Idee di viaggio

La Grande Traversata delle Alpi

A piedi sulle Alpi piemontesi, la sera si dorme nei rifugi e il giorno si cammina in montagna

Grande Traversata delle Alpi A PIEDI Shutterstock
5/5

Camminare nel silenzio alpino, senza scalare grandi vette, ma sempre su sentieri di montagna, è possibile anche per chi non è un atleta. La notte si dorme nei rifugi dopo un pasto ristorante a base dei prodotti e dei formaggi del territorio e un bicchierino di grappa che, come sempre, toglie via la stanchezza della giornata.

La Grande Traversata delle Alpi è un trekking che parte dal mare e va verso i grandi giganti alpini, camminando lungo le valli piemontesi, in paesaggi bellissimi e poco frequentati, se non dal turismo slow.

Grande traversata delle Alpi

La Grande traversata delle Alpi, conosciuta anche come GTA, è un percorso lungo ed impegnativo che percorre le Alpi del Biellese tra mulattiere, sentieri e valichi di montagna accessibili. Il percorso di circa 1000 km è diviso in 55 tappe, ognuna delle quali ha come punto di arrivo un rifugio alpino. 

Come sempre con i cammini però, non sietete costretti a percorrere tutto l'itinerario. Vale la pena anche solo camminare per qualche tratto e vivere per qualche giorno l'atmosfera alpina, conquistata a passo lento e con la fatica della salita. Alla GTA si collegano anche dei percorsi ad anello che permettono di partire e tornare al punto di partenza. 

Itinerario e percorso

Si parte da Viozene, sulle Alpi liguri e si arriva ai Molini di Calasca, nella Valle Anzasca a Verbania, attraversando due regioni, il Piemonte e la Liguria

I percorsi sono suddivisi in Sud (Carnino – Rifugio Barbara Lowrie), Centro (Crissolo – Rifugio Coda) e Nord (Rifugio Coda – Molini di Calasca). Il trekking nasce per essere percorso da sud a nord, ma si può percorrere nel senso che si preferisce e sono molti i tedeschi che camminano nel senso opposto. 

Ogni tappa prevede dalle 5 alle 8 ore di cammino. Alla fine di ogni tappa vi aspettano un rifugio o una struttura ricettiva.

Scoprirete la Valle Gesso, il Vallone di San Bernolfo fino ai Bagni di Vinadio, per proseguire verso la Valle Stura e Sambuco, la Valle Grana e il Colle Fauniera, il Santuario di San Magno, e la Valle Maira. Si percorre in parte il percorso del Giro di Viso, fino al Rifugio Quintino Sella al Monviso. Si prosegue in Val Pellice, la Valle Germanasca, la Valle di Massello e il Vallone dell’Albergian, fino al borgo di Usseaux, uno dei borghi più belli del Piemonte. Si attraversa il parco naturale Orsiera e la Valle di Susa, le Valli di Lanzo, la Val d’Ala, la Val Grande e la Valle dell’Orco. Si passa ai piedi del Monte Rosa e si attraversa l’alta Valle Strona. L’ultima valle del percorso è la Valle Anzasca, dove, a Molini Calasca, si raggiunge la tapa finale della traversata.

Qui trovate tutte le 55 tappe della Grande Traversata delle Alpi:

SUD

  • Carnino – Rifugio De Giorgio
  • Rifugio De Giorgio – Rifugio Garelli
  • Rifugio Garelli – Limonetto
  • Limonetto – Palanfrè
  • Palanfré – Trinità
  • Trinità – Rifugio Ellena-Soria
  • Rifugio Ellena-Soria – Rifugio Genova
  • Rifugio Genova – Terme di Valdieri
  • Terme di Valdieri – Refuge La Grange
  • Refuge La Grange – S. Anna di Vinadio
  • S. Anna di Vinadio – Strepeis
  • Strepeis – Sambuco
  • Sambuco – San Magno
  • S. Magno – Celle di Macra
  • Celle – Stroppo
  • Bassura di Stroppo – Elva, Borgata Serre
  • Elva – Bellino
  • Bellino – Pontechianale
  • Pontechianale – Rifugio Sella
  • Rifugio Sella – Oncino – Ostana
  • Rifugio Sella – Pian del Re – Pian Melzé
  • Ostana – Pian Melzé
  • Pian Melzé – Rifugio Barbara Lowrie

 

CENTRO

  • Crissolo – Pian Melzé (Pian della Regina)
  • Pian Melzé – Grange del Pis
  • Grange del Pis – Villanova
  • Bobbio Pellice – Villanova
  • Villanova – Ghigo di Prali
  • Villanova – Rifugio Lago Verde
  • Rifugio Lago Verde – Ghigo di Prali
  • Ghigo di Prali – Villa di Rodoretto
  • Ghigo di Prali – Villa di Rodoretto (percorso alternativo)
  • Balsiglia – Usseaux
  • Usseaux – Salbertrand
  • Salbertrand – San Giuseppe di Mompantero
  • Giaglione San Lorenzo – Susa
  • Susa – Mompantero
  • San Giuseppe di Mompantero – Il Truc
  • Il Truc – Usseglio
  • Usseglio – Balme
  • Balme – Pialpetta
  • Pialpetta – Fonti Minerali
  • Ceresole Fonti – Noasca
  • Noasca – San Lorenzo di Piantonetto
  • San Lorenzo di Piantonetto – Talosio
  • Talosio – Ronco
  • Ronco – Piamprato
  • Piamprato – Fondo
  • Fondo – Rifugio Chiaromonte
  • Rifugio Chiaromonte – Scalaro
  • Scalaro – Quincinetto Dora Baltea
  • Quincinetto – Maletto
  • Maletto – Rifugio Coda

 

NORD

  • Rifugio Coda – Oropa
  • Oropa – San Giovanni di Andorno
  • San Giovanni di Andorno – Rifugio Rivetti
  • Rifugio Rivetti – San Antonio Val Vogna
  • San Antonio Val Vogna – Rima
  • Rima – Carcoforo
  • Carcoforo – Santa Maria di Fobello
  • Santa Maria di Fobello – Rimella
  • Rimella – Campello Monti
  • Campello Monti – Alpe del Lago
  • Alpe del Lago – Molini di Calasca

Sul sito ufficiale della GTA trovate trovate tutte le info tappa per tappa. 

Tra i percorsi ad anello (per chi preferisce tornare al punto di partenza piuttosto che affrontare la traversata) ci sono: 

  • Anello delle Valli Maira Varaita e Po
  • Anello delle Valli Stura Maira e Varaita
  • Anello del Monviso
  • Anello delle Valli Veldesi
  • Tra la Valle Po e la Valle Susa
  • Anello Massello Bourset Rocciavré
  • Anello del Parco Orsiera Rocciavré
  • Anello tra la Valchiusella e Scalaro
  • Anello delle Valli di Lanzo

 

Quando andare

Il periodo migliore per affrontare la GTA è quello compreso tra luglio e settembre, quando non c'è neve sui passi, le montagne sono più frequentate e le strutture ricettive sono aperte. 

Mappa

Scopri