge che costituiscono una buona alternativa, sicuramente più economica, alle Cinque Terre. Tra le spiagge più belle c’è la bella e difficile Cala Maramozza, da raggiungere tramite un ripido sentiero fino al mare. Poi la spiaggia della Venere Azzurra, quasi completamente libera, è considerata tra le più scenografiche di Lerici. Vicino al borgo si trovano le tre spiaggette di San Giorgio, comode e attrezzate. Il vicino borgo di San Terenzo ha una spiaggia per lo più ghiaiosa, invece non lontano si trovano altre più belle come quella di Marinella e la famosa spiaggia Baia Blu, in località Pozzuolo. Tra le spiagge di Lerici e Fiascherino, infine, si trova l’esclusivo beachclub Eco del Mare, con baldacchini e cuscini, area lounge e un’atmosfera raffinata. 

Santa Margherita Ligure 

Santa Margherita Ligure è una Perla della Riviera di Levante, a due passi da Portofino. Situata in una conca chiusa nella parte nord-occidentale del promontorio di Portofino e nella parte più interna del golfo del Tigullio, Santa Margherita Ligure si sviluppa a nastro lungo due principali insenature. Dopo la Seconda guerra mondiale Santa Margherita, come Portofino e il borgo di Paraggi, diventò una rinomata ed esclusiva località turistica. L’eleganza si preannuncia a Santa, come viene chiamata, dai raffinati palazzi con magnifici trompe l’oeil e stradine con risseu, il tipico ciottolato ligure. Fate un giro al porticciolo a due passi dal centro e poi visitate la Villa Durazzo-Centurione, costituita da due ville, un ampio parco seicentesco con giardino all'italiana e sentieri in risseu. 

Villa Durazzo, inoltre, ospita il museo artistico "Vittorio Giovanni Rossi", dedicato appunto al noto scrittore e giornalista sammargheritese, oltre agli appartamenti del Principe e la raccolta "Bellometti". Da non perdere poi il Castello di Santa Margherita Ligure sul lungomare che risale al 1550 e l’antica Abbazia della Cervara, complesso monastico del 1361 a strapiombo sul mare con splendidi giardini all’inglese, oggi di proprietà privata. Infine rilassatevi sulle spiagge di Santa Margherita Ligure. Nella zona detta Ghiaia se ne trovano alcune a pagamento e una libera prevalentemente sassosa, che si animano con musica e feste durante l’alta stagione. Ma raggiungete la baia di Paraggi per un bagno nell’acqua cristallina. 

Portofino

Poco distante da Santa Margherita Ligure si trova Portofino, un’altra località esclusiva del turismo internazionale, situata nella parte occidentale del golfo del Tigullio. È un piccolo borgo marinaro della riviera ligure, circondato dal Parco naturale regionale e dalla Riserva marina, che ha incantato artisti, intellettuali e personaggi famosi. La “piazzetta” è il simbolo di Portofino e il punto di ritrovo del jet set internazionale, mentre il piccolo porto con le tipiche casette dai colori vivaci testimonia della grande tradizione marittima di Portofino, i cui abitanti erano chiamati da Greci e Romani “delfini”, per l'abilità nella navigazione. 

Da vedere, la chiesa di San Giorgio, patrono del borgo, che risale al XII secolo, il castello Brown e lo splendido giardino pensile, infine il faro su Punta del Capo che domina l’intera baia. Da non perdere una visita della suggestiva abbazia medievale di San Fruttuoso, a pochi chilometri dal borgo e al Teatro Perla del Tigullio, dove si tengono manifestazioni di livello nazionale ed internazionale. A Portofino le spiagge più belle sono: Baia Cannone, una caletta romantica di ciottoli e acque turchesi immersa in uno scenario suggestivo, che fa parte dell’Area Specialmente Protetta di Interesse Mediterraneo; la Baia di Niasca, una spiaggia libera e sabbiosa che si trova al confine con la cittadina di Paraggi; la Baia di Paraggi, comoda e attrezzata. 

Camogli

Camogli si affaccia sul Golfo Paradiso, all'estremità occidentale del promontorio portofinese. È uno dei borghi più romantici della Riviera di Levante che vi incanterà con le sue case variopinte sul mare e le rovine di un castello medievale. Camogli è patinata ma non snob come la vicina Portofino. È una cittadina la cui storia è legata indissolubilmente al mare, che vedrete da ogni scorcio e ritroverete al museo di storia locale e nelle specialità gastronomiche. È il luogo ideale per una vacanza tranquilla anche fuori stagione, dove oziare sulle spiagge oppure fare trekking sul monte di Portofino. La spiaggia di Camogli è una spiaggia cittadina, in parte libera e in parte attrezzata, composta da ciottoli e ghiaia stretta, lambita da acque trasparenti, protetta da case colorate alle spalle. Più suggestiva è la baia di San Fruttuoso, dominata dalla famosa abbazia. La spiaggia è molto piccola, ma immersa in un meraviglioso scenario. Da Camogli si possono raggiungere facilmente le altre spiagge del Golfo Paradiso e del Golfo del Tigullio. 

