Idee di viaggio

Cosa Vedere a Volterra

Ecco perché merita assolutamente una visita

WEEKEND Shutterstock
5/5

Come ha fatto una donna nata nel remoto Connecticut nel 1973, di religione mormone, ad essersi conquistata la cittadinanza onoraria di Volterra, in provincia di Pisa?

Se quella donna non è una semplice turista americana sedotta dal rampollo decaduto di una nobile discendenza del gran ducato di Toscana, allora il mistero è di facile soluzione: la signora si chiama Stephenie Meyer ed è una scrittrice di best sellers di fama mondiale.

La sua saga di romanzi di “Twilight” è stata un enorme successo planetario con oltre 40 milioni di copie vendute in tutto il mondo, senza contare gli incassi straordinari al botteghino dei film tratti dai suoi libri.

Nel secondo romanzo della saga intitolato New Moon la Meyer ha ambientato interi capitoli della storia proprio a Volterra. La piccola cittadina toscana è divenuta così luogo in cui risiedono i Volturi, un'antica famiglia di vampiri. 

Sì, ma perché proprio Volterra? La Meyer voleva che le misteriose creature dei Volturi vivessero accanto agli umani in una piccola città di origine etrusca. Aveva bisogno di una piazza, una torre dell'orologio e una torretta merlata e Volterra si prestava perfettamente al racconto di fantasia. In più questa località in provincia di Pisa è stata scelta per l’assonanza casuale tra il vecchio nome etrusco Velathri e il nome della casata vampiresca.

Volterra

Famosa per il suo notevole centro storico, per le mura del XIII secolo e per l'estrazione e la lavorazione dell'alabastro, Volterra, uno dei borghi più belli in Toscana, ha da sempre attirato visitatori interessati al suo passato. Ma negli ultimi anni è diventato il ritrovo di migliaia di fan adolescenti della saga che hanno dato un notevole impulso al turismo.

Ma quali sono le cose migliori da vedere a Volterra?

Prima di tutto sentiamo l’obbligo morale di avvertirvi che andare a Volterra in cerca di vampiri potrebbe risultare una perdita di tempo, ma grazie alla nostra piccola guida delle migliori attrazioni in loco sarà possibile scoprire tutti le sue meraviglie nascoste.

Basterà munirsi di sana curiosità e di una collana d’aglio, perché la prudenza non è mai troppa, e la nostra visita a Volterra potrà avere inizio.

Cosa vedere a Volterra

  • Mura e porte della città vecchia

Le mura del XIII secolo sorgono sulla collina racchiudendo il centro storico di Volterra e sei porte consentono l’accesso al centro della città. Porta Fiorentina si apre in direzione di Firenze, Porta San Francesco conserva tracce degli affreschi originali, mentre da Porta San Felice è possibile godere di una magnifica vista sulla campagna circostante.

Per iniziare la nostra visita e subito avere un impatto con le tracce del passato etrusco, scegliamo di entrare in città dall’ingresso di Porta all'Arco la più antica e l'unica rimasta per lo più intatta con decorazioni a tre teste che risalgono al 5° secolo. La sua parte superiore risale all'epoca romana, mentre i blocchi laterali facevano parte dell'antica porta della città etrusca. Nel 1944 i cittadini locali lo seppellirono per impedire all'esercito nazista di farlo esplodere.

  • Piazza dei Priori con il Palazzo dei Priori

Piazza dei Priori è il cuore della città medievale di Volterra con il più antico municipio della Toscana - Palazzo dei Priori, che domina la piazza. 

Il Palazzo dei Priori, ancora oggi in uso come municipio, fu costruito tra il 1208 e il 1257 mentre la torre distrutta da un terremoto venne ricostruita all'inizio del XIX secolo. La facciata presenta antichi emblemi di marmo e terracotta smaltata, mentre l’interno vale una visita per la sala consiliare affrescata sul soffitto e con dipinti e stemmi di famiglia. Si può anche salire sulla cima della torre e godere la spettacolare vista sulla città e sui suoi dintorni. 

