Idee di viaggio

La riserva dello Zingaro in Sicilia

Ecco perché devi assolutamente visitare questo angolo selvaggio di costa siciliana

Riserva dello Zingaro MARE Shutterstock
3.1/5

Provare a descrivere la bellezza della Riserva dello Zingaro in Sicilia è un'ardua impresa, il modo migliore è visitarla, rigorosamente a piedi, attraverso i numerosi sentieri che conducono a spiagge e calette segrete.

Che vogliate esplorarla tutta o solo un tratto, dovete sapere che visitare la Riserva dello Zingaro non può mancare nella lista dei posti da raggiungere questa estate; ecco perché abbiamo realizzato una utile guida a cosa vedere e a come arrivare in questo angolo incontaminato della Sicilia.

La Riserva dello Zingaro è un'area naturale protetta in provincia di Trapani affacciata sul mar Tirreno. Un paradiso incontaminato formato da roccia e acqua che qui assume tutti i colori dell'azzurro; un paradiso per gli amanti del trekking, ci sono infatti numerosi sentieri che vi condurranno a spiagge e calette dove trovare refrigerio dopo la faticata. 

Riserva dello Zingaro

La Riserva naturale orientata dello Zingaro si estende dal Golfo di Castellammare fino a San Vito Lo Capo ed è un susseguirsi di spiagge e calette da sogno, tra le più belle della Sicilia.

La costa dello Zingaro è una delle poche in Sicilia senza strada litoranea. Ne era prevista una i cui lavori iniziarono nel 1976 ma in seguito a proteste, iniziative ambientaliste e a marce di protesta dei cittadini, l'Azienda Regionale Foreste Demaniali si impegnò ad espropriare l'area dello Zingaro e a istituire, nel 1981, la prima riserva naturale della Sicilia. 

Se avete voglia di addentrarvi nella natura incontaminata, vivendo un'avventura fuori dalla modernità a contatto con gli elementi primari, acqua e terra, non vi resta che raggiungere questo tratto di costa baciato dal sole. 

Percorrere la riserva dello Zingaro significa scoprire sette chilometri (o anche di più ma lo vedremo in seguito) di natura sublime e straordinaria, una costa rocciosa intervallata da numerose calette, ammirare la natura riarsa da sole, fatta di ginestre, palme nane e timo selvatico.

All'interno della Riserva troverete anche cinque piccoli musei da visitare, quello delle Attività marinare, della Civiltà contadina, dell’Intreccio, della Manna e il Museo naturalistico. La Riserva può essere visitata sia a piedi che in barca. Troverete rifugi e bivacchi per soste e pernottamenti se decidete di dormire nella riserva.

Spiagge 

Quali sono le spiagge più belle della Riserva dell Zingaro? Ecco una guida a quelle da raggiungere assolutamente. 

  • Cala Tonnarello dell'Uzzo

Cala Tonnarello dell'Uzzo è la prima spiaggia che si incontra venendo da San Vito lo Capo, all'ingresso del lato nord della Riserva. La caletta è bellissima e facile da raggiungere, motivo per cui è presa d'assalto durante la stagione estiva. Tonnarella dell'Uzzo è la spiaggia più grande della Riserva e si trova a 700 metri dall'ingresso, lungo il tragitto potrete far sosta al Museo delle attività Marine.

  • Cala dell'Uzzo

Cala dell'Uzzo è una deliziosa caletta a 2 Km dall'ingresso Nord della Riserva. È caratterizzata da ghiaia bianca ed è vicinissima alla grotta dell'Uzzo che le dà il nome. Nelle vicinanze non perdete una visita al Museo della civiltà contadina. La spiaggia è facile da raggiungere e ben segnalata. 

  • Cala Marinella

Cala Marinella si trova a circa 3,5 km di cammino dall'ingresso Nord di San Vito lo Capo. Qui non troverete sabbia e ghiaia ma solo scogli che rendono l'acqua più limpida che altrove, motivo per cui è il paradiso per lo snorkeling.

  • Cala Berretta

Cala Berretta si trova al centro della Riserva dello Zingaro e può essere raggiunta in egual modo sia dall'ingresso Nord che da quello Sud. Ad attendervi dopo la lunga passeggiata una spiaggia deserta ed incontaminata che vi ripagherà della fatica. 

  • Cala della Disa

Si trova a circa 3,5 km dai due ingressi Nord e Sud ed è caratterizzata da ciottoli bianchi che degradano verso acque turchesi. La spiaggia è formata da due piccole insenature divise da pareti rocciose. 

  • Cala del Varo

A 2 km dall’ingresso Sud, Cala del Varo è raggiungibile esclusivamente via mare dai due ingressi Nord e Sud. 

  • Cala Capreria

Cala Capreria è la prima caletta che si raggiunge dall'ingresso sul Sud, sul lato Scopello – Castellammare del Golfo. Per arrivarci dovrete percorrere un sentiero di 1,4 km. Nelle vicinanze della spiaggia troverete anche il Museo naturalistico. 

Trekking Riserva dello Zingaro

La Riserva dello zingaro è il paradiso di chi ama le lunghe passeggiate e i sentieri. Sono tre i percorsi che vi permetteranno di scoprire spiagge, grotte e musei:

  • Sentiero Costiero 

È il più semplice ed è lungo 7 km percorribili in circa due ore di cammino immersi in un paesaggio da cartolina. 

  • Percorso di mezza costa

È di difficoltà media ed è lungo 8,5 km che potrete percorrere in 4 ore e mezza. È la strada più panoramica che vi farà conoscere l'eterogeneità del territorio. Potrete raggiungere anche Borgo Cusenza e Contrada Sughero dove troverete dei rifugi. 

  • Sentiero presso Cala Marinella

È il sentiero più impegnativo lungo 17 km da percorrere in sette ore di cammino che da nord a sud passa per Monte Passo del Lupo, Monte Speziale e Monte Scardina. 

Come arrivare

L'ingresso alla Riserva dello Zingaro ha un costo di 5 euro. Per arrivare alla Riserva da Scopello, dovrete prendere l'Autostrada A29 Palermo – Mazara del Vallo, imboccare lo svincolo per Castellammare del Golfo, quindi proseguire sulla Strada Statale 187 in direzione Trapani. Seguite le indicazioni per Scopello, fino a raggiungere la costa. 

Per accedere alla Riserva da Nord, dovete  sulla Strada Statale 187 fino al bivio per San Vito Lo Capo. Proseguite in direzione Villaggio Calampiso – Riserva Zingaro.

Foto

Mappa e Cartina

A questo link trovate la cartina con i sentieri della Riserva, di seguito la mappa per raggiungerla. 

Scopri