Idee di viaggio

L'itinerario più bello (e difficile) d'Italia si trova in Sardegna

Un percorso scenico ed impegnativo che passa tra canyon, scogliere a picco sul mare e antichi sentieri dei carbonai

Selvaggio Blu A PIEDI Shutterstock
5/5

Il Selvaggio Blu è il trekking più difficile d'Italia ma è anche il più emozionante. Attraversa canyon, scogliere a picco sul mare, grotte, calette, boschi e fiumi nel Golfo di Orosei.  

LEGGI ANCHE: TREKKING A CALA GOLORITZE'

Da Pedra Longa, l'itinerario giunge fino a Cala Sisine snodandosi sull’orlo di una falesia verticale e attraversando antichi sentieri dei pastori, mulattiere di carbonai, scale di ginepro e guglie.

L'escursione è suddivisa in sei tappe e dura 6 giorni e 5 notti. Il periodo migliore per percorrerlo è in primavera ed autunno. 

Il sentiero del Selvaggio Blu è nato negli '80 grazie a due alpinisti, Mario Verin e Peppino Cicalò, che hanno riscoperto le antiche strade del Supramonte di Baunei. 

LEGGI ANCHE: SPIAGGE SARDEGNA

Selvaggio Blu percorso

Il trekking si articola in 7 tappe: la prima parte da Pedra Longa e giunge in circa 3 ore di cammino a Cuile De us piggius (il dislivello è di circa 700 metri). La seconda tappa da Cuile De us piggius conduce in circa sei ore di cammino a Portu Cuau; il percorso non è particolarmente faticoso ma è altamente scenico: da porto Cuau una mulattiera vi condurrà alla falesia Porto Iltiera per ammirare dall'alto il meraviglioso Golfo di Orosei. 

Il percorso da Portu Cuau prosegue fino alla bellissima Cala Goloritzé seguendo un sentiero mozzafiato che attraversa guglie, anfratti e si snoda tra querce, corbezzoli e lentischi. Il cammino dura circa 8 ore. 

La parte più impegnativa del trekking è quella che da Cala Goloritzè giunge fino a Bacu Mudaloru, dura circa 6 ore ed alterna tratti piedi, passaggi di arrampicata e discese in corda. 

Da Bacu Mudaloru un percorso di cinque ore di cammino, arrampicata e discesa in corda vi condurrà fino al Cuile Piddi. La sesta tappa da Cuile Piddi giunge fino a Cala Sisine attraversando i boschi di Biriola, Orronnoro e Sisine, per questo motivo è conosciuta anche come la tappa dei boschi e si percorre in circa 6 ore. 

L'ultima tappa va da Cala Sisine e conduce in 5 ore di cammino a Cala Luna e Cala Fuili. Nel tratto tra Cala Sisine e Cala Luna potete seguire il sentiero alternativo che segue la costa. 

E' consigliato percorrere il Selvaggio Blu guidati da accompagnatori esperti, per chi volesse percorrerlo senza guida il consiglio è di studiare bene il percorso ed individuare i punti dove sostare e i rifugi dove dormire. Per maggiori informazioni visitate selvaggioblu.it.

La Cooperativa Goloritze organizza trekking lungo questo percorso e offre supporto logistico a coloro che decidono di percorrerlo in autonomia. Tutte le informazioni le trovate coopgoloritze.com

Selvaggio Blu Mappa

Sul sito Selvaggio Blu trovate tutte le informazioni sui sentieri, le mappe e le pubblicazioni per percorrere trekking del Golfo di Orosei. 

Scopri