Con la sua suggestiva atmosfera medievale Piazza dei Priori, sfoggia una delle architetture più belle di tutta la Toscana, contornata da meravigliosi edifici antichi costruiti in pietra. Tra questi il Palazzo Pretorio, che ha una torre chiamata Torre del Porcellino per il caratteristico maiale di pietra posizionato sulla sommità della sua cima merlata. 

Gli altri lati della piazza sono occupati dall'edificio della Cassa di Risparmio, dal trecentesco Palazzo Vescovile e dalla parte posteriore della cattedrale. Mentre le sue stradine laterali sono piene di ristoranti e botteghe artigianali, in particolare dei caratteristici negozi di alabastro.

  • Cattedrale di Volterra

Piazza San Giovanni è il centro religioso della città, qui è possibile ammirare la magnifica Cattedrale di Volterra del XII secolo dedicata all'Assunzione della Vergine Maria e il Battistero del XIII secolo.

Il duomo è costruito con una facciata in arte romanica eretta sul sito di una chiesa preesistente, mentre l'interno è in stile rinascimentale con un soffitto riccamente decorato e cappelle con affreschi, pannelli in legno e un pulpito in marmo del XII secolo. 

La cattedrale ospita molte opere d'arte di rinomati artisti italiani tra cui Andrea della Robbia, Mino da Fiesole e Benozzo Gozzoli.

Nella stessa piazza, ma sul lato opposto è situato Il battistero del XIII secolo con base ottagonale e una facciata decorata in marmo bianco e verde scuro. L'interno è piccolo e semplice ma ospita un eccezionale fonte battesimale in marmo dalla pianta ottagonale, scolpito nel 1502 da Andrea Sansovino

  • Parco archeologico e teatro romano di Volterra

Appena fuori le mura medievali si può fare tappa al sito archeologico dell’anfiteatro romano: uno dei patrimoni storici meglio conservati e più belli di tutta Italia.

Costruito nel 1° secolo DC sopra un più antico sito etrusco, durante il medioevo venne interamente ricoperto e usato come discarica per poi essere riportato alla luce per la prima volta solo negli anni ‘50 a seguito di scavi archeologici.

Il teatro presenta anche resti di terme romane del 4° secolo, del foro romano e di una cisterna sotterranea. Da marzo a novembre è sempre aperto, mentre il resto dell'anno è visitabile solo il fine settimana ma anche quando è chiuso può essere visto da una terrazza all'interno della città murata in Via Lungo Le Mura del Mandorlo.

Cosa vedere in un giorno

  • Mura e porte della città vecchia
  • Piazza San Giovanni e la Cattedrale
  • Piazza dei Priori con Palazzo dei Priori
  • Palazzo Pretorio
  • Palazzo Incontri
  • Teatro romano
  • Museo Etrusco di Guarnacci
  • Acropoli Etrusca

 

Saline di Volterra

Ai piedi dell'antica città di Volterra ci sono anlcuni tra i depositi di salgemma più antici di Volterra. Poco distante dalla città avrete modo di visitare Saline di Volterra. Le sorgenti furono sfruttate sin dall'epoca etrusca, ma una delle prime notizie storiche risale al 981, quando Ottone II di Sassonia chiamò in Germania alcuni salinatori di Volterra per insegnare agli abitanti di Halle la tecnica di lavorazione del sale. Oggi avrete modo di visitare lo stabilimento delle Saline e vedere il processo di realizzazione del sale con una visita guidata. 

Cosa vedere in due o tre giorni: video 

Il video con le migliori attrazioni da vedere in due o tre giorni

Dintorni di Volterra

 

Mappa

Di seguito trovate la mappa con le migliori attrazioni di Volterra.

Autore: Giorgio Calabresi

Scopri