Idee di viaggio

Cosa vedere in Sicilia Orientale

Itinerario on the road alla scoperta della Sicilia Orientale

Sicilia Orientale WEEKEND Shutterstock
5/5

“Dicono gli atlanti che la Sicilia è un’isola e sarà vero, gli atlanti sono libri d’onore. Si avrebbe però voglia di dubitarne, quando si pensa che al concetto d’isola corrisponde solitamente un grumo compatto di razza e costumi, mentre qui è tutto mischiato, cangiante, contradditorio, come nel più composito dei continenti. Vero è che le Sicilie sono tante, non finirò di contarle. Vi è la Sicilia del Carrubo, quella bianca delle saline, quella gialla delle zolfo, quella bionda del miele, quella purpurea della lava… 

GUARDA ANCHE: VACANZE IN ITALIA

Perché tante Sicilie? Perché la Sicilia ha avuto la sorte di trovarsi a far da cerniera nei secoli fra la grande cultura occidentale e le tentazioni del deserto e del sole, tra la ragione e la magia, le temperie del sentimento e le canicole della passione”.

Sola la penna di un figlio di Sicilia può introdurci alle sue identità contradittorie e complesse. Tra tutti i grandi scrittori a cui questa terra ha dato i natali, abbiamo scelto il nostro prediletto, Gesualdo Bufalino. Per iniziare con lui il nostro viaggio alla ricerca delle meraviglie della Sicilia Orientale

Con queste parole scritte nel saggio l’isola plurale, contenuto nella raccolta Cere perse, lo scrittore ci regala la possibilità di guardare alla sua terra restando aperti alla stupore e accoglienti verso le sue molteplici realtà. Questa grande isola è ricca di bellezza in ogni suo angolo ma molti dei suoi tesori sono concentrati nella sua parte orientale che scende da Messina lungo la costa fino a Lentini comprende l’entroterra intorno all’Etna e continua a sud di Catania.

In questo territorio incontreremo vulcani ancora attivi, rovine storiche, città barocche e spiagge bellissime, poi assaggeremo cibo e vino che non scorderemo più.

Cosa vedere in Sicilia Orientale

La prima tappa di questo itinerario non può non essere Taormina, una delle mete più ambite e visitate dai turisti in Sicilia. Sorta sulla collina del Monte Tauro a picco sul mare, Taormina offre un panorama mozzafiato sullo stretto di Messina e anche sull’Etna.

La piccola città vanta un patrimonio artistico di derivazione greca che da secoli si fonde in armonia con il contesto paesaggistico regalando scenari di grande bellezza come l'Antico Teatro Greco che ancora oggi ospita importanti festival internazionali di arte e cinema o l’Isola Bella la piccola isola bagnata da acque cristalline di fronte alla più grande spiaggia pubblica di Mazzarò. Taormina è una incantevole località della Sicilia orientale carica di atmosfera, storia e cultura con specialità culinarie che la rendono indimenticabile.

Da Taormina si può facilmente raggiungere la montagna più alta di Sicilia e uno dei suoi simboli più conosciuti nonché patrimonio mondiale dell'UNESCO, il vulcano Etna. Oltre a una vista senza uguali dall’alto dei suoi oltre 3mila metri di altezza, l’Etna offre la possibilità di prendere parte a escursioni guidate fino alla sua sommità e magari assistere ad una delle sue eruzioni in tutta sicurezza. Ci sono diverse possibilità di tour guidati attraverso sentieri segnalati per salire dotati del necessario materiale tecnico e di assistenza con mezzi come biciclette, funivie e jeep. Quella di ammirare la Sicilia dall’alto del cratere del suo grande vulcano rappresenta un’esperienza memorabile da non lasciarsi sfuggire.