Varigotti

È conosciuta come il borgo saraceno della Liguria, amato da artisti, poeti e scrittori. Varigotti è la località balneare amata dai vip che vogliono le bellezze della Liguria senza la mondanità di Portofino. Situato in una posizione strategica, protetto dai venti, questo piccolo borgo che conta circa 700 abitanti ha visto passare nel corso dei secoli Romani, Bizantini e Longobardi oltre ai Saraceni. Oggi Varigotti fa parte del comune di Finale Ligure, e ha un grazioso centro storico dove vedere la chiesa parrocchiale di San Lorenzo in stile barocco, l’antichissima chiesa di San Lorenzo che sovrasta la Baia dei Saraceni e le rovine del castrum bizantino. Ma il mare è l’attrazione principale a Varigotti. La spiaggia cittadina è una lunga striscia di sassolini misti a sabbia, che si estende davanti al centro storico. Qui troverete tratti di spiaggia libera e altri attrezzati, compresi alcuni dog-friendly. A est del promontorio che delimita il centro storico, si trova la Baia dei Saraceni, la spiaggia più bella nei dintorni di Varigotti, libera, di sabbia e ghiaia, circondata dal verde della vegetazione sul promontorio. Proseguendo in direzione est si arriva alla spiaggia del Malpasso, di sabbia e ghiaia, a pagamento. A chi ama le spiagge selvagge consigliamo quella di Punta Crena. È una caletta nascosta tra ripide scogliere che si tuffano in un mare cristallino e turchese. Scavata dall’erosione del mare, Punta Crena è uno scrigno nascosto tra terra e mare, isolato e solitario anche nei mesi estivi. È una delle spiagge più affascinanti della Riviera di Ponente. Dal molo Varigotti, dunque, prendete il largo e raggiungete questa spiaggia a nuoto, o con l’aiuto di un materassino, una canoa o un pedalò. I più avventurosi amanti del trekking potranno percorrere un sentiero che dalla montagna scende sulla baia, ma tenete conto che un tratto del percorso è pericoloso ed è raccomandato calarsi con l'aiuto di una corda. Se infine viaggiate con il vostro cane, Finale Ligure conta ben 15 dog-beaches.

Bordighera

Ai piedi delle Alpi Marittime, tra Sanremo e Ventimiglia, si trova Bordighera, una cittadina della Riviera dei Fiori che conquistò Monet, la regina d’Italia e ad altri ospiti illustri. Di origini romane, la città è divisa in due zone: un centro storico di epoca medievale, caratterizzato dal tipico labirinto di viuzze e scalinate, e una parte ottocentesca affacciata sul mare. I primi a scoprire Bordighera furono gli inglesi, attratti dal clima mite tutto l’anno. Poi Monet si fermò qui per mesi nel tentativo di catturare la luce nelle sue tele. Ne dipinse ben 34. Tra il 1914 e il 1916, la regina Margherita di Savoia si fece costruire Villa Margherita in stile neoclassico, oggi sede di un museo pinacoteca. Le eleganti ville con giardini pieni di palme rievocano il periodo d’oro di Bordighera, tra le altre Villa Garnier costruita dall'architetto Charles Garnier. Da vedere inoltre il Giardino esotico Pallanca, che ha un patrimonio di 3200 specie di piante, tra cui una preziosa collezione di cactus. Le spiagge di Bordighera poi sono parallele al centro storico e sono quasi tutte spiagge di sassi con tratti di sabbia a grana grossa. La spiaggia di Rattaconigli è la più grande tra le spiagge cittadine, in gran parte libera ma ci sono anche due stabilimenti balneari. Bau Beach è invece la zona dog-friendly della spiaggia di Rattaconigli. Nei dintorni di Bordighera si trovano la tranquilla spiaggia di Arziglia, l’antica spiaggia dei pescatori, a est del porto turistico, in parte attrezzata, in gran parte libera. Per un’atmosfera più selvaggia potreste fare il bagno tra gli scogli di Sant’Ampelio. A circa 20 km si trova poi la bellissima caletta dei Balzi Rossi, a pochi passi dal confine francese e in un tratto considerato, a ragione, la Costa Azzurra ligure. 

Sestri Levante

Fu ribattezzata “città dei due mari” dallo scrittore danese Hans Christian Andersen che qui trovò ispirazione per alcune delle sue fiabe più belle. Sestri Levante, in effetti, si affaccia su due baie, la Baia delle Favole, così soprannominata dal giornalista televisivo Enzo Tortora, e la Baia del Silenzio, così chiamata dallo scrittore Giovanni Descalzo. Di antiche origini, Sestri Levante è una tipica cittadina ligure stretta tra mare e monti, caratterizzata da case basse color pastello, dimore signorili, spiagge lambite da acque azzurre e tanto verde. Il centro storico è ricco di chiese, tra cui quella di S. Nicolò dell'Isola, costruita nel 1151 in stile romanico, la più antica di Sestri Levante, e di palazzi storici. Tra questi Palazzo Fascie è il cuore pulsante della vita cittadina, mentre il Palazzo Durazzo-Pallavicini oggi è sede del Municipio. Sestri Levante, inoltre, è la località balneare con i litorali più ampi della Liguria. Le spiagge più belle si trovano lungo le incantevoli Baia del Silenzio e Baia delle Favole. In alternativa a 3 km dal centro si trova la spiaggia di Riva Trigoso e, proseguendo, la Spiaggia di Renà, in gran parte libera, conosciuta per l’Asseu, uno scoglio aguzzo in cima al quale è stata posta una croce. Per gli amanti delle immersioni, infine, al largo della costa, ad una profondità di circa 11 metri, si trova la scultura subacquea Presepe dei delfini, realizzata da Pietro Luigi Ravecca. 

Autore Francesca Ferri

Scopri