Idee di viaggio

15 mete italiane da vedere nel 2021

Ecco le migliori destinazioni da visitare e perché

Tremiti ITALIA Shutterstock
4.2/5

Il 2021 si candida ad essere l’anno con il più grosso carico di aspettative sulle spalle di questa prima parte di millennio. Le cose da sistemare sono davvero tante e urgenti ma per recuperare dalle privazioni subite negli ultimi 12 mesi in molti aspettano di poter tornare al più funzionale e tradizionale anti depressivo del nostro tempo: il viaggio.

In attesa che anche questo torni ad essere nel raggio delle nostre possibilità quotidiane, abbiamo raccolto una lista di suggerimenti per rimettersi in pista verso destinazioni insolite, mete imperdibili, esperienze divertenti e luoghi dove ritrovare il contatto con la natura che l'Italia continua a offrirci malgrado tutto.

GUARDA ANCHE: COSA FARE IN ITALIA

15 mete italiane per il 2021

  • Ferrovia Circumetnea Etna - Sicilia
  • Borgo Valsugana - Trentino
  • Ventotene - Lazio
  • Maratea - Basilicata
  • Parco Nazionale del Gran Paradiso – Valle d’Aosta/Piemonte
  • Strada vino Chianti - Toscana
  • Skyway Monte Bianco – Valle d’Aosta
  • Carloforte – Isola di San Pietro - Sardegna
  • Trenino Rosso del Bernina - Lombardia
  • Ex ferrovia Spoleto-Norcia - Umbria
  • Parco dell'Aveto - Liguria
  • San Daniele – Friuli Venezia Giulia
  • Parco nazionale del Cilento - Campania
  • Costa degli Dei - Calabria
  • Isole Tremiti – Puglia

  • 1. La Ferrovia Circumetnea - Etna

Un modo spettacolare e poco noto per andare alla scoperta dell’Etna è salire sul treno della Circumetnea. Si tratta di una ferrovia privata lunga 110 km che corre intorno alla base del vulcano attraverso terre fertili e formazioni laviche per un viaggio suggestivo e unico nel suo genere. Si parte dal paese di Giarre, si fa tappa a Taormina e si sale verso il borgo medioevale di Randazzo. Il viaggio può durare fino a 5 ore sopra la caratteristica carrozza locomotrice che attraversa scenari unici e paesaggi lunari, piantagioni di pistacchi e agrumeti, cactus e vecchie stazioni abbandonate lungo un percorso di lava pietrificata.

Nell’incantevole cornice montana del Trentino, lungo la strada forestale del versante sud del Monte Armentera (comune di Borgo Valsugana) si trova un museo a cielo aperto dove le opere di artisti locali si sposano con la bellezza del paesaggio naturale. Tutto è realizzato con materiali naturali della zona, come tronchi, ramoscelli e pietre, e il lavoro a volte è innestato con piante vive e alberi per fondere insieme arte e natura.

La piccola isola dell’arcipelago pontino è un luogo di rocce, spiagge e natura dove rilassarsi e godersi il mar Tirreno senza lo stress di una località marina affollata da auto e turismo. Un tempo sede di una casa di detenzione oggi è luogo colorato ed esclusivo per una vacanza di mare in pieno relax. Qui oltre alle baie appartate bagnate da un mare blu è possibile visitare anche diversi siti archeologici che testimoniano l’antica civiltà romana come il Museo Storico Archeologico, la Torre Borbonica, Villa Giulia e Santo Stefano. 

Uno dei tesori custoditi in Basilicata e su tutta la costa Tirrenica si chiama Maratea. Incastonata nel Golfo di Policastro e affacciata sul mare la piccola città lucana è ricca di spiagge e paesaggi rocciosi colorati dall’acqua blu del Tirreno e dal verde della macchia mediterranea. Le splendide spiagge e l’antico borgo che sorge sopra uno sperone roccioso con i suoi portali, vicoli e palazzi antichi regalano atmosfere uniche e caratteristiche. A vegliare su tutto si erge l’iconico “Cristo di Maratea”, la Statua del Redentore che domina il paesaggio dalla cima del Monte San Biagio.