Un'altra località da vedere è la bellissima Siracusa e il suo centro storico situato sull'isola di Ortigia collegata alla terraferma da due ponti e che rappresenta la sua parte più vibrante. Sede di un mercato tradizionale, buono per mangiare le specialità locali e per scattare qualche foto suggestiva. Siracusa e l’isola di Ortigia sono luogo di una grande concentrazione di siti archeologici della magna Grecia come il Parco Archeologico della Neapolis, il Tempio di Apollo, la Fontana di Diana, la Cattedrale barocca e il Castello Maniace.

Un viaggio alla scoperta della Sicilia orientale deve forzatamente comprendere anche una fetta di tempo da dedicare alla meravigliosa area del Val di Noto che comprende città come Noto, Ragusa, Modica, Scicli, Caltagirone, Militello Val di Catania, Catania e Palazzolo.

Tutte perle dell’epoca barocca inserite a pieno merito nella lista dei patrimoni mondiali dell’Unesco. Questi luoghi conosciuti e amati per la loro eredità artistica e architettonica composta da magnifici edifici e chiese ma anche per una serie di specialità culinarie tipiche e per la produzione di ottimi vini tra cui il celebre Nero d’Avola.

Itinerario Sicilia Orientale

 

Spiagge più belle

La costa orientale della Sicilia presenta fantastiche distese di sabbia bianca e rocce nere, spiagge libere di ciottoli o lidi con comodi stabilimenti in un'ncredibile alternanza di possibilità balneari per tutti i gusti. La località dei Giardini Naxos vicino Taormina è ideale per chi ama sabbia bianca mista a ghiaia con acqua trasparente che ben si presta alla pratica di sport acquatici o a rilassanti nuotate.

Nei pressi della città di Catania invece si trovano le popolari spiagge di Playa e Aci Trezza, comode e attrezzate con bar e locali. Mentre a sud di Siracusa il lido di Fontane Bianche spicca per le sue acque cristalline e poco profonde adatte anche ai bambini.

Non lontano da Noto, si può fare tappa a San Lorenzo una grande spiaggia sabbiosa che offre numerosi servizi per i bagnanti ed è ideale anche per lunghe e rilassanti passeggiate.

Per chi invece fosse alla ricerca di un’esperienza a stretto contatto con una natura incontaminata e selvaggia la meta è senza dubbio la Riserva Naturale di Vendicari, a sud di Siracusa. 

All’interno di questa striscia di macchia mediterranea protetta si trovano alcune tra le lagune e spiagge dell’intera costa ionica come Marianelli, Ellora e Calamosche. Si tratta di un’oasi naturale immersa nel verde ideale non solo per chi vuole godersi un bagno in un mare limpido ma anche per chi ama le escursioni.

  • Riserva Naturale di Vendicari
  • San Lorenzo
  • Fontane Bianche
  • Giardini di Naxos
  • Aci Trezza
  • Playa

 

Mangiare e bere nella Sicilia Orientale

La fama della tradizione culinaria sicula ha pochi uguali, in particolare nella sua parte orientale è possibile godere di un'ampia varietà di pietanze e ricette tipiche e gustose. Grazie al suo clima mite e alla posizione che risente degli influssi del mare e dell’entroterra si producono prelibatezze sia a base di pesce, di verdura che di carne.

La zona che sorge alle pendici dell'Etna ad esempio produce funghi, salsicce e formaggi di qualità, mentre il mercato del pesce di Catania offre un’enorme varietà di prodotti ittici locali su cui troneggiano il tonno e il pesce spada da gustare secondo tradizione sicula. Se poi vi trovate in zona durante la stagione estiva il grido di battaglia a tavola è solo uno: melanzane. In ogni forma e ricetta, fritte, ripiene, arrostite o con la pasta alla norma, non siate timidi.

Uno dei vanti del territorio è poi rappresentato dalla grande e variegata coltivazione di vitigni da cui vengono prodotti vini di qualità come il Nerello Mascalese, la Malvasia, il Carricante e il Nero d’Avola.

Mappa e Cartina

Autore: Giorgio Calabresi

Scopri