Idee di viaggio

Toscana in bicicletta: 10 itinerari e ciclabili

Pedalando tra le colline Toscane, lungo il Tirreno e in montagna alla scoperta della regione con lentezza

Bicicletta BICICLETTA Shutterstock
5/5

La Toscana è una delle regioni italiane che meglio si presta ad un viaggio in bicicletta. Terra di ciclisti, di tappe mitiche del giro d'Italia, di strade bianche e natura. La regione ha investito nel turismo sostenibile e offre una serie di itinerari bellissimi da percorrere in bici.

GUARDA ANCHE: ESTATE 2020

Toscana in bicicletta

Quali sono gli itinerari più belli da percorrere in Toscana in bicicletta? Ce ne sono tantissimi: alcuni fanno parte di ciclabili più lunghe che attraversano più regioni, altri uniscono strade ciclabili più brevi per muoversi alla scoperta dei posti più belli della regione con la bicicletta e magari aggiungendo qualche tappa in treno.

La Via Francigena, uno dei cammini più belli e lunghi d'Italia non poteva mancare nella nostra ricognizione delle ciclabili più belle della Toscana. In questa regone percorre infatti alcuni dei tratti più belli. Passa per il borgo a raggera di Monteriggioni e per Bagno Vignoni, l'unico borgo d'Italia con le terme in piazza. Superato il passo che unisce la Toscana alle regioni del nord questo tratto di Francigena è facile e quasi sempre pianeggiante e adatto a tutti. Percorre da regione da nord a sud e i più allenati possono continuare fino a Roma, per terminare la via fino alla sua meta: San Pietro. 

La ciclovia Tirrenica è un grosso progetto ch prevede la costruzione di una ciclovia lungo tutta la costa tirrenica. Il progetto è ancora in cantiere e unirà ciclovie già esistenti con nuovi tratti di ciclabili. Esiste però già un tracciato che permette di percorrere tutta la costa della Toscana e anche oltre fino a Montecarlo, passando solo per strade a bassa percorrenza e lungo ciclabili dove possibile. 

L'itinerario in bicicletta nella Val di Merse è consigliato ai ciclisti un po' più allenati: dalla Montagnola Senese il percorso arriva alle propaggini meridionali delle vallate dell’Elsa e del Cecina, rotolando a sud, fino alla valle dell’Ombrone che sfiora la Maremma grossetana e le Crete senesi. Il percorso ciclistico si sviluppa interamente su strade secondarie non trafficate. Scegliendo le tappe più pianeggianti è adatto anche ai cicloturisti meno esperti. Si pedala su numerose strade sterrate quindi è adatta un bici da viaggio con ruote abbastanza larghe e meglio se con freni a disco. 

Il percorso permanente dell'Eroica solca le strade bianche del Chianti, della Val d'Arbia e della Val d'Orcia, passando per Montalcino, in un circuito ad anello. L'itinerario è segnalato con i simboli dell'Eroica e può essere percorso partendo da ognuna delle 6 tappe in cui è diviso. In totale sono circa 210 km che possono essere percorsi in 1 o più giorni a seconda dell'allenamento, del tempo a disposizione e di quello che si vuole dedicare alle bellissime cartoline dei paesaggi. La stazione dei treni di Siena, proseguendo da lì in direzione Radi, permette un viaggio comodo in treno + bici. Qui il percorso si intreccia con quello della Francigena. Si prosegue per Montalcino da cui si aprono meravigliosi panorami sulla Val d'Orcia. 

  • Valdinievole in bicicletta

Al confine tra le provincie di Firenze e di Pistoia si estende la più grande palude interna d'Italia: il Padule di Fucecchio. Occupa la parte sud della Valdinievole, tra il Montalbano e le colline delle Cerbaie, ed è costellata di borghi medievali meravigliosi (qui trovate tutti i borghi più belli della Toscana). La zona conta 9 itinerari naturalistici e diverse piste ciclabili da intrecciare a piacimento di borgo in borgo.

Uno dei modi migliori per scoprire l'Elba è farlo in bicicletta. L'isola è grande e girarla a piedi non è possibile, ma è possibile scoprirla tutta con lentezza in bicicletta, esplorandone ogni angolo, spiaggia e caletta. Le strade carrabili non sono mai troppo trafficate e per nulla lo sono i sentieri nel bosco e le mulattiere da percorrere con una mountain bike.

  • Giro dei 4 vini DOCG

I vigneti della Vernaccia, del Chianti, del Nobile e del Brunello possono essere percorsi in bicicletta alla scoperta dell’eccellenza enogastronomica toscana, fra borghi arroccati e città d’arte. Prima tappa del tour è San Gimignano con il primo dei vini d.o.c.g Toscani: la Vernaccia di San Gimignano. Proseguiamo alla scoperta delle colline del Chianti e del vino Chianti Classico passando dalle città di Radda e Gaiole in Chianti. Il viaggio alla scoperta dei vini toscani prosegue, attraverso le Crete senesi, fino alla Val di Chiana dove potrete visitare il favoloso borgo di Montepulciano e assaggiare il terzo vino d.o.c.g il nobile di Montepulciano. L’ultima parte sarà dedicata alla Val d’Orcia e al mitico brunello di Montalcino. Qui trovate tutte le informazioni sulle strade del vino in Toscana.

Si tratta dell'itinerario toscano in assoluto più adatto al cicloturismo per famiglie. Il percorso segue una vecchia ferrovia e collega Chiusi ad Arezzo in circa 70 km immersi in un parco naturale. L’itinerario è interamente sterrato e poco ombreggiato, ma è chiuso al traffico, completamente pianeggiante e abbastanza interessante a livello paesaggistico.

  • Pista ciclabile dell'Arno

La ciclovia dell’Arno è un percorso ciclabile che segue la discesa del fiume Arno dalla sua sorgente fino alla foce a Marina di Pisa, sulla costa del Tirreno. Nel mezzo, 220 chilometri di paesaggi toscani, fra colline, campagne e città d’arte. La pista ciclabile dell’Arno è completamente in leggera discesa ed è quindi adatta anche ai principianti o alle famiglie con bambini. Si toccano le provincie di Arezzo, Firenze e Pisa.

La via degli Dei segue il tracciato dell'antica via Flaminia che collegava Bologna a Firenze. Oggi è un cammino da fare a piedi o in mountain bike attraversando l'Appennino Tosco Emiliano. L'itinerario è adatto ai ciclisti ben allenati perché ci sono belle salite su sterrata e tratti in cui bisogna avere dimestichezza con lo sterrato.GUARDA ANCHE: VACANZE ATTIVE IN ITALIA

Scopri