Idee di viaggio

Dove andare a Novembre in Italia

Migliori destinazioni per il mese di novembre

Cappella di Vitaleta WEEKEND Shutterstock
5/5

Novembre è il mese giusto per organizzare una fuga, che sia un weekend lungo o una gita in giornata. 

L’autunno tinge la natura di colori caldi, molti comuni organizzano iniziative e sagre, le temperature spesso non sono ancora troppo rigide, la cucina italiana si arricchisce di piatti regionali caldi e saporiti, il perfetto comfort food per un turista. 

Dove andiamo a novembre? Ecco qualche idea! 

LEGGI ANCHE: SPECIALE CAPODANNO 2021

Dove andare a Novembre in Italia

  • Cremona

La città del torrone lo celebra con una settimana di festa, che va dal dal 16 al 24 novembre 2020. Come ogni anno, torna puntuale un appuntamento amatissimo dai golosi, ma anche da chi vuol sapere di più delle tradizioni e della storia della città lombarda. Tra una degustazione e l’altra, potrete assistere alla rievocazione del matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria o ammirare le costruzioni giganti di torrone. 

  • Renon, Bolzano

L’Altopiano del Renon, sopra Bolzano, dà il suo meglio nel periodo autunnale. Canederli fumanti, castagnate, il Trenino Rosso del Renon, passeggiate semplici adatte a tutta la famiglia e i colori dell’autunno renderanno il vostro soggiorno davvero piacevole.

È sempre un grande classico: Roma è meravigliosa in ogni stagione. In autunno le temperature sono dolci e ci si possono ancora godere dei tramonti che illuminano le cupole della città. Tra cultura, relax e una sosta gastronomica, Roma non delude mai, anche nelle giornate di pioggia, garantendo sempre qualche attività da fare.

  • Colline Toscane

Porcini, tartufi, olive: sulle colline toscane a novembre si raccolgono tesori incredibili, tra filari e taverne, piccoli borghi arroccati e tappe nelle cantine. Merita un giro a bordo di un treno a vapore, che vi può guidare nei dintorni di Siena e non solo. Le corse infatti hanno itinerari tematici vari, come quello in Val D’Orcia e a Grosseto, per scoprire la storia degli etruschi e fermarsi poi dove si tengono sagre e festival culinari. 

  • Alba e Langhe

Alba va visitata proprio a novembre, quando le sue vie, tra torri e porticati si animano per celebrare il tartufo. Dopo un giro turistico ed enogastronomico qui, potete proseguire viaggiando su e giù tra le colline delle Langhe, ammirando la natura e fermandovi per una degustazione in cantina. 

Possibile che un bagno, a novembre, in Sicilia ancora lo possiate fare. Ma non temete se così non fosse, perché a Taormina c’è molto altro oltre al mare: un ricco patrimonio archeologico per esempio, culturale, artistico. E poi sì, una pausa per una passeggiata in spiaggia è da fare anche a novembre!

Se avete bisogno di quiete e silenzio la vostra meta non può che essere Assisi. Il borgo umbro, arroccato sulla collina, è il luogo dove sorge la Basilica di San Francesco. Vista da lontano, sembrerebbe un’unica chiesa, si tratta invece di due entità sovrapposte, la Basilica inferiore e quella superiore e una cripta con la tomba di Francesco. Quella che si fa visitando Assisi non è solo un’esperienza importante per chi è credente: la forza e la pace di questo luogo toccano il cuore di tutti. Non manca un tuffo nella storia dell’arte italiana, visto che nelle chiese hanno lavorato Cimabue, Giotto, i Lorenzetti, Simone Martini.

  • Parco Nazionale del Gran Paradiso, Valle D'Aosta

Se siete dei fan del foliage, i luoghi da visitare a novembre sono di certo i boschi delle Alpi Graie nel Parco Nazionale del Gran Paradiso. Castagni, noccioli e pioppi diventano d’oro, l’aria è fresca e le passeggiate piacevoli. 

  • Foresta Umbra, Puglia

Avete mai sentito parlare della Foresta Umbra? Si tratta di uno dei polmoni verdi più grandi d’Italia. Si trova in provincia di Foggia, sul Gargano, e a novembre faggi secolari, querce e aceri cambiano colore dando vita a paesaggi da cartolina. 

  • Il Parco della Sila, Calabria

Sempre per amanti della natura, ma anche della cucina perché potrete raccogliere funghi e castagne, è il Parco della Sila, in Calabria. Un'area ancora relativamente selvaggia e incontaminata, che nasconde paesini caratteristici e la possibilità di praticare tanti sport all’aria aperta, in ogni stagione. 

Autore: Paola Toia

Scopri