Idee di viaggio

Galleria degli Uffizi, le informazioni su storia, opere biglietti e orari

Viaggio all'interno di uno dei musei più importanti al mondo

Uffizi MUSEI Shutterstock
5/5

Il primo dipinto a cui rivolgere un pensiero, subito dopo l'ingresso nella Galleria degli Uffizi, è il ritratto di Anna Maria Luisa de’ Medici. Il suo nome è il più evocato nelle preghiere della sera dagli appassionati d’arte antica di tutto il mondo. Se ancora oggi a distanza di secoli dalla sua morte è possibile ammirare le incredibili opere d’arte esposte nella Galleria degli Uffizi a Firenze si deve dire grazie a lei. 

Per merito della principessa ultima erede della casa dei Medici, le strabilianti collezioni della famiglia furono lasciate in eredità alla città di Firenze per essere esposte al pubblico.

Gli Uffizi sono universalmente riconosciuti come uno dei musei più importanti e visitati al mondo. Vantano una serie impressionante di capolavori rinascimentali che, in situazioni normali, richiamano ogni anno una media di 2 milioni di visitatori rappresentando una tappa imprescindibile per chiunque sia in visita al capoluogo toscano.

Visitare la Galleria degli Uffizi significa intraprendere un vero e proprio viaggio nel tempo, nell’arte e nella bellezza, un viaggio che per la sua natura, intensità e durata può risultare anche molto impegnativo, per questo una visita approfondita agli Uffizi va programmata in anticipo, studiando per tempo su quali delle sue incredibili opere soffermarsi di più per non rischiare di andare lunghi coi il tempo o di sovraccaricarsi di informazioni.

ACQUISTA QUI I BIGLIETTI PER IL TOUR GUIDATO SALTA FILA DELLA GALLERIA DEGLI UFFIZI

In generale la Galleria presenta oltre 45 sale espositive disposte sui due piani del Palazzo con la sua caratteristica pianta a U, tutte meritevoli di essere visitate per l’alta concentrazione di opere dal valore storico-artistico inestimabile.

Le opere sono esposte in ordine cronologico a partire dalla Sala 2 al secondo piano al quale si accede attraverso un’imponente scalinata del 1500, successivamente dalla Sala 13 in poi si rispettano criteri e suddivisioni in base alle scuole e paesi di provenienza. Il tutto è finemente pensato per creare un percorso attraverso lo sviluppo dei diversi stili artistici.

Il secondo piano è quello più rappresentativo del museo, qui sono esposti i capolavori più impressionanti e famosi di tutta la collezione, una serie di opere di ineguagliabile valore artistico ripartite tra sculture antiche e dipinti tra i più importanti di ogni tempo.

Se tutto ciò non avesse esaurito la vostra capacità di assorbire il bello non perdete la sala più antica del museo: la Tribuna degli Uffizi finemente decorata sul tema dei quattro elementi naturali (Terra, Aria, Acqua, Fuoco), o le mostre al primo piano come quelle esposte nella sala de il "Gabinetto delle stampe e dei disegni". Mentre per concedersi un momento di pausa e ristoro niente di meglio della vista panoramica sul centro storico di Firenze che si gode dai tavolini della caffetteria posta sopra la Loggia dei Lanzi al secondo piano.

Galleria degli Uffizi: Artisti e Capolavori

Giotto, Cimabue, Michelangelo, Piero della Francesca, Mantegna e Raffaello sono solo alcuni nomi degli artisti esposti nelle stanze degli Uffizi, che espongono anche innumerevoli capolavori del Rinascimento italiano e dei più grandi maestri europei in attività dal XII al XVII secolo.

Tra questi l’artista più ricercato tra le sale del museo è Sandro Botticelli, di cui la Galleria custodisce ed espone le opere più emblematiche e immortali come: La Nascita di Venere, la Primavera, la Madonna del Magnificat e la Madonna del Melograno.

A questi capolavori vanno aggiunti poi altri dipinti iconici della storia dell’arte come il doppio Ritratto dei duchi di Urbino di Piero della Francesca , la fragile Madonna del Cardellino di Raffaello e Bacco e la Medusa di Caravaggio, il Tondo Doni di Michelangelo , la Venere di Urbino di Tiziano e la Giuditta che uccide Oloferne di Artemisia Gentileschi.

