Idee di viaggio

Il Colosso dell'Appennino, l'incredibile scultura che nasconde un segreto

Poco distante da Firenze c'è una statua che devi visitare

Colosso dell'Appennino WEEKEND Shutterstock
5/5

Non troppo lontano dal centro di Firenze, c'è un posto incredibile che devi visitare. È Villa Demidoff a Pratolino, un'elegante dimora medicea con un bellissimo giardino che nasconde una maestosa statua cinquecentesca: è il Colosso dell'Appennino, l'incredibile scultura realizzata dal Gianbologna. 

La scultura gigantesca fu eretta verso la fine del 1500, è alta 14 metri e poggia su una grotta. Ecco perché devi assolutamente visitarlo (appena sarà possibile). 

LEGGI ANCHE: POSTI POCO CONOSCIUTI DI FIRENZE

Il Colosso dell'Appennino

Questo incredibile Colosso, metà uomo e metà montagna, fu eretto a guardia di un laghetto come simbolo delle aspre montagne dell'Appennino italiano. All'esterno la statua è ornata di spugne e creazioni calcaree con il compito di versare l'acqua nel laghetto sottostante.

Quello che forse non sapete è che l'incredibile statua nasconde un segreto: al suo interno ci sono delle stanze nascoste nella parte alta del corpo e nella testa, che si raggiungono con una scala dall'interno della grotta. Si narra che nello spazio interno, in corrispondenza della testa, venne realizzato un caminetto che, una volta acceso, gli avrebbe permesso di "soffiare" fumo dalle narici.

Il parco in cui si trova attualmente il colosso, Villa Demidoff, attialmente è chiuso, riaprirà a primavera 2021

Foto più belle

Scopri