Idee di viaggio

Rocchetta Alta: il paese fantasma che devi vedere

Il paese abbandonato del Molise che nasconde tesori preziosi

Rocchetta Alta ESPLORAZIONI Shutterstock
/5

In provincia di Isernia, in Molise, c'è un paese abbandonato con una serie di tesori preziosi che ti faranno innamorare perdutamente. Rocchetta Alta è l'antico nucleo abitativo di Rocchetta a Vulturno la cui popolazione, in seguito ai fenomeni franosi dell'800, si è trasferita più a valle, a Rocchetta Bassa.

Rocchetta a Volturno

Rocchetta Alta è un paese abbandonato che nasconde sorprendenti sorprese. Il borgo arroccato in posizione strategica sulla valle del Volturno si trova a breve distanza dalle meravigliose sorgenti del Volturno, dalle acqua trasparenti e sorgive. Nei dintorni, oltre alle sorgenti, potete visitare il santuario rupestre Santa Maria delle grotte dove ci sono affreschi bellissimi del XII secolo, tra i più antichi della regione Molise, insieme a quelli di San Vincenzo.

L'Abbazia di San Vincenzo Maggiore è un'importante abbazia benedettina sorta intorno all'VIII secolo, tra Castel San Vincenzo e Rocchetta. Le pitture longobarde nella cripta di Epifanio abate sono tra le più antiche e affascinanti d'Italia. Ci restituiscono un ciclo di affreschi dell'Alto medioevo a tema apocalittico. 

Rocchetta Alta

Rocchetta Alta è un piccolo borgo abbandonato costruito lungo la dorsale rocciosa della montagna con la roccia viva che sporge tra gli edifici. Sulla cima più alta c'è il castello, nell'800 trasformato in dimora baronale e ai piedi della salita  la vecchia chiesa di Santa Maria,.

La chiesa, abbandonata dal finire dell'800, è ancora ben conservata sia all'interno che all'esterno. La torretta invece è oggi niente altro che un rudere, come altri edifici del borgo. La natura se li è ripresi in parte colorando l'intero paese fantasma di grande fascino.

Gli abitanti lo abbandonarono in seguito al disboscamento del pendio che diede avvio a preoccupanti rischi idrogeologici.

Foto e immagini

 

Mappa e cartina