Idee di viaggio

Strada degli Scrittori: lungo la SS 640 tra i luoghi e gli itinerari dei libri di Pirandello, Sciascia e Camilleri

In Sicilia c'è un itinerario che ripercorre i luoghi vissuti e le città amate da tanti scrittori

Strada degli Scrittori WEEKEND Photo Courtesy
5/5

Se siete alla ricerca di un modo alternativo per scoprire la Sicilia, c'è un itinerario letterario che dovete assolutamente conoscere, che ripercorre i luoghi vissuti e descritti da importanti scrittori siciliani. 

Si chiama  Strada degli Scrittori, una via lunga circa 32 chilometri dove troverete i luoghi vissuti e descritti in numerosi romanzi. Il percorso è ufficialmente conosciuto come Strada Statale 640 ed è dedicato a Luigi Pirandello, Leonardo Sciascia, Andrea Camilleri, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Antonio Russello e Rosso di San Secondo tra gli altri. 

L'itinerario da Porto Empedocle e arriva fino a Caltanissetta, attraversando la Valle Templi e passando lungo teatri, castelli, palazzi, musei e paesaggi mozzafiato. 

Itinerario della Strada degli Scrittori

Percorrendo la strada degli scrittori potrete intraprendere un viaggio culturale, tradizionale e culinario sulle tracce dei grandi romanzi che hanno preso ispirazione da questi territori meravigliosi. Tra i luoghi più iconici ricordiamo Girgenti (Agrigento), la città natale di Pirandello, e la sua Cattedrale, dov’è conservata la "lettera del diavolo", il manoscritto di Suor Maria Crocifissa. Visitate la Beata Corbera citata da Giuseppe Tomasi di Lampedusa nel Gattopardo, la Scala dei Turchi e la miniera di sale di Realmonte, la marina di Vigata descritta da Andrea Camilleri, l’attuale Porto Empedocle, con la maestosa Torre Carlo V, e i templi dell’area archeologica di Agrigento col meraviglioso Giardino della Kolymbetra, immerso nell’antica Akragas (come riferisce Pirandello ne “I vecchi e i giovani”). C'è anche Noce, oasi che Sciascia considerò sempre il luogo ideale in cui ritirarsi a scrivere. Da qui l'itinerario giunge fino a Caltanissetta, luogo che Sciascia definì come la “piccola Atene”. 

Strada degli Scrittori: Tappe e città

Potrete suddividere l'itinerario in più tappe: il consiglio è di percorrerlo lentamente per assaporare i colori, i sapori di questo pezzo di Sicilia. Punto di Partenza è Porto Empedocle che ripercorre i luoghi di Andrea Camilleri, tra Vigata (Porto Empedocle) e Montelusa (Agrigento) seguendo un percorso che dal mare arriva fino alla montagna. A Porto Empedocle visitate la Torre Carlo V che ha ispirato "La strage dimenticata", mentre a Montelusa fate visita al quartiere Rabato raccontanto nel “Re dei Girgenti”.

Prima di partire non perdete una visita alla Scala dei Turchi, una incredibile scogliera di roccia bianca. 

(Foto: Strada degli Scrittori)

Il viaggio continua alla scoperta dei luoghi tanto cari a Luigi Pirandello, nella sua Agrigento. È qui che Pirandello è nato ed è da qui che ha raccontato la Sicilia. Potrete visitare la casa natale che è ancora lì in una contrada di campagna denominata Caos, a due passi da Agrigento, All'interno della casa potrete assistere a mostre temporanee dedicate all'artista. 

(Foto: Sandro Catanese/ Strada degli Scrittori)

Fermatevi al Molo di Girgenti, l’attuale area portuale di Porto Empedocle che coincide in parte con quel che fu il Molo o il Caricatore di Girgenti, dove il padre di Luigi Pirandello curava gli interessi della famiglia attraverso il commercio dello zolfo. E' qui e nel borgo marinaro che Pirandello trascorse i primi anni della sua vita. 

LEGGI ANCHE: SPIAGGE DELLA SICILIA

La tappa successiva è Palma di Montechiaro, alla scoperta dei luoghi che hanno ispirato Tomasi di Lampedusa. Visitate il centro città, il palazzo e il monastero benedettino dove si potranno gustare i dolcetti preparati secondo le antiche ricette dalle sapienti mani delle Benedettine. A questo luogo è legata anche la scrittura de “Il Gattopardo”. Non perdete da qui, una visita alla Valle dei Templi. 

Il viaggio prosegue verso Racalmuto, la città che diede i natali a Leonardo Sciascia, qui potrete far visita alla casa dove nasque l'autore e, poco lontano da lì, potrete visitare il teatro comunale Regina Margherita dove l’autore solitamente assisteva alle proiezioni degli spettacoli nel fine settimana. Prima di partire, fate visita alla Fondazione Leonardo Sciascia, un museo permanente dedicato alle opere dello scrittore. 

(Foto: A. Pitrone/La Strada degli Scrittori)

Raggiungete infine Caltanissetta per una visita della città di Rosso di San Secondo, passeggiate per il centro storico, alla scoperta dei luoghi che hanno ispirato l'autore dalla casa natale, nel quartiere di S. Lucia, al collegio dei Gesuiti, fino al cimitero monumentale; ma soprattutto non perdete una visita al il museo mineralogico e delle zolfare. 

A Caltanissetta troverete anche numerosi luoghi frequentati da Leonardo Sciascia come la Biblioteca Comunale “L. Scarabelli” che era la meta delle ricerche di quei testi che ispirarono i suoi romanzi storici o lo storico bar “Bar Romano” dove Sciascia si fermava ad assaggiare paste di mandorla, cassate e taralli. 

Strada degli scrittori Mappa

A questo link trovate la mappa della Strada degli Scrittori e i punti di interesse che incontrerete lungo il viaggio. A questo link trovate tutte le informazioni e le tappe della Strada degli Scrittori

Scopri