Idee di viaggio

Termoli, il borgo di mare del Molise

Cosa fare e vedere in uno o due giorni

Cosa vedere a Termoli WEEKEND Shutterstock
5/5

Per la rubrica “forse non tutti sanno che…” oggi parliamo delle qualità nascoste di una delle località costiere più interessanti e meno celebrate in Italia: Termoli.

Secondo le nostre fonti è possibile affermare che: Termoli si trova in Molise. Il Molise esiste. A Termoli c’è un bel mare chiaro da bandiera blu e un antico borgo dominato da un imponente castello a picco sul mare.

Per entrare più nel dettaglio Termoli è posta sulla costa Adriatica in provincia di Campobasso ed è considerata una località marittima e turistica ricca di storia, tradizioni ma anche di splendidi paesaggi grazie alla qualità delle sue spiagge sabbiose e del mare che la bagna.

La combinazione tra strutture ricettive moderne, storia e natura la rendono una delle mete balneari più amate dalle famiglie italiane e uno dei gioielli nascosti da riscoprire per un viaggio tra bellezza e relax.

Dal suo vivace porto, animato da pescherecci sempre in movimento, ci si imbarca alla volta delle magnifiche isole Tremiti, mentre dall’alto di un promontorio roccioso affacciato sul mare il centro storico si staglia sulla costa offrendo uno spettacolare colpo d’occhio che arriva fino al Golfo di Vasto e alla Majella d'Abruzzo con tramonti scenografici.

La città è suddivisa in due aree distinte, il centro storico che conserva intatti i segni di un passato prestigioso con due degli edifici più antichi di tutto il Molise come la Cattedrale di Santa Maria della Purificazione dove sono custodite le reliquie dei due santi protettori della città San Basso e San Timoteo e un antico mosaico pavimentale, le mura del Castello Svevo e dall’altra parte la frizzante parte nuova adornata da alberi fioriti con negozi tipici e ristorantini dove gustare le specialità locali a base di pesce, punto di ritrovo per abitanti e turisti.

Cosa vedere a Termoli 

  • Il Borgo Vecchio

Risalendo dal porto si può accedere al borgo vecchio tramite un portone ad arco che immette in un dedalo di stradine acciottolate e vicoli molto stretti e suggestivi, piazzette, edifici storici e abitazioni ridipinte con accesi colori pastello, tutte racchiuse all’interno del perimetro della spesse mura di protezione della fortezza.

Piazza Duomo, la Torretta Belvedere e la Chiesa di Sant'Anna sono le altre chicche disseminate nel borgo che vanta anche il vicolo più stretto d’Italia con soli 40 cm di larghezza. Passeggiare tra queste vie significa respirare l’autentica atmosfera di un antico borgo marinaro incorniciato da uno splendido mare azzurro sullo sfondo. In particolare va segnalata la panoramica Passeggiata dei Trabucchi che dal castello porta fino al porto, lungo una via costellata da caratteristiche strutture in legno conficcate tra gli scogli e un tempo utilizzate dai pescatori come macchine da pesca.

Il vero simbolo di Termoli resta però il Castello Svevo, antica fortezza normanna eretta a protezione della città in posizione dominante sulla costa. La sua struttura composta da un corpo centrale con quattro torrette e un’altra torre isolata dal resto oggi ospita nelle sue sale interne mostre d’arte, un museo regionale ed eventi culturali

  • Le Spiagge

Una delle caratteristiche preminenti di Termoli rimane la qualità e la bellezza delle sue spiagge tra le più affascinanti di tutta la regione Molise, lunghe distese di sabbia bianca che si allungano sulla costa lambita da acque limpide puntualmente riconosciute con l’attestato della bandiera blu per i suoi elevati standard.

Subito attorno alla rocca dove sorge il centro abitato si trovano due dei principali lidi del posto: Sant’ Antonio a nord e Rio vivo a sud.

La prima spiaggia vanta sabbia finissima, una baia protetta che mantiene il mare calmo, un lido attrezzato con ogni comodità e una posizione ideale per spostarsi tra le strutture ricettive limitrofe, la spiaggia e il centro storico. In questa zona inoltre vengono spesso organizzati eventi, festival musicali e mercatini all’aperto.

L’altra meta da non perdere per godersi una bella giornata di mare a Termoli è la spiaggia di Rio Vivo da preferire per chi oltre al bel mare ama trascorrere il tempo in modo più dinamico praticando ogni genere di sport acquatico.

Dintorni

Dopo aver goduto delle attrazioni locali si può pensare a Termoli come ottimo punto di partenza per esplorare tutta la zona circostante dalla costa all’entroterra. Il suo porto è l’imbarco più vicino alle Isole Tremiti raggiungibili in poco più di un’ora grazie ai collegamenti giornalieri. Mentre per chi vuole rimanere su terra ferma ci sono una serie di piccoli borghi montani come Casacalenda, Montorio e Montelongo o siti archeologici di grande valore tra i quali l’anfiteatro di Larino, il teatro sannitico di Pietrabbondante, l’antica città romana di Altilia e il museo nazionale paleolitico di Isernia.

Nascosti sul territorio molisano tutti facilmente visitabili con una gita di un giorno ci sono località che hanno mantenuto negli anni la loro atmosfera originale e autentica, tra queste vi segnaliamo:

  • Bagnoli del Trigno

Il borgo arroccato sulla roccia di Bagnoli del Trigno con il suo imponente castello diroccato che dall’alto dei suoi 700 metri di altitudine offre un panorama unico su tutta la zona.

  • Sepino

Il borgo di Sepino immerso nella natura sui monti del Matese ricco di templi e strade di epoca romana.

  • Torre del Sinarca

La Torre del Sinarca o Torretta Saracena, un’antica torre di avvistamento, situata lungo il litorale nord di Termoli.

  • Santuario di Santa Maria del Canneto

Il Santuario di Santa Maria del Canneto, nei pressi del fiume Trigno e dell’omonimo canneto che le da il nome, una chiesa romanica che contiene un’importante statua in legno della Vergine col bambino.

  • Petacciato Marina

Petacciato Marina area naturalistica costiera ricoperta di vegetazione incontaminata dove poter passeggiare in tutta tranquillità.

  • Guardalfiera

Il Lago artificiale di Guardalfiera, sul confine della diga del fiume Biferno che offre un paesaggio incantevole tra natura, acqua limpida e i resti di un antico ponte romano noto come il Ponte di Annibale.

  • Sentieri della Trasumanza

Per spendere invece una giornata in modo alternativo e originale il consiglio è quello di andare alla scoperta di uno dei vecchi sentieri in erba anticamente dedicati alla transumanza detti Tratturi. Queste strade tagliano tutta la regione da nord a sud e ne restituiscono il fascino rurale nel modo più immediato possibile.

  • Costa dei Trabocchi 

Oppure si può scegliere di visitare qualcuno tra i tanti scenografici Trabocchi che costellano tutta la costa tra l’Abruzzo e la Puglia che viene non a caso chiamata la Costa dei Trabocchi.

Scopri