Idee di viaggio

Dove ammirare il Foliage d'Autunno in Piemonte

Ecco i posti più belli da raggiungere in autunno

Foliage in Piemonte: dove ammirare lo spettacolo d'autunno AUTUNNO Shutterstock
5/5

Le tinte in scala di arancione tra ottobre e novembre riempiono la tavolozza di colori autunnali di madre natura, con sfumature calde e cangianti che ammantano i paesaggi di tutta Italia. Quando le foglie degli alberi iniziano a cambiare colore è il momento del Foliage, un fenomeno naturale che in Piemonte assume contorni spettacolari da scoprire con lunghe e rilassanti passeggiate all’aria aperta.

Le sue montagne, le vallate, le splendide colline coperte di vigneti esplodono di colori infuocati e profumi di bosco, l’atmosfera si fa magica e rarefatta, le temperature scendono e la gastronomia riscopre i sapori intensi della terra.

Foliage in Piemonte

  • Oasi Zegna
  • Langhe e Monferrato
  • Parco Nazionale del Gran Paradiso
  • Parco delle Capanne di Marcarolo
  • Riserva del Sacro Monte a Serralunga di Crea
  • Parco della Burcina
  • Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand.
  • Parco del Castello di Pralormo
  • Parco del Castello di Miradolo
  • Treno del Foliage

langhe_11

La stagione autunnale per questo si candida ad essere uno dei momenti migliori per esplorare boschi ed entroterra in Piemonte, una delle regioni italiane che vanta una grande varietà di luoghi dove ammirare il foliage, con scorci, vallate, boschi, e colline che formano un regno naturale incantato e protetto dalla natura in trasformazione. 

A partire da Torino con passeggiate nei suoi parchi più conosciuti come il Parco del Valentino, il Parco Dora o della Pellerina, per poi spingersi fuori porta nelle vaste zone naturali che regalano alcuni dei paesaggi più belli dove vedere il foliage in Italia.

Un viaggio a ritmo lento, a piedi, in treno e perfino in mongolfiera che permette di attraversare luoghi fuori dai percorsi turistici più battuti ma di grande interesse, dalle sponde del Lago Maggiore, alle pittoresche vallate della Val di Susa, la Valsesia o la Val d'Ossola, il territorio delle Langhe e del Monferrato che racchiudono suggestioni di grande impatto dalle campagne alle tavole.

Andare alla scoperta del foliage in Piemonte vuol dire entrare in un mondo di natura incanta e ricca di sorprese, per questo abbiamo stilato una breve lista di suggerimenti sui migliori luoghi dove trovare i foliage più affascinanti del Piemonte.

Oasi Zegna

L’Oasi Zegna è uno spettacolare parco naturale incastonato nella cornice delle Alpi Biellesi, in località Ponzone in provincia di Biella. Si tratta di una vasta area di circa 100 km² che comprende circa quindici comuni e quattro diverse comunità montane aperte alle visite per praticare attività all’aria aperta nel rispetto degli ecosistemi ambientali del luogo.

L’Oasi in autunno diventa meta ideale di tutti gli appassionati di foliage grazie alla sua fitta vegetazione di migliaia di specie di piante e alberi tra cui imponenti castagni secolari che si stagliano in un ambiente naturale tinto dei colori caldi e sfumati tipici della stagione. Qui si possono seguire visite guidate che conducono nei punti più rappresentativi dell’Oasi come i Santuari Madonna della Brughiera e della Novareia, camminare da soli in sentieri adatti anche alle famiglie con bambini in questo regno di biodiversità o prendere parte a rilassanti esplorazioni del Bosco del Sorriso dove la calma e il silenzio del luogo uniscono il piacere del foliage ai benefici di una pratica rilassante nota come Forest Therapy.

oasi-zegna

Langhe e Monferrato

Il territorio delle Langhe è senza dubbio uno dei più affascinanti e amati di tutto il Piemonte e quando arriva l’autunno qui si tocca l’apice della bellezza paesaggistica fatta di dolci colline ricoperte di vigneti, scorci panoramici, castelli, borghi antichi e campagne che si ammantano dei toni caldi arancio e ocra.

