Idee di viaggio

Cosa vedere a Stresa, la regina del Lago Maggiore

La guida a cosa visitare nel borgo di Stresa

Stresa WEEKEND Shutterstock
5/5

La cittadina di Stresa si trova sul lago Maggiore, nella provincia piemontese di Verbano-Cusio-Ossola

Si tratta di un piccolo borgo che si affaccia sul lago, caratterizzato da affascinanti hotel dal sapore retrò, ville nobiliari, giardini curati e piccole spiagge di sassi dove rilassarsi. Il paesaggio, con il panorama sulle Alpi, e la vista sulle Isole Borromee, è incantevole. Ma non è tutto. Ecco cosa vedere.

Cosa Vedere a Stresa

Perla del lago Maggiore, facilmente raggiungibile, Stresa è la meta del weekend di tanti milanesi, che cercano un luogo dove passeggiare e godere della natura. Il suo centro urbano è piccolo e raccolto, troverete ristoranti e bar all’aperto e diversi negozi di souvenir, mentre sul lungolago si possono trascorrere ore di relax. 

Si trovano lidi per chi vuole prendere il sole durante la bella stagione, parchi giochi per i bambini e tanti punti di sosta dove fermarsi per un caffè o un toast vista lago.

  • Il Parco Pallavicino a Stresa

Meta ideale per grandu più piccoli, ma non solo, è di certo Villa Pallavicino, da raggiungere in auto (di fronte all’ingresso si trova infatti un ampio parcheggio) percorrendo il lungolago e lasciando alle spalle sulla propria destra il centro cittadino. 

Costruita nel diciannovesimo secolo, è circondata da 18 ettari di verde, con un grande giardino all’inglese, un parco zoologico, una fattoria dove osservare da vicino tante specie diverse di animali. I bambini si divertiranno moltissimo! La vista sul lago da qui è privilegiata.

  • Stresa e le Isole Borromee

Altro motivo per fare una gita a Stresa sono certamente le isole Borromee. L’isola Bella ospita il palazzo della famiglia Borromeo, una dimora nobiliare conservata alla perfezione che custodisce mobilio antico e reperti artistici. Da non sottovalutare sono i giardini Borromei, tipici all’italiana, realizzati nel 17esimo secolo, dove ammirare tante specie floreali. 

L’isola Madre è la più grande delle isole Borromee, dove si trova un palazzo del sedicesimo secolo che ospita diverse collezioni di oggetti d’epoca e un’esposizione di marionette del passato. Anche qui troverete un lussureggiante giardino botanico: camelie e azalee sono il suo punto forte.  

L’Isola dei Pescatori è l’unica tra le isole Borromee ad essere abitata tutto l’anno: ospita infatti un piccolo villaggio di soli cinquanta abitanti. Potrete passeggiare tra vicoli stretti e caratteristici e, alzando la testa, osservare i lunghi balconi che caratterizzano le case. Qui veniva fatto essiccare il pesce. Ancora oggi la pesca è attiva e potrete assaggiarne i frutti nelle trattorie vista lago. 

Le Isole Borromee si raggiungono da Stresa attraverso tour organizzati in barca. Molti di essi sono in modalità “hop on-hop off”, ovvero permettono di salire e scendere quando si desidera.

Mappa e cartina

Autore: Paola Toia

Scopri