Idee di viaggio

Le processioni più belle della Settimana Santa

In giro per l'Italia alla scoperta dei riti più belli di Pasqua

Settimana Santa PASQUA Shutterstock
5/5

Tra fede e tradizioni antichissime, le celebrazioni di Pasqua sono molto sentite in Italia. Durante la Settimana Santa sono tantissimi i riti e le processioni che si tengono in tutta Italia. Ogni regione, città o borgo rievoca fedelmente e gelosamente antichi riti e arcaiche tradizioni. 

Se state pensando di trascorrere la Pasqua in Italia ecco le migliori destinazioni da raggiungere per vedere le processioni e i riti della Settimana Santa

Settimana Santa

La settimana santa che precede la domenica di resurrezione è celebrata in tutto il mondo cristiano. Sono numerosi i riti e le processioni che partono dalla Domenica delle Palme fino al Sabato Santo che precede la Pasqua. Culmine delle celebrazioni è il venerdì con i riti della Via Crucis, le processioni e le veglie al sepolcro. Abbiamo realizzato una guida alle processioni più belle e tradizionali della Pasqua in Italia. 

Processioni di Pasqua in Italia

  • Orte

La processione del Cristo Santo di Orte è molto probabilmente la più antica celebrazione d'Italia. Nel borgo in provincia di Viterbo il venerdì santo le sette confraternite sfilano in processione con fiaccole e cappucci. La statua della bara di Cristo è Sorretta da 14 uomini ed è seguita dalla Macchina della Madonna Addolorata. Per maggiori informazioni visitate la pagina ufficiale

  • Radicofani 

Nel borgo toscano la tradizionale Processione del venerdì santo è molto sentita. In occasione della celebrazione le confraternite del borgo senese realizzano una struttura comìnosciuta come la quinta, che simboleggia il Calvario con rami di bosso intrecciati. La processione del venerdì santo parte dalla chiesa di San Pietro e raggiunge la chiesa di Sant’Agata, dove si trova il Calvario. 

  • Sulmona

A Sulmona va in scena uno dei più curiosi riti della settimana santa, conosciuto come la Madonna che Scappa in Piazza ed organizzato dalla confraternita S. Maria di Loreto. L'evento si tiene la domenica di Pasqua. La statua della Madonna Addolorata viene spinta a grande velocità dal centro della piazza gremita di gente, atto che ricorda il momento in cui la Madonna va ad abbracciare il figlio risorto. 

  • Savona

Ci spostiamo in Liguria, dove annualmente si tiene la processione del venerdì santo organizzata da sei Confraternite. La processione di Savona è articolata in poste, delle stazioni scandite dai capocassa che guidano le quindici casse lignee delle confraternite. Si tratta di gruppi scultorei che rappresentano i misteri della Passione di Cristo. 

  • Frassinoro 

Frassinoro, in provincia di Modena, è famosa per la Via Crucis vivente, una delle più importanti manifestaziomi dell'Emilia Romagna. Si tiene ogni tre anni il venerdì santo per le strade del paese dove vanno in scena le 14 stazioni.

La processione dei Misteri di Procida risale alla fine del 600 ed è organizzata dalla Confraternita dell’Immacolata Concezione. Sin dal mattino del venerdì santo i membri della confraternina portano in processione per le strade del paese, carri allegorici con rappresentazioni realizzati in cartapesta che rievocano gli episodi del Vangelo e del vecchio testamento. 

Il venerdì santo l'appuntamento è a Isernia con la tradizionale processione del Cristo Morto dove i penitenti, incappucciati e vestiti con tuniche bianche sfila per le strade della cittò. I penitenti sorreggono le statue del Cristo Morto e della Mater Dolorosa, i busti degli Ecce Homo e le croci. 

Ci spostiamo in Puglia dove, a Taranto,  si tiene la storica Processione del perdono dove i fedeli sono coperti da un cappuccio bianco e un cappello nero e sfilano a piedi scalzi. I rituali partono nel primo pomeriggio del Giovedì Santo quando la Confrarnita del Carmine si reca ai Sepolcri, allestiti in ogni chiesa della città. I penitenti incappucciati e a piedi nudi percorrendo le vie cittadine sostando in ogni sepolcro. Il rito precede la processione dei Misteri che dura fino alle prime luci del sabato.

  • Enna

Ad Enna si svolgono alcune delle celebrazioni più belle di tutta la Sicilia. In occasione della processione del venerdì santo oltre 2500 confratelli camminano per le strade della città portando statue di Gesù morto e della Madonna Addolorata. I confratelli, seguendo le note delle marce funebri intonate dalle bande, iniziano la camminata lenta che crea un caratteristico ondeggiamento delle statue, quasi a riprodurre il dolore e la difficoltà del cammino.

  • Iglesias

In Sardegna non perdete almeno una volta i riti della Settimana Santa di Iglesias che culminano con la processione del Venerdì Santo che ha inizio al mattino presto e che passa per le chiese della città secondo un percorso che richiama la salita di Cristo al Calvario. In serata va in scena la processione del descenso che mette in scena una vera e propria rappresentazione sacra del funerale di Cristo che ricalca la tradizione barocca spagnola. Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale

  • Nocera Terinese

Nel comune in provincia di Catanzaro, in occasione del sabato santo va in scena il rito vattienti, dove i fedeli mettono in scena la pubblica autoflagellazione. I penitenti, cinti il capo con una corona di spine, si battono le cosce nude con due piattelli rotondi di sughero, su uno dei quali sono conficcate punte di vetro. Sabato Santo mentre la processione si snoda lungo la via principale della città al suono della banda musicale, va in scena l'antico rito della flagellazione, un'antica pratica nata per purificare se stessi ed i propri cari dai peccati commessi.

Scopri