Una visita in questa zona vuol dire abbinare i deliziosi sapori dell’incredibile enogastronomia locale alla possibilità di passeggiate romantiche immersi in foliage da cartolina. In particolare l’area del Monferrato si presta bene a questo scopo grazie ai lunghi filari di vite abbarbicati sulle colline che si accendono di tinte multicolore e di sfumature che donano alle passeggiate nei boschi un’atmosfera incantata.

monferrato_3

I numerosi borghi circondati da vigneti come Cella Monte, Olivola, Moleto, Vignale, Trisobbio, Tagliolo, Rocca Grimalda, Molare o i boschi di Ovada sono perle che rendono il Monferrato in autunno meta ideale per il foliage, anche grazie ai numerosi belvedere panoramici creati per ammirare la bellezza del paesaggio e dei suoi colori autunnali in posizione strategica sulle sue colline.

Uno dei percorsi più suggestivi per immergersi nel foliage del Monferrato è quello che collega i borghi medievali di Olivola, Moleto e Frassinello passando per boschi, vigneti e uno stupendo castello lungo un itinerario ad anello che è possibile percorre anche a bordo di mini bus, pedalando in bicicletta o addirittura sorvolando la zona a bordo di una vera mongolfiera.

Parco Nazionale del Gran Paradiso

La parte piemontese del Parco Nazionale del Gran Paradiso è un’altra destinazione imperdibile in autunno per ammirare lo spettacolo del foliage che ricopre la sua natura incontaminata. Boschi di larici, praterie alpine, montagne e vallate si colorano di una serie infinita di sfumature dal giallo al rosso al marrone regalando un colpo d’occhio mozzafiato. Per godere di questo spettacolo della natura che si prepara ad affrontare un lungo inverno esistono numerosi sentieri, percorsi di trekking e visite guidate che toccano i punti più suggestivi all’interno del Parco. Tra questi ci sono il sentiero del vallone del Roc, sopra Noasca dove i colori caldi dell’autunno accendono uno degli ultimi boschi di faggi della zona, camminando tra piante e animali del bosco che si preparano al letargo, fino ad arrivare all’antica scuola di Maison.

In generale tutto il territorio regionale del Piemonte è costellato di numerose e suggestive riserve naturali, parchi e aree boschive che in autunno regalano lo spettacolo senza pari del foliage. Un itinerario alla scoperta di questi luoghi incantati potrebbe partire da Alessandria tra le querce, i faggi, i larici e i castagni che caratterizzano il magnifico Parco delle Capanne di Marcarolo. Nella stessa provincia troviamo anche la Riserva del Sacro Monte a Serralunga di Crea, 47 ettari di grande bellezza inseriti nei siti patrimonio dell’UNESCO.

gran-paradiso_2

In provincia di Biella invece l’indirizzo è quello del Parco della Burcina nel comune di Pollone, una riserva naturale in una zona collinare ricca di sequoie, cedri, pini e meleti da visitare con tutta la famiglia.

Se ci spostiamo nella provincia di Torino i luoghi del foliage sono molti e tutti spettacolari, a partire dal Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand., un parco fatato ricco di sentieri che si snodano nei suoi boschi piene di specie vegetali colorate di arancione.

Il Parco del Castello di Pralormo abbina lo scenario autunnale del foliage a quello storico della sua fortezza medioevale che apre alle visite per una perfetta gita di un giorno. Così come avviene anche nel Parco del Castello di Miradolo che mette insieme mostre d’arte dentro le mura e foliage dalle mille tinte ne suoi spazi all’aperto.

Treno del Foliage

Uno dei modi più divertenti e insoliti per poter ammirare il foliage in Piemonte è quello di farlo a bordo di treni che corrono lungo itinerari pensati appositamente per questo scopo. Uno di questi è Il Treno del Foliage che copre un percorso di 52 chilometri lungo la storica ferrovia Vigezzina – Centovalli, considerata tra le più belle d’Italia. 

Si tratta di un viaggio panoramico a bordo di caratteristiche carrozze di colore blu e bianco che partono dalla città di Domodossola per arrivare fino a Locarno in Svizzera passando per il lago Maggiore.

Il trenino attraversa vallate, boschi e monti colorati delle tinte autunnali più calde e incantevoli borghi come Santa Maria Maggiore, Villette o Re, si incontrano ponti e santuari come quello della Madonna Insaguinata. Grazie allo speciale biglietto no limits sarà possibile salire e scendere liberamente dal treno, fare tappa in una delle fermate della linea nei borghi che più vi attirano per poi riprendere il viaggio.

treno-del-foliage_1

Autore: Giorgio Calabresi

Scopri