  • 5. Parco Nazionale del Gran Paradiso

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso è uno dei luoghi che meglio riassumono la bellezza delle montagne italiane. Situato per metà in Valle d’Aosta e per l’altra in Piemonte lungo una superficie di oltre 70.000 ettari incorpora paesaggi alpini di rara bellezza, maestose montagne, laghi e una ricca flora e fauna alpina come i magnifici stambecchi veri padroni del posto. Il Parco Nazionale del Gran Paradiso è anche meta ideale per gli escursionisti con centinaia di sentieri che attraversano le valli del parco, da percorre a piedi in estate o con le ciaspole in inverno quando i percorsi sono ricoperti di neve.

Se la dolce campagna toscana rientra in ogni lista di viaggi da compiere, attraversarla lungo le tappe della strada del Chianti è un modo di raddoppiare il piacere della visita. La zona del Chianti è famosa in tutto il mondo per la produzione dello squisito vino rosso, ormai divenuto un prodotto d’eccellenza del made in Italy. Per scoprirlo al meglio si può risalire la strada che collega Siena a Firenze nella zona detta Chiantigiana lungo 40 chilometri costellati di borghi medievali come Greve in Chianti, Pranzano, Pieve di San Leolino, Castellina, piccole chiese, paesaggi panoramici, colline, ulivi e vigneti e fare tappa in cantine e taverne, ristoranti, fattorie per assaggiare il meglio delle specialità enogastronomiche locali.

  • 7. Skyway Monte Bianco

Per guardare il 2021 dall’alto niente di meglio della terrazza panoramica a 3466 metri di altitudine sul Monte Bianco composta un’enorme vetrata panoramica e un’incredibile terrazza circolare a 360°, con 14 metri di diametro e una vista unica al mondo. Per arrivarci basta salire sulla Skyway Monte Bianco, moderna funivia che parte da Courmayeur, fa sosta al Pavillon du Mont Fréty dove si può visitare un giardino botanico in quota, mangiare in due ristoranti e fare shopping e poi ripartire verso la stazione finale di Pointe Helbronner nel cuore del massiccio del Monte Bianco.

  • 8. Carloforte – Isola di San Pietro

Carloforte è un piccolo angolo di Liguria nella costa Sud occidentale della Sardegna, il solo centro abitato sulla splendida Isola di San Pietro, antica colonia genovese dal 18° secolo. Il comune di Carloforte è un luogo elegante e grazioso ricco di palazzi antichi, caffè accoglienti e stradine lastricate. Sul suggestivo territorio dell’isola si trovano chilometri di costa rocciosa bagnati dal mare cristallino della Sardegna, grotte marine, piccole baie nascoste e piscine naturali ideali per immersioni subacquee. Da visitare a Carloforte ci sono ancora le antiche strutture dove veniva lavorato il tonno in seguito alle tradizionali tonnare che si svolgevano in questa località.

  • 9. Trenino Rosso del Bernina

In Lombardia esiste un modo per recuperare il gusto di un viaggio lento e panoramico attraverso bellezze naturali e borghi alpini, si tratta del Trenino Rosso del Bernina. Prendere posto su uno dei suoi vagoni rossi, che in estate sono anche cabrio per godere di un contatto con la natura a cielo aperto, significa lasciarsi condurre in un tragitto tra l'Italia e la Svizzera alla scoperta di alcune delle località più belle delle Alpi come i vigneti della Valtellina, i ghiacciai del Bernina e di Morteratsch e suggestive località montane quali Tirano, Campocologno e Campascio.

