Idee di viaggio

Arcipelago della Maddalena, il paradiso in terra in Sardegna

Le isole e le spiagge dell'Arcipelago sardo

MARE Shutterstock
5/5

Primo Parco Nazionale in Sardegna, creato nel 1994, l’Arcipelago della Maddalena comprende tutte le isole, più o meno piccole appartenenti al comune di La Maddalena, per più di 20mila ettari di mare e 180 chilometri di coste.

Sono 60 in totale le isole che formano l’Arcipelago, un paesaggio molto suggestivo, sia per vegetazione che per la posizione che si affaccia allo stretto di Bonifacio. 

La collaborazione con la Corsica per protezione dell’ambiente e la gestione delle riserve naturali è costante da più di 10 anni. Ma cosa vedere nell’Arcipelago della Maddalena? Scopriamolo insieme. 

Arcipelago de La Maddalena, tra flora e fauna

Vento e correnti modellano da anni le tante isole dell’Arcipelago, granitiche e scistose, regalando un ambiente molto particolare e selvaggio, che da sempre attira turisti vogliosi di scoprire le insenature e i colori del mare, il profumo della macchia mediterranea e il silenzio di questi luoghi disabitati. 

Oltre all'isola di La Maddalena, dove sorge l’omonima città, e al borgo di Stagnali a Caprera, ci sono infatti soltanto una ventina di case a Santa Maria, abitate solo in estate. 

Il resto dell’Arcipelago è disabitato e per questo motivo conserva l'assetto di due secoli fa. Non solo, pesca, immersioni e diporto devono essere autorizzate, per cui il parco risulta completamente salvaguardato, come anche le sue quasi mille specie vegetali, endemiche e rare. Lo stesso vale per gli animali: è facile avvistare delfini e la tartaruga caretta caretta, oltre al gabbiano corso e al marangone dal ciuffo.

Le isole dell’Arcipelago de La Maddalena

Le isole maggiori sono sette: La Maddalena, Caprera, conosciuta per aver ospitato Garibaldi durante il suo esilio - proprio qui si trova la sua casa museo, aperta al pubblico - Budelli, Santo Stefano, Santa Maria, Spargi, Razzoli

Sono meta di tour in barca che partono da Baja Sardinia, La Maddalena, Palau e Santa Teresa Gallura.

Sull’isola di La Maddalena, la più grande, sorge un caratteristico borgo di pescatori: vie strette e vicoli si intrecciano fino ad arrivare al porto turistico di Cala Gavetta, tra ristoranti, negozi e souvenir. A Caprera si trova invece la sede dei centri di educazione ambientale e di ricerca sui cetacei, oltre ai musei mineralogico e del mare, dove scoprire minerali, fossili e conchiglie. 

Le spiagge più belle dell’Arcipelago de La Maddalena

Sono i colori a lasciare senza fiato a La Maddalena e con loro le spiagge. I tour giornalieri includono sempre un tuffo nelle acque cristalline dell’isola. 

Cala Spalmatore, Bassa Trinita, Punta Tegge e Cala Lunga sono solo alcune delle spiagge più famose dell’isola, premiate spesso con la Bandiera Blu. 

L’Isola di Budelli è famosa per la Spiaggia Rosa, un gioiello la cui sabbia è colorata appunto da sfumature rosa, dovute ai gusti di alcuni animali marini. Sempre a Budelli si trova anche la spiaggia del Cavaliere, conosciuta anche come Manto della Madonna, caratterizzata dalle rocce brillanti e dalle sfumature turchesi del mare. 

Nell’isola di Caprera da vedere sono le spiagge di Cala Napoletana e quella dei Due Mari. Caraibica invece Cala Coticcio, conosciuta appunto con il nome di Thaiti, e la spiaggia del Relitto, chiamata così proprio per la presenza di un vecchio relitto.

Sull’isola di Spargi, tra le rocce dalle forme particolari, si trovano Cala Corsara, Cala Soraja e Cala Granara.

Come arrivare a La Maddalena

L'Arcipelago si raggiunge da Palau, il borgo della Gallura che si trova proprio roprio di fronte all’isola principale dell'arcipelago. Da qui partono numerosi traghetti che vi condurranno sull'isola di La Maddalena.

Mappa e cartina

Autore: Paola Toia