Idee di viaggio

I migliori dolci di Palermo

I dolci più buoni della pasticceria palermitana e dove mangiarli.

Migliori dolci di Palermo MANGIARE Shutterstock
3/5

Non è facile elencare le pasticcerie imperdibili di Palermo e tantomeno l'offerta della sua incredibile pasticceria. Sbagliare con i dolci a Palermo è molto difficile, oseremmo dire impossibile. Le pasticcerie sono tutte buone e i dolci tutti incredibili.

Gli ingredienti immancabili sono mandorle, zucchero, frutta candita e la regina indiscussa dei dolci palermitani: la ricotta di pecora.

GUARDA ANCHE: COSA FARE A PALERMO

CANNOLO

Il cannolo è una pasta fritta e croccante ripiena di ricotta di pecora. Si chiama così perché una volta i dischi di pasta venivano arrotolati alle canne (cannoli in siciliano) e così fritti nello strutto.

Da Oscar mangerete alcuni dei più buoni cannoli di Palermo, ma anche il resto dei dolci e della produzione di torte meritano un assaggio. 

Pasticceria Oscar – Via Mariano Migliaccio, 39 Palermo.

Buon Natale★ #venitetutti #alipari #daii #Auguri

Una foto pubblicata da Pasticceria Oscar (@pasticceriaoscar) in data: 25 Dic 2014 alle ore 04:17 PST

DITA D’APOSTOLO

Le dita d'apostolo sono crespelle ripiene di crema di panna ed arrotolate e tagliate fino ad assomigliare a delle dita. Vengono poi spolverate di zucchero e cannella.

La pasticceria gelateria Scimone ne fa di buonissime, ma anche i salati e gli altri dolci sono incredibili.

Pasticceria Scimone – Via Imera, 8 Palermo.

FRUTTA MARTORANA

La pasticceria di Salvatore Cappello è un'istituzione a Palermo insieme alla sua incredibile Setteveli Torta Cappello. E poi c'è la frutta martorana che qui è perfetta, con i colori accesi e i contorni levigati. 

Pasticceria Cappello – Via Colonna Rotta, 68 Palermo.

TRONCO DI LIMONE

Il tronco di limone è un dolce di pan di spagna e crema di limone sormontato di bignè. Il Bar Costa è uno dei posti migliori per mangiare questo dolce bello e giallo come il sole. 

Bar Costa – Via Gabriele D’Annunzio, 15 Palermo.

BUCCELLATO

Cucciddatu in siciliano, è un impasto di pasta frolla con un ripieno di fichi secchi, uva passa, mandorle e scorze d'arancia chiusa a forma di ciambella.

Il buccellato si mangia soprattutto a Natale, ma non è difficile trovarlo anche in altri periodi dell'anno. Al Bar Alba, vicino Viale della Libertà, ne fanno uno buonissimo. Si trova anche a Mondello in Viale Regina Margherita di Savoia 2. 

Bar Alba - Piazza Don Bosco, 7c Palermo.

#mondello #colazione #baralba

Una foto pubblicata da Giulia Longo (@julialon81) in data: 31 Ago 2016 alle ore 01:52 PDT

TRIONFO DI GOLA

La pasticceria dei Fratelli Magrì è specializzata nella rivisitazione dei dolci tradizionali siciliani. Il simbolo e il vanto della pasticceria è il Trionfo di Gola, un antico dolce conventuale che era presente anche al buffet del ballo de Il Gattopardo. La forma del dolce è sontuosa ed è ricoperto di una morbida pasta di pistacchio.

Fratelli Magrì - Via Isidoro Carini, 42, Palermo.

CASSATA

La storia della Cassata attraversa quella della Sicilia intera. I suoi ingredienti principali (zucchero di canna, mandorla, arancia amara e mandarino) li avevano portati gli arabi. A loro si è unita la ricotta, da sempre vanto dei pastori siciliani. Gli spagnoli portarono poi il cioccolato e nel Barocco arrivarono anche i canditi, modificando la ricetta originale ad ogni passaggio.

L’Antico Caffè Spinnato è famoso soprattutto per le cassate ma sulla sua terrazza si possono assaggiare anche dolci alle mandorle, cannoli, semifreddi e granite. 

Antico caffè Spinato - Via Principe di Belmonte 11, Palermo.

CASSATINA AL FORNO

Gli ingredienti sono gli stessi della cassata ma il tutto viene avvolto nella pasta frolla e cotto al forno. Si tratta della riceta più antica della cassata, in voga prima dell'aggiunta della glassa. 

La cassatina è buona appena sfornata. La trovate in quasi tutti i ristoranti di Palermo. Una delle più buone ce l'ha la trattoria Ferro di Cavallo in via Venezia (consigliatissima per tutto il menù e con prezzi molto bassi) e la Buatta, dove mangiare tra l'altro una pasta con le sarde che è tra le più buone di Palermo. 

GUARDA ANCHE: CUCINA DI STRADA A PALERMO

IRIS

Antonio Lo Verso, pasticcere palermitano creò questo dolce in occasione della prima dell'opera Iris di Pietro Mascagni. La sua creazione divenne talmente famosa da indurlo a cambiare nome alla sua caffetteria proprio in Iris. Oggi l'iris potete trovarlo ovunque. E' un dolce ma è considerato street food ed i palermitani ne mangiano ad ogni ora del giorno e della notte.

C'è anche una variante al forno per quando e se non volete appesantirvi troppo.

 

 

 

Scopri