  • 10. Trekking sull’ex ferrovia Spoleto-Norcia 

Restando sui binari nascosti che attraversano i suggestivi paesaggi naturali d’Italia arriviamo, tra Spoleto e Norcia, lungo il percorso di una linea ferroviaria ormai in disuso. Si tratta di un tragitto panoramico da percorrere a piedi o in bicicletta dentro la Valnerina tra gole di montagne e gallerie con il fiume Nera che scorre parallelo ai binari indica la via tra campagne e montagne rocciose di grande impatto visivo ma anche borghi antichi, villaggi abbandonati e abbazie e luoghi come Spoleto, Ferentillo, Umbrio e il Monastero di San Pietro a Valle.

  • 11. ll Parco dell'Aveto

Nell'entroterra del Tigullio, in una delle zone più belle dell'Appennino Ligure si trova uno dei posti più significativi e meno noti della Liguria: il Parco Naturale dell’Aveto e le tre valli circostanti: Val d’Aveto, Valle Sturla e Val Graveglia. 3000 ettari di territorio protetto che contengono paesaggi di alta montagna, pascoli, boschi di castagni e faggi, noccioleti, laghi suggestivi, orti e uliveti. Qui gli amanti della natura possono ammirare i paesaggi incontaminati del posto e svolgere diverse attività immersi nella natura come: raccogliere funghi, andare in bicicletta lungo un percorso di 10 Km che arriva fino al Rifugio Faggio dei Tre Comuni, a 1400 m d’altezza e sicuramente osservare cavalli selvaggi muoversi in libertà nel loro habitat naturale. 

  • 12. San Daniele

Nessun paese al mondo come l’Italia sa coniugare al meglio storia antica e tradizione eno-gastronomica, uno degli esempi più riusciti di questo felice connubio lo troviamo nel territorio friulano nei dintorni di Udine con la piccola città collinare di San Daniele, patria del prosciutto d’eccellenza amato in tutto il mondo, e nell’area circostante costellata di castelli medioevali. Lungo un percorso di circa 100 km alla scoperta di gusto e atmosfere antiche si viaggia su una strada che tocca manieri, colline, fortezze e borghi storici come Arcano Superiore, Cassacco, Ragogna, Susans, Villalta e botteghe gourmet per degustazioni memorabili.

Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO e parco nazionale tra i più grandi in Italia con i suoi 181.000 ettari circa, il parco del Cilento è un trionfo di paesaggi naturali, biodiversità e antiche testimonianze della Magna Grecia. Situato nella parte sud della Campania tra la costa tirrenica e l'Appennino Campano-Lucano permette di esplorare meraviglie di arte storica come le vestigia delle colonie greche di Paestum o la splendida Certosa di Padula tra un’enorme varietà di specie animali e vegetali protette come l'aquila reale e circa tremila specie botaniche come olivi, boschi di cerro, acero e castagno, faggi, betulle a abeti bianchi.

55 km di litorale, sabbia dorata e sottile, baie e promontori che si tuffano in un mare cristallino, vegetazione rigogliosa e tanti piccoli borghi affacciati sul mar Tirreno o arroccati in collina, questa è la costa degli Dei, la parte del litorale che delimita il cosiddetto corno di Calabria, nella zona meridionale della regione. Località quali Pìzzo Càlabro, Briàtico, Zambròne, Parghèlia, Vibo Marina, Joppolo, Nicòtera e in particolare Tropea e Capo Vaticano offrono paesaggi marini di grande impatto, borghi da vivere e un entroterra da riscoprire.

Cinque piccole isole incontaminate parte di una riserva marina protetta del Mar Adriatico all’altezza della penisola del Gargano costituiscono lo splendido arcipelago delle Isole Tremiti: un paradiso naturale per immersioni. L’ isola verde di San Domino, la più grande dell’arcipelago, la disabitata Caprara e l’isola di San Nicola sono lambite dalle acque protette del parco nazionale del Gargano con fondali ricchi di vegetazione marina e variopinte specie di pesci che le rendono ideali per spettacolari sessioni subacquee. Acque turchesi, formazioni rocciose e grotte marine tra cui spicca la bellissima Grotta Viola sono la meta ideale per praticare sport “immersi” in un paesaggio marino incontaminato e spettacolare.

Autore: Giorgio Calabresi

Scopri