Altrettanto rilevanti sono i capolavori di Leonardo da Vinci, come Il Battesimo di Cristo, l' Adorazione dei Magi e l' Annunciazione , realizzati nella prima parte della sua carriera artistica. Da non opere nemmeno le opere di Perugino, Signorelli e Piero di Cosimo, e il monumentale dipinto Battaglia di San Romano di Paolo Uccello.

Maestri come Pontormo, Giorgione, Tintoretto, Correggio, Velasquez, Goya, El Greco, Rembrandt e Rubens si sommano all’incredibile lista di artisti senza tempo in mostra agli Uffizi in una successione di rara intensità.

Assai significativa è anche la collezione di statue e busti dell'antichità che adorna i lunghi corridoi della Galleria e comprende sculture romane e greche di epoca classica come ad esempio Venere nella Tribuna o il gruppo Niobe.

Per citare solo alcune tra i capolavori più celebri esposti agli Uffizi segnaliamo:

  •  "La Madonna Ognissanti" di Giotto
  • "Nascita di Venere" di Botticelli
  • "La Primavera" di Botticelli
  • "Annunciazione" di Leonardo Da Vinci
  • l' Adorazione dei Magi di Leonardo  Da Vinci
  • "Doni Tondo" (o "Sacra Famiglia") di Michelangelo
  • la  Madonna Cardellino  di Raffaello
  • "Venere di Urbino" di Tiziano
  • "Battaglia di San Romano" di Paolo Uccello
  • "Bacco" di Caravaggio
  • "Medusa" di Caravaggio
  • "Giuditta e Oloferne" di Artemisia Gentileschi
  • Adorazione dei Magi di Gentile da Fabriano  
  • La Madonna Rucellai  di Duccio di Buoninsegna
  • La Santa Trinita Maestà di Cimabue  
  • Ritratto del duca e Duchessa di Urbino di Piero della Francesca
  • Pala Portinari di Hugo van der Goes

La storia degli Uffizi

Come suggerisce il nome stesso di questo edificio, il suo scopo primario previsto alla sua costruzione era  quello di ospitare gli uffici giudiziari e amministrativi di Firenze.

I lavori iniziarono nel 1560 sotto il progetto del prestigioso architetto Giorgio Vasari nel 1560 e per volere di Cosimo I de 'Medici, primo Granduca di Toscana. Al loro termine, nel 1581, venne creata una galleria privata per contenere la ricchissima collezione privata di oggetti d'arte di famiglia che si sarebbe continuata ad ampliare per i successivi 300 anni.

Alla fine della sua dinastia la famiglia Medici lasciò in eredità allo stato della Toscana i suoi tesori artistici più preziosi per farne un "bene pubblico e inalienabile" che "avrebbe adornato lo Stato, sarebbe stato utile al Pubblico e avrebbe attirato la curiosità degli Stranieri. 

Dove si trova la Galleria

Il Palazzo degli Uffizi sorge sull’area di un antico porto di epoca romana, in una zona della città che per paradosso era considerata tra le meno raccomandabili di Firenze che è stata riqualificata in parallelo con l’inizio dei lavori.

Oggi quell’area si chiama Piazzale degli Uffizi ed è riconosciuta come il cuore artistico della città tra Piazza della Signoria e Palazzo Vecchio. L’edificio gode di una vista unica sul fiume Arno e sulla chiesa di Santa Felicita. All’interno della struttura si trova anche il cosiddetto Corridoio Vasariano, una spettacolare passerella sopraelevata che attraverso il Ponte Vecchio collega Palazzo Vecchio con Palazzo Pitti passando anche per il magnifico Giardino di Boboli.

Orari e biglietti del Museo

Di norma il museo apre da martedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.30, restando chiuso negli altri giorni. 

Per evitare la lunga fila alla biglietteria si possono prenotare i biglietti online, i biglietti cosiddetti “saltacoda” oppure una visita guidata con guida professionale. il costo dei biglietti è di 20 euro

Tuttavia va tenuto presente che a causa della grave pandemia in atto gli Uffizi resteranno chiusi al pubblico da febbraio 2021 fino a data da destinarsi, in ottemperanza dei provvedimenti normativi relativi al contenimento dell'emergenza Covid-19.

Anche per questo motivo la Galleria propone ciclicamente sul suo sito ufficiale la possibilità di effettuare dei tour virtuali di parte delle sue esposizioni. per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale

Autore: Giorgio Calabresi

Scopri